• Varese, Leonardi (Forza Italia): Galimberti si dimetta
    Varese, Leonardi (Forza Italia): Galimberti si dimetta E dire che Davide Galimberti, oggi sindaco varesino, aveva addirittura promesso ai tempi della campagna elettorale la balneazione del lago di Varese. Una incauta e superficiale dichiarazione dal sen sfuggita in un momento sicuramente teso ed infuocato, ma tant’è. Quella proposta la poteva però formulare solo chi non è al corrente della complessa e infinita storia dell’inquinamento del lago più amato dai varesini, una storia, come noto a tutti, dalla difficile risoluzione almeno in tempi brevi. Ma fece discutere quella sparata, non sorridere, era infatti un prologo di tristi presagi. I più attenti e prudenti avevano già immaginato la futura deriva della Varese “sinistra” che di lì a poco avrebbe preso le redini di Palazzo Estense. E a quasi un anno dall’insediamento, il bilancio annovera promesse mancate o realizzate in…

Claudio for Expo

ICH Sicav

 

Home Page

Home Page (7977)

La produzione che macina un nuovo record, l’export che vola sempre più in alto. E l’occupazione che tira, gli investimenti in R&S che mantengono un promettente primato, l’internazionalizzazione delle imprese a capitale nazionale seconda solo all’auto per il rapporto tra fatturato all’estero e fatturato totale. La farmaceutica del made in Italy archivia un 2016 di successi e si prepara a un 2017 che potrebbe riservare nuove sorprese. Positive. Contando sempre più per l’immediato futuro su quella rivoluzione 4.0 di cui in Italia, ma non solo, si sente la punta avanzata. Una scommessa già fatta da tempo, che la manovra 2017 dovrebbe consolidare grazie alla base di incentivi rivolti all’innovazione. È decisamente in salute l’industria della salute per eccellenza, la farmaceutica. «Sì, credo che siamo in buona salute, almeno per produzione ricerca. Abbiamo, diciamo così, un piccolo raffreddore, che è la governance e l’iniquo payback che costringe nostre imprese a ripiani…
Una coraggiosa lettura scenica nell’inusuale palcoscenico invernale del Sacro Monte, è l’ultimo grande appuntamento che il Comune di Varese ha organizzato nel giorno dell’Epifania (ore 17.30), per valorizzare il borgo durante le festività. Sarà Betty Colombo, attrice e sceneggiatrice celebre per i suoi ritratti al femminile, ad effettuare un reading teatrale tratto dal testo di Erri de Luca “In nome della madre”. Scritto dieci anni orsono dal giornalista e scrittore napoletano, di cui è nota la forza polemica e l’impegno nel sociale e per i diritti umani, “In nome della madre” è il racconto della nascita di Gesù visto attraverso gli occhi della giovanissima Myriam/Maria. Collaudato in varie occasioni fuori Varese, il reading che ne propone la Colombo non era mai stato rappresentato in precedenza nella nostra città. L’attrice darà un’anima insolita al racconto della Natività più volte proposto in modo tradizionale da altre iniziative di carattere sacro a Santa…
“Quando dipingo non sopporto altro tetto all’infuori del cielo”! Così raccontava il pittore Gigi Comolli, illustrando la sua vocazione al lavoro en plein air. L’artista nacque a Milano il 19 Giugno 1893, in via Lupetta, a due passi dal Duomo, da una famiglia borghese. Il padre Ernesto era commerciante di spezie coloniali. La madre, Giuseppina Perelli Paradisi, proprietaria di una drogheria in via Torino. Uno zio, pittore, lo indirizzò all’arte. L’altro zio, il senatore e medico Luigi Mangiagalli, fondatore dell’omonima “fabbrica dei bambini” di Milano, lo invitò spesso nella villa di Premeno. Con lui iI giovane Comolli visitò Parigi dove osservò i quadri degli impressionisti. Fin dall’infanzia aveva sopreso la famiglia per la sua attitudine al disegno. Fu per merito di Vittore Grubicy de Dragon, cui il padre mostrò i primi schizzi, che il giovane Comolli su mise sulla strada della pittura. Dall’Accademia di Brera fuggì dopo due anni. Non gli…
Torna per la trentaquattresima edizione il tradizionale Ballo Viennese organizzato dall’Austria Italia Club di Milano: l’attesissimo appuntamento che accompagna giovani ragazze e ragazzi al loro debutto in società a giro di valzer nella splendida atmosfera delle sale della prestigiosa sede della Società del Giardino. Il ballo, da sempre occasione di incontro tra la città di Milano e la cultura austriaca, quest’anno è dedicato all’imperatrice Maria Teresa di cui nel 2017 si celebra il trecentesimo anniversario della nascita. Un abbraccio culturale che celebra, nella grande tradizione dei balli viennesi, una figura fondamentale per la storia della città. Organizzato dall’Austria Italia Club, l’Associazione degli Austriaci residenti a Milano, sotto l’alto patronato del Ministero Federale per l’Europa, l’Integrazione e gli Affari Esteri della Repubblica d'Austria, della Città di Vienna, dell'Ambasciata d'Austria in Italia e del Consolato Generale d’Austria a Milano, il Ballo Viennese di Milano si è ormai imposto come uno degli appuntamenti…
Una delle tradizioni più sentite a Milano e in Lombardia é quella dei Re Magi, come narra questa poesia di Pietro da Bascapé, considerato il primo poeta volgare milanese: Al signo de una stella respendente tri magi venen da oriente, zevan quirando ( andavano cercando ) lo filiol de Deo lo qual è nado rex de li çudei. ................... Li nomi di li magi l' un è Guaspar, l' altro Marchion, l' altro Baldeçar. Zascun se 'n va in soa region, sì como per l' angelo a lor ven in vision. Forse non tutti sanno che a Induno Olona, Erba e Crescenzago, nel cuore dell’Insubria, tre piccole chiese locali celano il culto dedicato ai Re Magi, nate quando nel Medioevo le loro reliquie, partite da Milano in viaggio verso Colonia, in Germania, passarono proprio in questa zona, dove storia e leggenda si tengono per mano ancora oggi. A Induno Olona,…
Quasi 1500 opere giunte dal 2008 e con l'ultima edizione ancora in corso per l'invio degli scritti, 20 le regioni d'Italia rappresentate, 9 gli stati esteri da cui sono pervenuti gli scritti, 20 fra istituzioni pubbliche e partners privati che hanno dato un loro contributo per lo sviluppo della manifestazione, l'inaugurazione della “Passeggiata dell'amore-Mario Berrino” nel settembre 2014 e la posa della piastrella con lo stemma del Comune di Ispra sul Muretto di Alassio nell'ottobre 2014 e il lancio di “Scrivi l'amore Channel” lo scorso dicembre: questi alcuni fra i numeri e gli atti maggiormente significativi della rassegna letteraria “Scrivi l'amore-Premio Mario Berrino che, quest'anno, compie dieci anni. “La finale di domenica 12 febbraio 2017 sarà l'occasione per celebrare un traguardo da numero 10 per la rassegna letteraria - sottolineano Gianpietro Roncari, Presidente dell'Associazione culturale “Amici di Mario Berrino” e Davide Pagani, patron del concorso letterario - ci sarà modo…
Nel periodo dell’Epifania, e soltanto per pochissimi giorni, i pasticceri di Varese e dintorni impazziscono per dare vita a una tradizione di cui non si conoscono bene le origini ma che continua a essere mantenuta viva e vegeta: quella dei cammelli di pasta sfoglia. Creare dei dolci, talvolta di dimensioni anche piuttosto ridotte, a forma di cammello non deve essere particolarmente facile ma, nonostante tutto, a nessuno è mai passato per la testa di interrompere la curiosa tradizione… Ma come sono arrivati i cammelli fino a Varese? E soprattutto: perché da Varese non si sono mossi di un centimetro (se non per sconfinare nei comuni limitrofi)? Risposte precise a queste domande non ce ne sono, ma soltanto supposizioni. Probabilmente il dolce ha preso la forma di cammello in onore del mezzo di locomozione dei Re Magi, che il 6 gennaio portano i loro omaggi al neonato Bambin Gesù seguendo la…
Tra pochi mesi, a maggio, cade il trecentesimo della nascita di Maria Teresa d’Austria. Un nome e un periodo storico che non lasciano di sicuro indifferenti i milanesi e i lombardi. Un lungo regno il suo, dal 1740 al 1780, quattro decenni che per Milano hanno significato molto in termini positivi e che hanno lasciato nella popolazione un ottimo ricordo nonostante la successiva austrofobia del risorgimento e la omologazione politica, sociale e culturale dell’Italia unita. Maria Teresa non lasciò tracce personali, non venne mai a Milano, i ricordi sono legati al suo buongoverno, alla stabilità, all’ordine. In quei decenni furono poste le basi per la Milano moderna. Il seicento, con la fallimentare dominazione spagnola e le pestilenze, aveva fiaccato la città, la popolazione risultava addirittura dimezzata rispetto al passato oltre che impoverita. L’ennesima dominazione straniera, questa volta austriaca, avrebbe invece innescato di lì a poco un volano virtuoso, una specie…
Una gara internazionale e un contratto “misto” che assegni l’appalto per disegnare il masterplan del post Expo e allo stesso tempo individui un concessionario che per 50 anni avrà un diritto di superficie su parte dell’area. Il bando è stato pubblicato ieri mattina da Arexpo, verrà presentato il 10 gennaio a Milano e il giorno dopo a Londra. Per la prima volta, si quantifica anche il valore dell’operazione di destinazione dell’intera area: due miliardi di euro, esclusi i maxi-progetti di Human Technopole e del campus universitario della Statale. Andiamo con ordine. La società Arexpo, proprietaria del milione di metri quadrati di terreni su cui si è svolta l’esposizione, deve individuare il soggetto che svilupperà il masterplan del Parco della Scienza, del sapere e dell’Innovazione. Chi, insomma, dovrà prevedere come cambierà quella parte di città, quali servizi saranno ospitati, dove sarà il verde, cosa e come sarà collocato oltre a Human…
Inverno, tempo di migrare. Ma per quegli uccelli che scelgono di restare e trascorrere l’inverno qui, nelle aree verdi in periferia o in città, ognuno di noi può fare qualcosa. Si possono allestire mangiatoie e abbeveratoi su davanzali, balconi e terrazzi, magari facendosi aiutare dai bambini, come suggerisce Enpa Milano, “che oltre a divertirsi potranno iniziare ad avvicinarsi agli animali e imparare a rispettarli”. Come attrezzare questi “punti di ristoro” per i piccoli uccelli? Le mangiatoie possono essere acquistate facilmente nei negozi di animali o on line, ma sono anche facili da realizzarsi attraverso i tutorial presenti su internet. Per riempirle, si possono utilizzare alimenti calorici come noci, nocciole, margarina impastata con semi e un recipiente con dell’acqua, controllando di tanto in tanto che non ghiacci (un pezzo di legno all’interno del recipiente può rallentare la formazione del ghiaccio). “L’importante – spiega Fulco Pratesi, presidente onorario del Wwf Italia –…
Popolato da poco più di duemila abitanti e appartenente alla provincia del Verbano Cusio Ossola, Mergozzo si affaccia sull'omonimo lago, separato da una striscia di terra dalle acque del Maggiore. Una volta lo specchio d'acqua era unico, ma, con lo scorrere dei millenni, i detriti portati dal fiume Toce e le alluvioni, crearono la barriera che oggi li divide. La località e il lago sono circondati da un lato dal monte Montorfano, che con i suoi 800 metri di altitudine li separa dalla Valle del Toce, dall'altro dai primi rilievi della Val Grande, che raggiungono i 1500 metri d'altezza, con le creste frastagliate dei Corni di Nibbio. Mergozzo è il primo comune dell'Ossola che s’incontra provenendo da Verbania, a un tratto compare il lago, limpido, protetto dal ripido versante del monte che, secondo le stagioni e dell'ora della giornata, dona una luce diversa all'ombra e ai colori della vegetazione nell'acqua…
Il sindaco l'ha indicato come uno degli obiettivi per il 2017. E la dimostrazione di una collaborazione proficua tra maggioranza e opposizione. Parlare di riqualificazione degli scali ferroviari significa tratteggiare la più grande trasformazione urbanistica della città dal Dopoguerra a oggi. Una partita persa dalla giunta Pisapia, su cui ora Beppe Sala si gioca la faccia. Il 14 novembre - un anno dopo l'accordo di programma sottoscritto tra giunta Pisapia, Regione Lombardia e Ferrovie ma non ratificato - Palazzo Marino ha approvato le nuove linee di indirizzo per la trasformazione delle sette aree ferroviarie dismesse ovvero Porta Romana, Porta Genova, San Cristoforo, Lambrate, Rogoredo, Greco-Breda, Farini. Una superficie complessiva di un milione 300mila metri quadrati distribuiti in varie zone della città, di cui 190.000 mq da mantenere strumentali all'esercizio ferroviario. Obiettivo del documento licenziato dal parlamentino con 38 voti favorevoli, 4 astenuti e nessuno contrario creare un mega parco continuo…
E adesso non ci resta che aspettare i Re Magi. L’Insubria ha tanta parte in questa storia, che origina dall’Oriente e arriva a Milano, passando per la Brianza. Solo il Vangelo di Matteo, racconta di questi saggi, astronomi, o comunque esperti di stelle, che si misero in viaggio da un punto non precisato dell'Oriente, portando in omaggio oro, incenso e mirra a Gesù appena nato e dei quali ogni anno il 6 gennaio, festa dell’Epifania, si rievoca la visita a Betlemme. In realtà, dei Re Magi non sappiamo molto altro. Matteo non conferma neppure che fossero tre, numero scelto in seguito dalla tradizione cristiana in omaggio ai tre doni, e persino che si chiamassero Melchiorre, Baldassarre e Gaspare, si sa solo che provenivano dall’Oriente per adorare Gesù, guidati da una stella cometa, dopodiché ripresero il viaggio di ritorno, sparirono dal Vangelo e non se ne seppe più nulla. Di loro restano le reliquie, giunte dall’Oriente in Europa. Il primo a parlare delle tombe dei…
Sono numeri da capogiro quelli de I Legnanesi, una realtà storica del panorama teatrale lombardo e italiano, che nella stagione 2015/2016 hanno toccato 31 teatri, con più di 100 repliche e oltre 105.000 spettatori; di questi, 50.000 solo a Milano, dove a grande richiesta torneranno in scena al Teatro Nazionale con il nuovo spettacolo "I Colombo... Viaggiatori!". I Colombo, nella stagione 2016/2017, diventano infatti "viaggiatori" e attraverseranno l'oceano su una nave da crociera. Cosa li spingerà ad andare dall'altra parte del mondo? Nonostante le difficoltà economiche e i problemi quotidiani che li attanagliano, infatti, la famiglia Colombo con grande generosità ha adottato a distanza un bambino brasiliano. Negli anni, il ragazzo - grazie alle donazioni di Teresa, Mabilia e Giovanni - è cresciuto con una buona educazione ed istruzione e la curiosità di conoscere i genitori e "sorellina" adottivi è tale da portare Paolo Roberto Josè Amarildo Santos Do Nascimiento…
La pubblicazione del nuovo modello di «accesso alla procedura di collaborazione volontaria» - da ieri pomeriggio sul sito delle Entrate - lancia di fatto la seconda campagna di rientro/emersione dei capitali dopo quella del 2015 - andata in archivio con 60 miliardi di emersione e 4 di incassi fiscali. Tuttavia questa prima tappa della Vd 2.0 è da considerare una sorta di rodaggio, sia per problemi tecnici (il nuovo modello non può ancora essere inviato, manca il canale dedicato) sia perchè le poche ma sostanziali novità della nuova versione della Vd stanno ancora cercando un assetto “tranquillizzante” per i candidati contribuenti e per chi li assiste. La vera differenza rispetto alla vecchia versione è nella possibilità di autoliquidare le imposte dovute, cioè di calcolare direttamente da sè il dovuto all’erario, sanzioni e maggiori imposte (eventualmente) comprese. Tuttavia il passaggio è delicato, perchè anche il massimo della buona volontà non mette…
Commercianti ticinesi delusi per l’andamento sottotono delle vendite natalizie, che hanno chiuso un’annata negativa per gli esercenti d’oltreconfine. E all’orizzonte si profilano, minacciosi, tagli di personale che potrebbero avere ricadute pesanti per i frontalieri. A lanciare il grido d’allarme è il “Corriere del Ticino” che ha raccontato il «momento difficile che il settore del commercio sta attraversando in Ticino». Nel vicino cantone il giro d’affari sia dei negozi sia della grande distribuzione è in flessione da tempo. In particolare da quando la Banca Nazionale Svizzera (Bns) ha deciso di colpo – era il gennaio del 2015 – di non tenere più sotto controllo il tasso di cambio euro-franco, lasciando che la divisa elvetica arrivasse alla parità con quella europea. Il superfranco ha reso più conveniente per i consumatori svizzeri gli acquisti in Italia, a danno degli esercenti ticinesi. E proprio «il turismo degli acquisti» è una della cause della crisi…

Claudio for Expo

ICH Sicav

 

 

 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Scrivi alla Redazione

Puoi scriverci al seguente indirizzo:

bollentini@labissa.com

 

 

 

Seguici anche su:

Realizzato da: Cmc Informatica e Comunicandoti