Claudio for Expo

ICH Sicav

 

Due notizie di segno opposto sulla Pasqua a Milano

Scritto da

Stacchi tre giorni a Pasqua e poi ti ritrovi immerso in un bailamme di mail e messaggi. Tra i tanti, scelgo una notizia positiva ed una negativa. Per il primo caso, ricevo tanti scritti da amici che commentano l’imminente “Tempo di Libri”, il Salone milanese del Libro in programma alla Fiera e che appunto comincerà domani. La curiosità e le aspettative non mancano. Non tanto per la manifestazione in sé, già nota nei dettagli, ma per l’impatto che avrà in città, l’affluenza, gli eventi. Milano vive di Saloni e Fuorisaloni e l’ultimo arrivato non poteva che destare una particolare attenzione. Ma i più attenti mi segnalano una chicca, ovvero “Porta un libro, prendi un libro”, progetto di Book-Crossing avviato pochi giorni fa negli aeroporti di Linate e Malpensa da SEA in collaborazione con il Comune di Milano e AIE l’Associazione Italiana degli Editori. Il progetto consiste nella “liberazione dei libri” per consentire ad altre persone di trovarli, leggerli e continuare così il “viaggio”: la filosofia è quella di condividere gratuitamente la conoscenza. "Se ami i tuoi libri, lasciali andare" è un po’ la mission di questa iniziativa pregevole. Ogni appassionato che vorrà partecipare può “liberare”, regalandolo, un proprio libro e prenderne uno a scelta fra quelli lasciati dagli altri partecipanti. Il book-crossing, ossia lo “scambio libri”, ha luogo nell’area arrivi e partenze dei terminal di Milano Linate e Milano Malpensa (terminal 1 e terminal 2), dove sono state installate 9 librerie, disegnate da Giorgio Caporaso, della Ecodesign Collection del brand italiano Lessmore i cui arredi sono espressione di una vera e propria filosofia “green”, rispettosa dell’ambiente che si basa sui principi della componibilità, personalizzazione e riciclabilità. Ogni modulo “More Light” (45x45 cm) è, infatti, realizzato in cartone 100% riciclabile. A.I.E. ha fornito 6.000 libri del progetto #ioleggoperché che, insieme a quelli donati dall’Associazione NoiSEA, rappresentano la dotazione iniziale.

Sul fronte invece delle questioni meno edificanti, piovono proteste sulla condizione dei parchi milanesi a Pasqua e Lunedi dell’Angelo, ridotti a ricettacolo disordinato di pratiche di ordinario degrado che poco hanno a che vedere con il rispetto dell’ambiente e dell’altrui tranquillità. Una storia vecchia si dirà, ma la sensazione è che di anno in anno si peggiori. Prati e aiuole invase e prese d’assalto da gruppi, quasi tutti stranieri, dediti a grigliate con contorno di schiamazzi, musica ad alto volume, odori indescrivibili. Per non parlare degli immancabili mercatini abusivi con paccottiglia di ogni genere in bella mostra. Al parco Lambro addirittura è andato in scena lo spettacolo di una coppia che faceva sesso in pubblico senza remore. Non mi dilungo su questioni note a tutti, come pure la mancanza totale di vigilanza stigmatizzata da molti. Visto che si chiede da una parte, e giustamente, rispetto e tolleranza per i nuovi arrivati alle prese con l'integrazione non sempre facile, dall’altra bisognerebbe ricordare a questa gente le basilari regole della convivenza civile e della buona educazione nonché del rispetto dell’ambiente che va lasciato in condizioni migliori di quando lo si trova. Ma, visto il solito disinteresse, credo che si tratti di parole inutili.

 

Letto 988 volte

Claudio for Expo

ICH Sicav

 

 

 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Scrivi alla Redazione

Puoi scriverci al seguente indirizzo:

bollentini@labissa.com

 

 

 

Seguici anche su:

Realizzato da: Cmc Informatica e Comunicandoti