Claudio for Expo

ICH Sicav

 

Editoriale

Editoriale (731)

Tra una riunione ad Arcore e l’altra si tirano le somme e si interpretano gli auspici per quanto riguarda il futuro di Forza Italia e di conseguenza del centrodestra intero. Dopo l’incontro di venerdi scorso, è in agenda ora una seconda puntata che andrà in scena venerdi di questa settimana. Sempre con la partecipazione delle stesse persone chiave di Forza Italia e sempre senza la presenza di Stefano Parisi. Silvio Berlusconi sta ritrovando la forma fisica e quindi la voglia di tornare in qualche modo al centro dell’attenzione anche grazie alle buone notizie che arrivano dall’esame del suo ricorso presso la Corte europea dei diritti umani contro la decadenza del mandato al Senato, tornerà con ogni probabilità eleggibile alle prossime politiche. Berlusconi è consapevole che qualsiasi ripresa del centrodestra debba passare prima e senza ombra di dubbio da una ricostruzione, ristrutturazione, rilancio di Forza Italia, ma questa volta l’operazione deve…
Ad Arcore ieri sono volati gli stracci. Alla fine però è uscito, come d’abitudine in queste circostanze, un comunicato di stampo democristiano in cui un po’ tutti si allineano intorno alla linea del capo che vuole rinnovare e rilanciare Forza Italia senza se e senza ma. Molto probabilmente un compito che sarà affidato in gran parte a Stefano Parisi. La notizia tra le notizie è che l’imprenditore manager, che ha portato il centrodestra ad un soffio dalla vittoria a Milano, piace molto in casa Berlusconi, soprattutto a Marina che dietro le quinte sta cominciando a tessere la sua trama di erede designata. Il partito Mediaset resiste eccome, anzi è più forte di prima dopo la cacciata del cerchio magico, quel curioso gineceo che aveva piantato le tende in pianta stabile a Villa San Martino e che metteva l’ultima parola su tutto nell’insofferenza generale. E non può essere altrimenti in una…
L’uscita di Stefano Parisi ha avuto l’effetto di un vero e proprio sasso lanciato in piccionaia. E oggi tutti da Silvio a discutere il da farsi. Sarà anche in convalescenza, ma il dinosauro di Arcore è proprio sul pezzo, come si suol dire. E non è detto che alla fine, sulla manovra di Parisi ci sia anche il suo zampino. Si mormorava fino a ieri sera che Mister Chili avesse fatto tutto da solo, ma poi fonti attendibili raccontano di qualcosa di più di un semplice scambio di vedute tra i due nelle settimane passate. Ed ora il generale si gode lo spettacolo dei suoi colonelli che litigano sul futuro di Forza Italia mentre lui rafforza peso e ruolo di Deus ex machina, altro che padre nobile o altro passatempo o sinecura come qualcuno frettolosamente gli voleva attribuire. A Villa San Martino ci saranno tutti venerdi a pranzo: i capigruppo…
In vista delle prossime elezioni politiche, la Lombardia dimostra di essere ancora una volta l’ombelico del centrodestra. Non può essere altrimenti. Dal modello Lombardia al modello Milano o Parisi, per non parlare di tutte le soluzioni ponte che stanno proliferando qua e là, della Lega che in questa regione ha il suo baricentro e la sede nazionale, di Berlusconi che a Milano e da Milano ha sempre preso le mosse per qualsiasi iniziativa politica, i passaggi più importanti della coalizione moderata sono sempre passati e passeranno ancora una volta dai gangli del potere della principale regione italiana. Stavolta a scendere in campo perentoriamente è Stefano Parisi e lo fa con una intervista a La Stampa in cui preannuncia anche una convention di presentazione della sua proposta politica a settembre. In questi casi, come si suol dire, il tempo stringe e gioca contro. La sindrome dell’oblio, di finire nel dimenticatoio e…
Arrivando stamattina all'assemblea di Cairo Communication convocata per varare l'aumento di capitale da 70 milioni funzionale all'acquisizione di Rcs, un raggiante Urbano Cairo ha affermato: "ora ciò che voglio fare (in Rcs, n.d.r.) è avere tutte le deleghe e capire quando esce un euro perché esce e come". Una dichiarazione flash che inquadra perfettamente lo spirito e gli obiettivi dell’operazione in corso, la partita per il controllo di Rcs ha motivazioni assolutamente industriali e non sarà indolore visti i pregressi. La prima rivoluzione che si può facilmente prevedere è quella che riguarda i vertici. Cairo ha già detto di voler cambiare il cda, lasciando intendere però di poter assumere il ruolo di ad: "Opererò in prima linea". Poi ci sarà la ricerca della massima collaborazione fra gli apparati della Rizzoli e di Cairo Communication, con interscambi fra carta, digitale e tv. Prevista anche una spinta al web, grazie ai marchi…
Siamo Italiani come Wikipedia, azzarda Lara Comi. L’enciclopedia sul web convoca il suo meeting nel minuscolo borgo di Esino Lario nel lecchese, il neomovimento moderato sceglie Pozzilli, piccolo comune in provincia di Isernia, per presentarsi ufficialmente. Niente alberghi o teatri a Milano o a Roma per la prima, ma invece un esordio in provincia per rimarcare l’attenzione ai territori e da lì partire. Le similitudini tra i due minuscoli comuni però finiscono qui, Pozzilli è infatti non solo un piccolo paese come Esino Lario, ma è soprattutto l’epicentro del feudo politico di Aldo Patriciello, imprenditore in vari settori, uomo forte del Molise e che insieme appunto a Lara Comi e Salvatore Cicu ha dato vita a Siamo Italiani. Minimo comune denominatore politico tra i tre è l’appartenenza a Forza Italia e l’essere parlamentari europei. Eletti nelle circoscrizioni del Nord Ovest, del Sud e delle Isole. Con moltissime preferenze, tra l’altro,…
Ormai è sicuro, è quasi una notizia, Forza Italia è destinata a concludere la sua esistenza e anche velocemente, entro l’autunno. Il tempo stringe, le elezioni politiche e regionali (in Lombardia) incombono, l’area moderata del centrodestra è in alto mare sia sulla questione leadership della coalizione sia, soprattutto, sulla costruzione del contenitore migliore per tenere insieme tutte le anime di quel segmento politico tradizionalmente molto frastagliato. Intorno alla convalescenza di Silvio Berlusconi si favoleggia di tutto, tra (poche) certezze e (tante) interpretazioni. Ascoltando i rumors che giungono dall’entourage più affidabile, nessuno nasconde il fatto che l’anziano leader abbia già archiviato Forza Italia e stia pensando in queste settimane a qualcosa di più leggero ed agile. Conoscendo le letture preferite del signore di Arcore, niente partiti piovra, ma partiti farfalla, per parafrasare il titolo di un vecchio libro di Diego Masi, uno che di comunicazione politica se ne intende e che…
Il girone dantesco del fenomeno immigrazione a Milano ruota intorno alla stazione Centrale. Punto di partenza obbligato per scendere in questo mondo surreale è la Mela di Michelangelo Pistoletto posizionata da pochi mesi nel mezzo della piazza antistante la stazione. Da simbolo della sfolgorante Milano dell’Expo ad icona suo malgrado dell’afflusso disordinato e senza fine di stranieri che si riversano nella metropoli lombarda. Arrivo in stazione nel tardo pomeriggio di una calda giornata di luglio, vengo prelevato da una sorta di guida, un blogger che scrive di questioni umanitarie e che vive tra Europa ed Africa. Usciamo e ci imbattiamo immediatamente in una folla di stranieri che bivaccano alla meno peggio nella piazza soprattutto intorno alla suddetta ormai famosa mela. Nonostante l’afa e il clima torrido, noto un gran da fare, gente che va e che viene, alcuni addirittura pregano da musulmani e deduco da ciò che la maggioranza di queste…
Partiamo dai numeri, quelli dei sondaggi. Continua a perdere terreno il Partito Democratico, sceso - secondo l'ultima rilevazione Swg - dal 30,7% del 30 giugno al 30,5% del 7 luglio. Ma non va meglio all'M5S che scende al 29,5% dal precedente 30,4%. Riprende quota la Lega che sale dal 12,5% al 13,2. Forza Italia ancora in ripresa dal 12,1% al 13,1. Mano a mano che passano le settimane è sempre più chiara la considerazione più volte espressa in occasione delle tornate elettorali che si sono susseguite dal 2013 in poi. Il centrodestra c’è, eccome, da un po’ di tempo è pure in ascesa, manca semmai la proposta politica e la leadership. In assenza di questi due fondamentali fattori, la coalizione vola con il piombo nelle ali e di conseguenza la concorrenza fa sentire facilmente la sua voce e il suo peso nel terreno più congeniale al centrodestra, l’area moderata. Della…
Pagina 10 di 43

Claudio for Expo

ICH Sicav

 

 

 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Scrivi alla Redazione

Puoi scriverci al seguente indirizzo:

bollentini@labissa.com

 

 

 

Seguici anche su:

Realizzato da: Cmc Informatica e Comunicandoti