Claudio for Expo

ICH Sicav

 

Agricoltura

Agricoltura (112)

Lombardia, Emilia Romagna, Piemonte, Veneto e l’Autorita’ di bacino del fiume Po hanno costituito una Consulta per la gestione della pesca e la tutela del patrimonio ittico nel Po. “La sottoscrizione del Protocollo d’intesa per l’istituzione di una consulta interregionale per la gestione sostenibile e unitaria della pesca e la tutela del patrimonio ittico – ha spiegato l’assessore lombardo all’Agricoltura Gianni Fava – rappresenta il primo tentativo di superare una gestione divisa e non coordinata tra 13 province con 13 regolamenti autonomi e indipendenti della pesca”. Ora la Consulta dovra’, con le quattro regioni che hanno riassunto completamente la titolarita’ della pesca, determinare un regolamento unico per la pesca, mettere insieme le forze di polizia per contrastare il bracconaggio, e decidere insieme tutte le politiche di miglioramento delle specie ittiche, innanzitutto attraverso monitoraggi con standard unici; dovra’ garantire il controllo e il contenimento delle specie alloctone invasive, la tutela dell’ittiofauna…
Amo le terre di confine. Le terre di mezzo. Luoghi dove usi e consuetudini si mescolano a parlate bastarde e secoli di contrapposizioni sociali e culturali. Luoghi profondi dove ad omologati e globalizzati avventori casuali tutto può sembrare fuori dalle regole. Può capitare infatti che (difficilmente in modo del tutto casuale, di li non si passa per caso) un turista norvegese o un antropologo cileno passino dal Brallo di Pregola e possano restare meno affascinati di quanto non sia capitato a me. Brallo di Pregola è un incredibile comune di 600 abitanti (Eta’ media dei residenti 76 anni) in provincia di Pavia. A due passi dalla Liguria e con un pezzo di Emilia al proprio interno. Si trova nel punto più meridionale della Lombardia in Oltrepo Pavese con la cima più alta,del territorio il monte Lesima a oltre 1700 metri d’altezza.  Nel tratto iniziale della Valle Staffora. In questo luogo…
Specchi d’acqua che si distendono a perdita d’occhio, tra il ronzio delle zanzare e il gracidio delle rane. Le campagne della Lomellina, in provincia di Pavia, sono la culla del riso in Lombardia; prima area risicola d’Europa con 84.243 ettari di risaie. A Suardi, uno dei comuni della zona, vive l’ultima mondina. Piera Bonomelli è una donna che ha conosciuto la fatica da vicino. Il 3 agosto festeggerà il suo 92esimo compleanno ed è stata la mondariso «corteggiata» da tutti i coltivatori della zona. I suoi racconti sono nitidi e carichi di ricordi. Un film fatto di canti malinconici e balli festosi; di ragazze a piedi nudi e schiene piegate. Le sue mani per quasi settant’anni hanno pulito meticolosamente ogni chicco. «Scendevo dalla Valcamonica con altre 300 ragazze — racconta Piera —. Ho iniziato nel dopoguerra, a 18 anni. Sveglia all’alba, alle 7 eravamo già con i piedi a bagno,…
Prima la matematica, poi la scoperta della campagna dove produce formaggi pregiatissimi e corteggiati dagli esperti di food. Chiara Onida è la signora delle capre. Nella la sua azienda agricola, è la tuttofare instancabile. Dopo svariati tornanti sulla strada del vino dell’Oltrepo Pavese, si arriva al Boscasso, il regno di Chiara. Tra la mungitura, la cagliata, e un ordine da Londra, questa donna minuta e dal piglio deciso, racconta la sua vita. Nata a Milano, cresce nel quartiere Isola. Studia, pratica atletica a livello agonistico, fa arrampicate in Valle D’Aosta con il padre. La sua prof dello scientifico le fa amare la matematica, indirizzandola nella scelta degli studi universitari. Rendimento incredibile, ritmi sostenuti e macrosistemi economici conosciuti a menadito, la portano dritta alla laurea da 110 e lode con una tesi di ricerca sulla teoria dei modelli. Anni di insegnamento, il matrimonio e Milano che inizia a stare stretta, le…
“Civiltà del vino sul lago di Como. Origini, esperienze e prospettive” (Cinquesensi, 2017) di Leo Miglio è la prima opera che racconta le alterne fortune della viticoltura di uno fra i laghi più belli del mondo e che si propone come nuovo punto di avvio per credere nei valori dei vitigni di un territorio che dovrà essere rilanciato verso una nuova attenzione e credibilità. Le bacche autoctone del lago di Como sono oggi oggetto di una nuova attenzione da parte di alcuni produttori coraggiosi e tecnicamente preparatissimi determinati nel far salire i valori di conoscenza e stima di questi vini. Fra questi lo stesso autore, Leo Miglio, personalità della fisica internazionale che, a latere della sua esistenza scientifica, ha da sempre coltivato la passione della terra e del vino. L’opera dunque ha in se più anime: una storica, una tecnica e l’ultima narrativo-biografica. Il libro sarà presentato venerdì 19 maggio…
L’agroalimentare “made in Italy” nel mondo vale 38 miliardi di euro all’anno e cresce del 3,5%, secondo i dati della Camera di commercio di Milano. Ma per sapere dove va e da dove parte l’export, quali sono i maggiori mercati di sbocco e i prodotti più apprezzati arriva la mappa: “L’agroalimentare italiano nel mondo”, realizzata dalla Camera di commercio di Milano e Coldiretti, con Promos, azienda speciale della Camera di commercio per le Attività Internazionali. Una mappa che arriva nei giorni di “Milano Food City”, la settimana dedicata al cibo e alla cultura della sana alimentazione, dal 4 all’11 maggio, con oltre 320 eventi. Tutte le principali destinazioni sono in crescita, in particolare Stati Uniti (+5,7%), Francia e Germania (+3%). In ascesa anche la Spagna 6° (+7,2%) e i Paesi Bassi 7° (+6,2%). Ma i prodotti “made in Italy” raggiungono anche Giappone (al 10° posto), Canada (11°), Australia (16°) e…
"Bisogna coniugare la sostenibilita' all'organizzazione, in modo da agganciare a un sistema di produzione attento all'ambiente e all'occupazione anche la giusta attenzione all'economia. Se vogliamo creare sviluppo dobbiamo distribuire in modo equo il valore all'interno della filiera. In quest'ottica Regione Lombardia ha messo a disposizione del sistema zootecnico 400 milioni di euro nell'ultimo Psr, consapevoli del fatto che l'allevamento rappresenta i due terzi della produzione lorda vendibile delle nostre province agricole". Lo ha detto l'assessore all'Agricoltura della Lombardia, Gianni Fava, intervenendo, ieri mattina, al convegno di 'Clal.it' e 'Teseo' sul tema 'Sostenibilita': la cooperazione deve prevalere sulla competizione'. "Quando parliamo di sostenibilita' - ha puntualizzato Fava - l'elemento da tenere presente e' l'economicita'; inoltre, bisogna valutare se il mondo dei consumi sia cosi' maturo da fare una scelta di acquisto verso prodotti piu' costosi, con la consapevolezza di fare del bene all'ambiente: non ne sono cosi' convinto, almeno in questa fase".…
Con l’etichettatura di origine obbligatoria per il latte a lunga conservazione e dei suoi derivati si realizza un altro passo importante nella direzione della trasparenza dell’informazione ai consumatori in una situazione in cui pero’ 1/3 della spesa degli italiani resta anonima. E’ quanto afferma il presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo in occasione dell’entrata in vigore dell’obbligo di indicare obbligatoriamente in etichetta l’origine del latte e dei prodotti lattiero-caseari prevista dal decreto “Indicazione dell’origine in etichetta della materia prima per il latte e i prodotti lattieri caseari, in attuazione del regolamento (UE) n. 1169/2011 firmato dai ministri delle Politiche Agricole Maurizio Martina e dello Sviluppo Economico Carlo Calenda, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.15 del 19 gennaio 2017. L’entrata in vigore dell’obbligo di indicare l’origine del latte in etichetta – ricorda la Coldiretti – conclude dopo quasi un anno un percorso iniziato il 31 maggio 2016 a Milano quando nell’ambito della giornata…
Crescono i vini di alta qualità in Lombardia. Negli ultimi cinque anni – spiega un’analisi della Coldiretti regionale in occasione del Vinitaly 2017 – il Franciacorta ha registrato un +27% delle produzioni, l’Oltrepò Pavese Metodo Classico un +21% e il Valtellina superiore un +41%. Il totale dei vini a Denominazione di origine controllata e garantita (DOCG) è passata dai 160mila ettolitri del 2012 agli oltre 170mila del 2016 con un progresso di quasi il 27%. Sul fronte della produzione totale di vino – spiega la Coldiretti regionale – la Lombardia è ormai in grado di schierare una “potenza di fuoco” di quasi 183 milioni bottiglie potenziali contro i 163 milioni del 2012, con un incremento di 20 milioni di bottiglie, il 12% in più in cinque anni. “I nostri viticoltori – spiega Ettore Prandini, Presidente di Coldiretti Lombardia – puntano sempre di più a produzioni di qualità per andare incontro…
Pagina 1 di 7

Claudio for Expo

ICH Sicav

 

 

 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Scrivi alla Redazione

Puoi scriverci al seguente indirizzo:

bollentini@labissa.com

 

 

 

Seguici anche su:

Realizzato da: Cmc Informatica e Comunicandoti