Claudio for Expo

ICH Sicav

 

Enti Locali

Enti Locali (131)

In occasione delle prossime elezioni amministrative, che interesseranno 84 Comuni del Varesotto, l'UPEL - Unione Provinciale Enti Locali - ha organizzato un corso di formazione di quattro giornate diretto agli Amministratori già in carica, che vogliono migliorare le proprie competenze pratiche e per coloro, invece, che, se eletti, dovranno affrontare e rispondere ai cittadini. Il corso, iniziato il 5 marzo, a cui hanno aderito oltre 65 persone, tra Sindaci, Assessori, Consiglieri ed aspiranti candidati, si concluderà mercoledì 26 marzo con una “Tavola Rotonda”, alla quale sono stati invitati ed interverranno sindaci, amministratori di realtà piccole e grandi. 
di Valeria Arini* Quali saranno i confini della Città Metropolitana di Milano? Il disegno di legge sul riordino delle Città metropolitane e delle Province, approvato di recente dalla Camera, prevede tempi lunghi e regole poco definite per l'inclusione dei Comuni confinanti con le province nel nuovo ente. Così, mercoledì 22 gennaio i sindaci dell'Alto Milanese si incontreranno a Legnano, nella sede della Provincia di via dei Mille, per approvare e firmare un appello al Parlamento e chiedere una “corsia preferenziale” per i comuni, contigui alla Provincia di Milano, che volessero da subito aderire alla Città, e di rendere obbligatoria l’elezione diretta del Sindaco Metropolitano. 
«Il pronunciamento odierno del Consiglio regionale ha tenuto pienamente conto della volontà delle singole comunità territoriali e dell’esito del voto referendario dello scorso primo dicembre – sottolinea il consigliere regionale Luca Marsico - un voto coerente e in linea con la volontà dei cittadini interessati dei comuni della Provincia di Varese. Il Consiglio regionale ha votato con coerenza rispetto al voto manifestato dai cittadini nelle urne ponendosi, perciò, in stretta connessione rispetto alle intenzioni delle popolazioni locali giustamente interpellate sulla questione.
  La Giunta milanese ha approvato il progetto definivo riguardante gli interventi di messa in sicurezza ed il recupero dello spazio urbano multifunzionale del padiglione ex convitto del Parco Trotter. Si tratta di un'opera inserita nel Piano Triennale delle Opere Pubbliche 2013 per un importo superiore agli 11 milioni di euro, di cui 8 finanziati dalla Fondazione Cariplo. Per l'Expo 2015 sarà, quindi, eseguita la riqualificazione dell'ex convitto e dell'ex Centrale termica. “Con la riqualificazione del Parco Trotter, restituiremo a Milano ed a tutta la Lombardia un vero e proprio gioiello. Un segnale di apertura alla città, senza più distinzioni tra centro e periferia - ha spiegato il Sindaco, Giuliano Pisapia, durante la presentazione del progetto -.
di Andrea Giuricin* L'abolizione delle Province può comportare importanti riduzioni dei costi amministrativi oggi legati a tali enti, grazie al trasferimento delle loro funzioni ad altri livelli di governo e alle possibili economie di scala Con l'abolizione delle Province è possibile ridurre la spesa pubblica, a regime, di 1,3-1,9 miliardi di euro l'anno. Lo sostiene Andrea Giuricin, fellow dell'Istituto Bruno Leoni, nel Briefing Paper “Eliminare le Province. Alcuni consigli per procedere spediti” (PDF).
Un'unica via d’acqua dal lago Maggiore all’Adriatico e, poi, dal lago di Como all’Adriatico, con la riscoperta della darsena come porto di Milano. Un’unica pista ciclabile dall’Adda al Ticino al Po che attraversa il cuore della città. La realizzazione di un anello centrale per il teleriscaldamento e il riordino degli altri sottoservizi. La riduzione del traffico veicolare nel centro storico e la creazione di nuove zone a traffico limitato con il conseguente miglioramento delle condizioni dell’inquinamento dell’aria. Queste sono le principali opportunità che emergono dal progetto di fattibilità per la riapertura dei Navigli, realizzato dal Politecnico di Milano, sotto il coordinamento del professore Antonello Boatti, presentato alla città ad un incontro pubblico presso l'Umanitaria.
Si è svolto nella mattinata di lunedì 25 novembre l'incontro dei Sindaci del Varesotto sulla gravissima situazione finanziaria dei Comuni, convocato dal sindaco del capoluogo prealpino e presidente di Anci Lombardia, Attilio Fontana. Con lui, al tavolo dei relatori, il sindaco di Gorla Minore, Giuseppe Migliarino. Presenti 40 sindaci o assessori; comunque molti altri, che non hanno potuto partecipare, hanno risposto di appoggiare le iniziative che si vorranno intraprendere. Hanno partecipato anche i parlamentari dei vari schieramenti politici: Stefano Candiani, Maria Chiara Gadda, Giancarlo Giorgetti, Daniele Marantelli, Angelo Senaldi e la consigliera regionale lombarda, Francesca Brianza. È stato predisposto un documento finale che sarà trasmesso al Governo tramite il Prefetto. 
Approvata dal Consiglio regionale la risoluzione sulle tematiche europee contenente gli indirizzi e le priorità d'azione di Regione Lombardia nella fase di partecipazione al processo normativo degli atti dell'Unione Europea. In concreto, tutti i punti contenuti nella risoluzione saranno proposti alla Ue così come prevede la Settimana Europea che va dal 4 all'8 Novembre, con l'obiettivo che vengano adottati almeno in alcune delle parti più importanti. Nel complesso si tratta di un documento che pone attenzione particolare a temi come il Patto di stabilità, l'emergenza immigrazione per la quale servono norme più stringenti, l'opportunità di Expo 2015, l'agricoltura, la valorizzazione dei Quattro Motori per l'Europa (Lombardia, Catalunya, Baden Wuerttemberg e Rhone Alpes) e la realizzazione di nuove infrastrutture.
L'amministrazione fissa i paletti per la riqualificazione dei sette scali ferroviari dismessi in citta': chiusura definitiva dell'accordo di programma con le Ferrovie dello Stato entro la fine dell'anno, via libera del consiglio comunale entro la fine del 2014 a quello che si profila come la piu' grande operazione urbanistica ancora possibile sul territorio non edificato di Milano: oltre un milione di metri quadri da sottrarre all'abbandono, con oltre 600mila metri quadri di superficie lorda edificabile e piu' di 500mila metri destinati a verde. Nato con accordi con le Fs nel 2005 sotto il secondo mandato Albertini e promosso con la Regione nel 2007 sotto l'amministrazione Moratti, l'accordo di programma fra Comune, Regione e Fs ha ripreso il suo corso dopo lo stop fra l'adozione del Pgt Masseroli e il nuovo Piano di governo del territorio approvato con l'attuale amministrazione.

Claudio for Expo

ICH Sicav

 

 

 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Scrivi alla Redazione

Puoi scriverci al seguente indirizzo:

bollentini@labissa.com

 

 

 

Seguici anche su:

Realizzato da: Cmc Informatica e Comunicandoti