Claudio for Expo

ICH Sicav

 

Economia e Industria

Economia e Industria (787)

Al via il riassetto di Esselunga, il collosso della grande distribuzione controllato dagli eredi dello scomparso Bernardo Caprotti. E, all’orizzonte, nel piano c’è la quotazione a Piazza Affari nel medio termine. Il riassetto azionario di Esselunga ruota attorno alla società immobiliare del gruppo, cioè Villata Partecipazioni, che entro un paio di settimane verrà fusa in Esselunga. L’accordo raggiunto tra i legali nella notte tra martedì e mercoledì si basa su un’operazione complessa e in più stadi. Esselunga rileverà infatti il 67,5% di Villata: nel dettaglio verrà acquistato il 45% dei fratelli nati dal primo matrimonio di Bernardo Caprotti, cioè Giuseppe e Violetta, e il 22,5% della stessa Villata che fa capo alla vedova Giuliana Albera e alla figlia Marina, a propria volta azionisti di controllo di Esselunga con il 70%. Per acquistare le quote di Villata saranno necessari tra 1,3 miliardi e 1,5 di euro, che saranno forniti con un…
«Vede? Già adesso io sono in grado di programmare, ma tra poco potremo avere un controllo totale». Fabio Leonardi appoggia la mano sullo schermo touch, che si anima mostrando tutte le fasi del processo produttivo. Il controllo qui in effetti è necessario, per gestire milioni di forme di prodotto realizzato a ciclo continuo, 24 ore al giorno, sette giorni su sette. Trasformando il latte in gorgonzola. La capacità produttiva attuale ormai non basta più, perché la crescita di Igor, primo produttore nazionale (e quindi mondiale) di questa Dop, nel corso degli anni è stata continua, spingendo la famiglia imprenditoriale ad ampliare più volte il proprio sito, alle porte di Novara, triplicando in pochi anni la superficie fino ad arrivare a 50mila metri quadri. L’ultimo round non è però solo una crescita volumetrica ma rappresenta piuttosto un salto di qualità tecnologico. Oltre 20 milioni di investimento per realizzare nuove linee produttive, di…
L’assemblea di Federchimica ha eletto ieri l’imprenditore varesino Paolo Lamberti nuovo presidente della federazione. Lamberti, 65 anni, presidente e ad della Lamberti, azienda leader nella chimica delle specialità, succede a Carlo Puccioni, che ha guidato la federazione per sei anni, non più rieleggibile. Un mandato, ha spiegato il neo presidente, che nasce “nel segno della continuità come valore e del cambiamento come condizione necessaria per contribuire, come settore industriale, alla vera ripresa del sistema paese: la chimica ha le caratteristiche per svolgere questo ruolo”. Immediata la dichiarazione del presidente di Univa Riccardo Comerio: “È un premio all’esperienza associativa di lungo corso la scelta di Federchimica di affidare per i prossimi anni la Presidenza al varesino Paolo Lamberti. Ancora una volta l’industria del nostro territorio dimostra, con un proprio rappresentante di spicco, di sapere esprimere una classe dirigente all’altezza di sfide importanti”. Ricordiamo che Paolo Lamberti è Past President dell’Unione degli Industriali…
Il riassetto azionario di Esselunga torna di attualità. Tante ipotesi e potenziali compratori, ma il piano che circola in ambienti finanziari, il più credibile, è quello di un acquisto delle quote azionarie in mano agli azionisti di minoranza del gruppo, operazione finanziata da un fondo di private equity a leva. Sarebbe questa l’opzione attualmente in esame. Concretamente Marina Caprotti, che controlla, insieme alla madre Giuliana Albera il 70% del capitale, andrebbe a ricomprare le azioni dei fratelli, figli del primo matrimonio di Bernardo Caprotti, Giuseppe e Violetta (complessivamente il 30% suddiviso tra i due). Come? Appunto grazie al sostegno finanziario di un private equity, che metterebbe quindi fine alla contesa ancora in corso tra i due nuclei familiari. E alcune banche d’affari starebbero lavorando proprio su questa ipotesi. Del resto, alle giuste condizioni, ci sarebbe la fila di private equity, anche se alla fine il problema potrebbe essere la governance…
Il Consiglio di Presidenza di Confindustria Lombardia ha annunciato ieri la creazione del Digital Innovation Hub regionale. Il DIH, in linea con le linee guida di Confindustria e con quanto previsto dal Piano nazionale Industria 4.0 del governo, sarà a trazione regionale e avrà delle antenne territoriali. Giocherà quindi un ruolo fondamentale l’attività di trait d’union che sarà svolta dalle Associazioni territoriali, soci fondatori del DIH, con le imprese associate. Compito del Digital Innovation Hub lombardo – creato sul modello europeo come ‘one stop shop’ – sarà quindi quello di fare da regia, essere elemento catalizzatore, dare visione strategica, oltre a coordinare e valorizzare le specificità locali evitando così duplicazioni e sovrapposizioni a livello regionale. Come dichiara il presidente di Confindustria Lombardia Alberto Ribolla (nella foto) “la nascita del Digital Innovation Hub Lombardia sul modello europeo è l’ennesimo passo in avanti per la competitività del nostro settore manifatturiero e per l’intero…
“In Italia, Milano e la Lombardia sono tornati a trainare l’economia. Un risultato frutto di diversi fattori: dal polo tecnologico-scientifico post EXPO al 76,3% delle imprese del nostro territorio che esporta (il 56,1% lo fa verso i Paesi extra Ue). Qui a Milano e in Lombardia vive la fiducia per un ritorno a tassi di crescita intorno al 2% annuo nazionale. Ma molto resta da fare”. È quanto ha dichiarato Carlo Bonomi, Presidente di Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza, nella sua relazione all’Assemblea Generale tenutasi oggi al Teatro alla Scala. “Molte novità internazionali influenzano pesantemente l’andamento europeo e italiano. Trump punta sul commercio a grandi accordi bilaterali, ed è un rischio se l’Europa resta a guardare. Ma per l’Italia gli accordi di Cop21 in materia ambientale restano: il recesso degli Usa non può ostacolare gli impegni italiani ed europei, e quelli di Cina e India. Per quanto riguarda la…
Rinnovato il consiglio d’amministrazione di Esselunga, dopo la scomparsa del fondatore Bernardo Caprotti. Il nuovo assetto di Esselunga – azienda con 23mila dipendenti – prevede Marina Sylvia Caprotti, 39 anni, la figlia più giovane dell’imprenditore dei supermercati, come vice presidente, la madre, Giuliana Albera, diventa presidente onorario. Nel Cda è entrato anche Francesco Moncada di Paternò, marito di Marina Sylvia. Presidente confermato l’avvocato Vincenzo Mariconda, professionista stimato e da sempre vicino alla famiglia Caprotti. Esselunga rilancia con un occhio al Sud del Paese. Il gruppo pensa alla costituzione di alcune nuove piattaforme che faranno da base logistica per i 153 magazzini della catena Esselunga. La quarta piattaforma logistica sorgerà sul sito dell’ex acciaieria di Ospitaletto, in provincia di Brescia, che servirà tutto il Nord Est. Esselunga si è già impegnato ad assumere circa 190 operai dell’ex società siderurgica. Poi ci sono i nuovi punti vendita dopo l’apertura a Roma. Si…
Cosa sta succedendo nel Golfo? Quanto pesa il Qatar nelle principali dinamiche finanziarie mondiali? E gli intrecci politico-militari e di potere in generale quali sono esattamente? E che tipo di alleanze muovono? Tra le risposte più interessanti troviamo quella di Carlo Festa pubblicata nel suo blog su Il Sole 24 Ore. In sintesi: “Ci sono dei numeri che meglio di ogni altra lettura, politica-militare o amplificata da riferimenti socio-sportivi fantasiosi relativi all’organizzazione dei prossimi mondiali di calcio, spiegano il vero motivo per il quale alcuni Paesi arabi (Arabia Saudita, Bahrein, Emirati ed Egitto) hanno chiuso la frontiera con il Qatar. Bastano due numeri per capire. Gli investimenti esteri del Qatar, che ha una potenza finanziaria da centinaia di miliardi di dollari, sono infatti principalmente puntati sulla Cina (con il 30% addirittura degli investimenti) e la Germania (con il 21%). Sorpresa: tra gli investimenti esteri del Qatar sono presenti in bassa…
L’appuntamento è ormai alle porte ed è di quelli su cui si concentrano importanti aspettative. Un grande evento. In tutto e per tutto, letteralmente. Confindustria Lombardia organizza nelle giornate di mercoledì 7 e giovedì 8 giugno, a Cernobbio (Villa Erba), il Manufacturing Summit 2017. Si tratta di un evento di caratura internazionale realizzato in collaborazione con il Politecnico di Milano e Regione Lombardia, che riunirà esperti internazionali del settore manifatturiero di grandi, medie e piccole imprese ed esponenti del mondo accademico. L’obiettivo è di discutere delle sfide economiche, sociali e tecnologiche legate alla quarta rivoluzione industriale. Si tratta di una sorta di G7 dell’industria 4.0, un vertice che contribuirà alla definizione del Glocal Manufacturing Report. In pratica lo scopo della due giorni è quello di arrivare a redigere un documento in grado di affrontare i principali temi della produzione manifatturiera e di delineare i futuri trend mondiali, oltre ad individuare i…
Pagina 1 di 47

Claudio for Expo

ICH Sicav

 

 

 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Scrivi alla Redazione

Puoi scriverci al seguente indirizzo:

bollentini@labissa.com

 

 

 

Seguici anche su:

Realizzato da: Cmc Informatica e Comunicandoti