Claudio for Expo

ICH Sicav

 

Villa Ci a Milano: un piccolo giardino e anatre da tutto il mondo

Scritto da Paola D'Amico

Le ultime arrivate tra gli abitanti di «Villa Ci» sono due esemplari di Corritrice Indiana. Da tempo il cortile del bel palazzo — disegnato nel 1939 da due archistar, Gio Ponti e Vico Magistretti, ed edificato in via De Marchi, a due passi dalla questura —, è interamente destinato alle anatre domestiche e arricchito da banani, una collezione di agrumi, dal pompelmo ai cedri, e piante rare.

Le Corritrici, ribattezzate Hillary e Donald, con le quali le anatre di Villa Ci sono arrivate a quota nove, sono in cova. Marissa, custode del palazzo e dei selvatici, è in fibrillazione. La Corritrice Indiana è una delle più antiche anatre domestiche al mondo: le prime testimonianze risalgono a più di mille anni fa e si trovano in alcune sculture nella pietra di un antichissimo tempio a Giava in Indonesia. Charles Darwin, ne «La variazione degli animali e delle piante allo stato domestico», la definisce come l’esempio più interessante tra le anatre domestiche e la descrive così: «Essa cammina con il suo corpo estremamente eretto e con il suo collo sottile teso verso l’alto». E il termine «Corritrice» deriva da un’usanza ancora praticata dagli allevatori indonesiani che a fine estate portano i loro branchi di Corritrice Indiana (composti anche da mille esemplari) dai villaggi fino al mercato. La distanza è coperta a piedi e l’allevatore fa camminare le anatre tutto il giorno.

Il giardino delle anatre è finito anche in molte guide turistiche e non è insolito incontrare turisti davanti al cancello affascinati dallo spettacolo naturale. Storica presenza del gruppo sono le Caroline, specie originaria del Nordamerica e conosciuta anche come «anatra Sposa». Il maschio presenta un piumaggio variopinto e i caratteristici occhi rossi. La femmina ha il mantello omogeneo bruno scuro, più chiaro nella parte inferiore del corpo, cerchiatura degli occhi e sottogola bianchi. Condividono i laghetti artificiali una coppia di Alzavola brasiliana, una piccola anatra diffusa nelle foreste del Sudamerica, che gareggia con la Carolina quanto a colorazione vivace. Infine, ecco i Codoni delle bahamas (Anas bahamensis): originari delle isole dell’arcipelago delle Grandi e Piccole Antille. Solo l’Anatra Mandarina è ancora single. Il suo habitat naturale consiste in paludi, corsi e specchi d’acqua in aree boschive. Ma l’habitat in via De Marchi non sembra dispiacerle. Il pasto è sempre assicurato: oltre al mangime, frutta, erba cipollina, angurie e meloni a volontà.

Fonte: Il Corriere della Sera, www.corriere.it

Letto 695 volte

Claudio for Expo

ICH Sicav

 

 

 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Scrivi alla Redazione

Puoi scriverci al seguente indirizzo:

bollentini@labissa.com

 

 

 

Seguici anche su:

Realizzato da: Cmc Informatica e Comunicandoti