Claudio for Expo

ICH Sicav

 

Infrastrutture

Infrastrutture (166)

di Maurizio Lupi* Oggi (il 17 gennaio 2013, n.d.r.) ho presentato in Consiglio dei Ministri un’informativa sul piano nazionale degli aeroporti. Ecco una sintesi di questo lavoro del Ministero Infrastrutture e Trasporti che serve a razionalizzare il sistema italiano degli aeroporti in un’ottica strategica. L’Italia non sarà più i Paese dei cento aeroporti dove scali a pochi chilometri di distanza si fanno concorrenza l’uno con l’altro. Si inizia a ragionare in termini di sistema. Il “Piano Nazionale degli Aeroporti” che prevede 11 aeroporti strategici e 26 aeroporti di interesse nazionale.
da Il Giornale* Mancano solo gli ultimi 800 metri di asfalto, poi il tratto da Brescia a Milano sarà pronto e realizzerà l'impensabile: zero euro dallo Stato e apertura puntuale nel giugno di quest'anno. Non sembra neppure d'essere in Italia, tanto l'avvenimento appare prodigioso: ancora ottocento metri di asfalto, nella zona di Caravaggio, e poi l'autostrada Bre-Be-Mi sarà ultimata. In sè sembrerebbe una notizia da Onda Verde, o giù di lì, in realtà va rimarcata a caratteri giganteschi perchè una volta tanto il nostro Paese, in particolare la Lombardia, può legittimamente andare orgoglioso di un'infrastruttura strategica.
da Il Vimercate.org* Vimercate. L'attesa è davvero finita? A consultare il sito internet ufficiale di Metropolitana Milanese spa sembrerebbe di sì: il progetto di prolungamento della linea verde da Cologno Nord a Vimercate viene classificato nel timing con "avvio lavori 2015", con la precisazione "progetto definitivo in completamento, fondi da reperire" (http://goo.gl/vRo9QQ). Il portale ufficiale di Regione Lombardia, però, presenta una nota più fredda: "Il progetto - si legge nell'area dedicata alle infrastrutture - prevede il prolungamento della linea M2 da Cologno Nord a Vimercate.
da Free Novara* Al via i lavori per la costruzione della conca di Varallo Pombia, diga di Porto della Torre, sull’idrovia Locarno-Milano. La Regione Piemonte ha approvato con Delibera di Giunta, del 18 dicembre, lo schema di accordo di programma tra la Regione Piemonte e l'Ente di Gestione delle Aree Protette del Ticino e del Lago Maggiore per la realizzazione della nuova conca di navigazione presso la centrale idroelettrica in località ''Porto della Torre'', definendo le risorse economiche da impegnare complessivamente, che sono circa 13,5 milioni di euro, comprensivi delle opere di miglioramento ambientale. L'opera sarà di proprietà della Regione Piemonte, è già cantierabile ma soprattutto si tratta di una infrastruttura indispensabile al recupero della via d’acqua Locarno-Milano in quanto la centrale costituisce una barriera fisica nel tratto del fiume Ticino che costeggia il territorio di Varallo Pombia.
E' stato firmato oggi, presso Palazzo Lombardia a Milano, il closing finanziario di Teem. Si tratta di un'opera da 32 chilometri di autostrada, 38 chilometri di strade connesse, 10 chilometri di strade da riqualificare, 21 chilometri di piste ciclabili come compensazione territoriale per un totale di 9 milioni di ore all'anno di viaggio risparmiate. L'infrastruttura riguarda 3 Province e 34 comuni interessati dalla tangenziale, oltre 3 enti parco attraversati.
"Milano è presente oggi a questo importante 'taglio del nastro' che non solo Milano, ma il Paese intero sta aspettando. Ed è un momento di festa per tutta la città, perché racconta di come le istituzioni stanno dimostrando con i fatti quanto è importante valorizzare e promuovere il  nostro straordinario patrimonio artistico. Oggetto di studio e ammirazione da parte degli appassionati e studiosi d'arte di tutto il mondo, fondamenta della storia delle arti e meta imprescindibile del turismo culturale internazionale, in crescita nella nostra città negli ultimi anni, la collezione della Pinacoteca di Brera sta finalmente per avere una collocazione degna del suo valore e del suo prestigio, nel contesto di un progetto complessivo che valorizzerà anche altri edifici storici: oltre al centralissimo Palazzo Citterio, anche la caserma 'Magenta' di via Mascheroni".
I due terminal passeggeri dell'aeroporto di Malpensa (T1 e T2) entro la fine del 2015 saranno collegati da una ferrovia. Come tutti sanno, il treno attualmente raggiunge solo il Terminal 1; in programma anche la prosecuzione dei binari fino ad agganciare la rete nazionale anche a Gallarate. I tempi del progetto, approvato un anno fa, sono stati annunciati, nel corso di una recente visita a Malpensa, dal presidente della Lombardia Roberto Maroni, accompagnato nell’occasione dal presidente della Sea, Pietro Modiano.
Dopo due giornate intense e ricche di analisi, approfondimenti e discussioni - grazie ai convegni promossi sia a Varese che in riva al lago Maggiore dalla Camera di Commercio insieme alla Camera di Commercio Svizzera in Italia e al Comune di Luino - le prospettive collegate all'adeguamento della ferrovia Bellinzona-Luino-Gallarate-Malpensa - quale integrazione a Sud dell'Alptransit svizzera - cominciano ad emergere con maggior chiarezza. L'aspetto più evidente è che, con il “corridoio 4 metri” così come delineato da una ricerca degli studiosi dell'Università Bocconi, Luino torna al centro del traffico ferroviario, strumento fondamentale per lo sviluppo economico e turistico dell'Alto Verbano. 
Il completamento del corridoio multimodale Italia-Svizzera con le opere necessarie a dare piena operatività al tunnel di base del Gottardo, la cui apertura è prevista nel 2016, può diventare un volàno di sviluppo economico, ma anche di salvaguardia ambientale, per tutta l'area trasfrontaliera insubrica. E di tutte le infrastrutture previste, l'adeguamento alle nuove necessità della linea Bellinzona-Luino-Gallarate è la chiave di volta. Sono dati significativi quelli emersi durante il convegno del 28 novembre “La risposta lombarda ad Alptransit”, promosso dalla Camera di Commercio di Varese e dalla Camera di Commercio Svizzera per l'Italia. Esso ha visto l'illustrazione di uno studio condotto dalla Università Bocconi sul possibile impatto per l'intero Nord Italia di quello che è il principale asse di collegamento tra l'area lombarda ed i mercati dell'Europa settentrionale.
Pagina 8 di 10

Claudio for Expo

ICH Sicav

 

 

 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Scrivi alla Redazione

Puoi scriverci al seguente indirizzo:

bollentini@labissa.com

 

 

 

Seguici anche su:

Realizzato da: Cmc Informatica e Comunicandoti