Claudio for Expo

ICH Sicav

 

Enti Locali

Enti Locali (142)

di Andrea Senesi* «Chi era contrario alla M4 non ha per nulla preso in considerazione che in caso di recesso per decisione del Comune ci sarebbe stato un contenzioso con richieste di penali e risarcitorie che avrebbero inciso pesantemente proprio sui bilanci della città, con conseguenze facilmente intuibili». Giuliano Pisapia difende la (sofferta) scelta della giunta, quel via libera alla quarta linea del metrò che un bel po’ di malumori ha sollevato tra i suoi assessori e nella sua maggioranza. La difesa ruota intorno proprio all’elemento centrale di ogni critica, di ogni dubbio, di ogni perplessità: i soldi. «L’eventuale retromarcia — assicura il sindaco — con le penali e i ricorsi avrebbe comunque inguaiato i bilanci e le casse di Palazzo Marino».
L'1 e il 2 Dicembre un evento con 7 ministri degli esteri e 48 presidenti delle Regioni europee. I cittadini potranno partecipare su temi di economia, collegamenti, ambiente e cultura  Nelle intenzioni vuole essere una “forma” di condivisione di obiettivi e di coordinamento di fondi tra Regioni confinanti, con la finalità di proporre e condividere progetti ed azioni comuni da mettere in campo nei prossimi anni negli ambiti di economia, collegamenti, ambiente e cultura. La Regione Alpina (Eusalp) viaggia spedita in vista dell'approvazione finale da parte della Commissione e poi del Consiglio Europeo nel 2015 e nei prossimi giorni, l'1 e il 2 Dicembre, vivrà una tappa fondamentale a Milano, proprio a Palazzo Lombardia, dove il governatore Roberto Maroni parteciperà ai lavori di un percorso che aveva annunciato di volere fortemente fin dalla sua campagna elettorale. 
E’ stato lanciato ufficialmente nel giorno della seduta tematica dedicata ad Expo2015 in Consiglio regionale, da parte di Luca Marsico e di Fabio Paticella, l’account Twitter #promuoVA (https://twitter.com/promuoVA) che mira a far conoscere le bellezze artistiche e la realtà della provincia di Varese nel mondo anche attraverso l’uso dei social network. «La comunicazione attraverso i social network è oggi un mezzo molto efficace per far conoscere maggiormente la nostra provincia sia a livello regionale che nel mondo.
Un aiuto concreto da Regione Lombardia ai coniugi separati e divorziati: 400 euro al mese. La consigliera Brianza:"In Provincia di Varese il bando chiude il 1 dicembre" Un aiuto concreto ai coniugi separati e divorziati in condizione di disagio, con figli minori o con figli maggiorenni portatori di disabilità grave: per loro Regione Lombardia ha stanziato 2 milioni di euro.  Il provvedimento è stato approvato in Giunta, su proposta dell'assessore alla Famiglia, Solidarietà sociale e Volontariato Maria Cristina Cantù, lo scorso 18 ottobre, e dà concreto compimento alla Legge regionale 18 del 24 giugno 'Norme a tutela dei genitori separati o divorziati, in condizione di disagio, in particolare con figli minori'.
“Una sfida difficile ma entusiasmante. Oggi abbiamo dimostrato che Anci Lombardia è forte e coesa. E poi fiducia ed ottimismo sono due ingredienti che nella vita dei sindaci non possono mai mancare! Grazie a tutti per la fiducia ed il sostegno”. Con queste parole, Roberto Scanagatti (nella foto) - sindaco di Monza - riassume la sua emozione e gratitudine per la neo-elezione, all'unanimità, a presidente di Anci Lombardia, nel corso della Assemblea Congressuale che si è tenuta nella mattinata di sabato 13 settembre presso l’Auditorium Giorgio Gaber di Palazzo Pirelli, a Milano. “I Comuni non sono mostri che si nutrono di tasse, sono gli enti più vicini ai cittadini ai quali ogni giorno garantiscono servizi indispensabili, nonostante la drastica riduzione dei trasferimenti - ha detto il sessantenne neoeletto presidente -. I dati dimostrano che i Comuni sono più bravi di altri a fare la spending review e a ridurre la spesa corrente,…
Il Consiglio regionale lombardo ha approvato (contrario il M5S) l'estensione dello sconto carburante per gli autoveicoli a gasolio, il quale sarà soggetto a un risparmio di 8 centesimi al litro per 49 Comuni di Varese, Como e Sondrio della cosiddetta “Fascia A”, ovvero, quelli fino a dieci chilometri dal confine con la Svizzera. "L'approvazione di questo Ordine del Giorno era uno degli impegni presi della Lega Nord in campagna elettorale e quindi ci rende particolarmente soddisfatti - commenta la consigliera regionale varesina Francesca Brianza -. Si tratta di un provvedimento che contiamo di applicare nel medio periodo e che costituisce un vantaggio notevole per gli automobilisti e i benzinai delle zone di confine.
Regione Lombardia, Fondazione Cariplo, ALER Milano, CDP Investimenti Sgr, Polaris Real Estate Sgr e Fondazione Housing Sociale hanno siglato un accordo per dare impulso allo sviluppo di nuove e importanti iniziative di housing sociale sul territorio regionale. Una delle principali novità è la disponibilità di CDPI Sgr a valutare un ulteriore incremento della propria partecipazione nel Fondo Immobiliare di Lombardia (FIL), per sostenerne un ampliamento, in linea con le importanti prospettive di intervento che sono emerse. Con questo rinnovato slancio, il Fondo si può candidare, con modalità e procedure diverse per ciascun progetto, a realizzare complessivamente oltre 4.500 alloggi e circa 1.000 posti letto in residenze universitarie in tutta la regione entro il 2018.
Il 15 aprile 2015, in base al bando di gara del Comune di Milano, il restauro di 15 monumenti sarà concluso. “Rispetteremo quel termine”, dice Giovanni Mongini - direttore generale di TMC pubblicità, la società che si è aggiudicata il bando nel febbraio del 2013, e questo a dispetto del fatto che gli altri concorrenti abbiano presentato, all'indomani dell’aggiudicazione, ricorsi al Tar che hanno ritardato la firma del contratto, avvenuta solo nel dicembre 2013, e di conseguenza l'inizio dei lavori. Non tragga in inganno il nome della società. La pubblicità c'entra, è vero, ma la mission aziendale della società milanese è il restauro di monumenti e palazzi - pubblici e privati - grazie alla collaborazione con una equipe di esperti del Politecnico di Milano. “Restauro che al Comune meneghino non costa un euro - precisa il direttore Mongini -.
Vigevano ancora in provincia di Pavia o nell'imminente Milano Città Metropolitana? Il Consiglio Comunale di quella che a tutt'oggi è la seconda città più importante della provincia pavese ha le idee chiare: si è espresso all'unanimità per annettersi all'area metropolitana meneghina, impegnando la Giunta ad avviare la procedura di adesione al nuovo grande ente. In base al decreto Delrio sulla riforma delle province, saranno nella Città Metropolitana tutti i Comuni facenti parte della Provincia, più quelli confinanti che chiedono di potervi “entrare”. Un sondaggio on line su Facebook di questi mesi ha già manifestato come un'altissima percentuale di vigevanesi preferisca “staccarsi da una Pavia che non ci ha mai dato nulla”.
Pagina 6 di 9

Claudio for Expo

ICH Sicav

 

 

 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Scrivi alla Redazione

Puoi scriverci al seguente indirizzo:

bollentini@labissa.com

 

 

 

Seguici anche su:

Realizzato da: Cmc Informatica e Comunicandoti