Claudio for Expo

ICH Sicav

 

Infrastrutture

Infrastrutture (164)

Buone notizie dal fronte ferroviario transfrontaliero. E’ stato aggiudicato ieri da Rete Ferroviaria Italiana il nuovo appalto per completare i lavori di raddoppio della linea Arcisate (Varese) - Stabio (Svizzera). L'appalto è stato affidato all'impresa SALCEF di Roma al termine della nuova gara indetta da RFI a procedura negoziata, come previsto dall'attuale Codice degli Appalti, a seguito di precedente gara deserta. Proseguono le attività di Rete Ferroviaria Italiana per riaprire a luglio i cantieri, a conclusione delle verifiche di legge previste per l'assegnazione definitiva dei lavori. Confermato così il cronoprogramma consegnato a fine 2014 a Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Regione Lombardia e Comuni. L'attivazione commerciale della nuova linea è prevista per dicembre 2017. Per la nuova gara RFI, quale committente operante in settore speciale, si è avvalsa del proprio Sistema di qualificazione riservato alle imprese per l'esecuzione di Opere civili. L'importo posto a base di gara, aggiudicata comunque…
L'aeroporto di Bergamo-Orio al Serio, che contende a Milano Linate la terza posizione tra gli scali italiani per traffico passeggeri dopo Roma Fiumicino e Milano Malpensa, apre al pubblico la nuova area passeggeri e punta a superare nel 2015 il tetto dei 10 milioni di viaggiatori/anno (sono stati 9,3 milioni nel 2014). Ieri è stata una giornata a suo modo storica per l'aeroporto di Bergamo. L'inaugurazione del nuovo terminal passeggeri, una struttura modernissima che raddoppia l'area arrivi e partenze dello scalo orobico e ha richiesto un investimento di 23 milioni di euro, è il punto di approdo di un più vasto programma di ampliamento e ammodernamento dell'aerostazione lanciato nel 2006. Il piano di potenziamento di Orio è scattato con la costruzione della nuova torre di controllo, proseguito negli anni con il rinnovo della zona ceck-in e dell'area partenze, con la realizzazione del maxi-parcheggio e il completo rifacimento della pista, per…
E finalmente arriva la TEEM. Sabato prossimo alle ore 11 presso il casello di Vizzolo Predabissi sarà inaugurata la Tangenziale Est Esterna di Milano (TEEM). La grande opera infrastrutturale che mette in collegamento A1-Brebemi-A4 sarà inaugurata dal presidente di Tangenziale Esterna Spa Paolo Morerio, dall’ad Claudio Vezzosi, dall’ad di Cal Spa Paolo Besozzi, dal presidente del consiglio di Gestione di Intesa San Paolo Gian Maria Gros-Pietro, dall’ad di Sias Paolo Perantoni, dal presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni e dal ministro delle Infrastrutture e Trasporti Graziano Delrio. Dopo i discorsi, alle 12, ci sarà la benedizione dell’opera. Alle 12.15 il taglio del nastro e alle 12.30 l’entrata in esercizio della nuova tratta TEEM-A58. L’apertura di questa nuova arteria, fondamentale per la scorrevolezza del traffico nell’area est di Milano, basti pensare alla oggi intasatissima vecchia tangenziale est della metropoli, sarà utile per rendere meglio accessibile Brebemi, oggi sottoutilizzzata. Ricordiamo in una…
Manteniamo viva l’attenzione sulla questione della discarica di Stabio e sui provvedimenti in campo circa l’accordo inerti sottoscritto tra Canton Ticino e Regione Lombardia. Queste le parole del consigliere regionale varesino Luca Marsico, che è anche Presidente della Commissione Ambiente e Protezione Civile, in merito all’attività svolta dal Consiglio regionale sulla suddetta delicata ed importante questione. «Sia la Commissione Ambiente e Protezione civile che presiedo che il Consiglio regionale hanno dedicato, fin dal mese di dicembre 2013, ampia attenzione attraverso audizioni e sedute di Commissione congiunte con la Commissione Rapporti tra Lombardia, Confederazione elvetica e Province autonome, per esaminare le criticità ambientali connesse alla realizzazione sia della “terza fase” della discarica già esistente sia di un impianto per il trattamento di materiali inerti nel Comune di Stabio (Canton Ticino) a ridosso del Confine di stato e, a poca distanza dagli insediamenti abitativi di Gaggiolo, frazione di Cantello. Un lavoro di…
Nuovo capitolo nella poco edificante vicenda della ferrovia Arcisate Stabio. Stiamo ovviamente parlando del tratto italiano ancora da completare. Gli svizzeri hanno già terminato i lavori nei tempi prefissati e da mesi una linea S da Como arriva fino al capolinea provvisorio di Stabio. Il Gruppo Claudio Salini, preso atto degli esiti della gara indetta da RFI, si è dichiarato disponibile a riprendere, sin dal mese di giugno, i lavori del tratto italiano Arcisate – Stabio per completare l’appalto e porre fine ai disagi che sono costretti a vivere ormai da anni gli abitanti di questa zona. Risale allo scorso 8 gennaio la risoluzione consensuale del contratto, un atto quasi obbligato da parte del Gruppo RFI alla ICS spa, per il mancato accordo sugli extra oneri derivati dal prolungamento del cantiere e dallo stravolgimento dei lavori originariamente appaltati a seguito del ritrovamento dell’arsenico nelle terre di scavo. A marzo, Rfi…
Un atto importante e atteso da tempo, che consentirà non solo di potenziare il trasporto delle merci su ferro a tutto vantaggio dell'ambiente, ma anche di incrementare l'occupazione presso l'impianto e l'indotto. Questo in sintesi il ragionamento dell'assessore lombardo alle Infrastrutture Alessandro Sorte, a margine dell'inaugurazione (avvenuta ieri pomeriggio) del raddoppio del Terminal intermodale di Melzo-Vignate (Milano). L'accordo di programma - L'ampliamento è stato reso possibile dall'accordo di programma sottoscritto nel dicembre del 2013 da Regione Lombardia, Provincia di Milano, Comuni di Vignate, Melzo e Liscate, Parco Agricolo Sud Milano, Sogemar, Gestioni Gudo, che prevedeva anche la riqualificazione ambientale di aree comprese nel Parco Agricolo Sud Milano. Snodo cruciale - Il terminal intermodale consente già attualmente di ricevere/inviare via ferrovia merci lungo le relazioni di traffico con Benelux e Germania e in Italia verso i porti liguri e il centro-sud. Dopo l'impianto Hupac di Busto/Gallarate (Varese), quello di Melzo/Vignate, alle…
Un taglio del nastro “simbolico” quello dello scalo intercontinentale gestito da Sea, che si lega a quello dell’Esposizione Universale perché è quello della nuova Malpensa che si trasforma e diventa un aeroporto più modermo, funzionale e bello proprio perché è la grande porta d’ingresso dal mondo per l’Expo. L'aerostazione è stata infatti oggetto di un importante intervento di restyling che ne ha rivoluzionato aspetto e la funzionalità con lavori che sono iniziati nel novembre del 2013 e hanno interessato un’area di 18mila metri quadrati del Terminal 1: dal salone degli arrivi al piano dei check-in, fino all’atrio di accesso all’aeroporto dalla stazione ferroviaria. Lavori che hanno comportato un investimento di 30 milioni di euro. La nuova Milano Malpensa realizzata su progetto architettonico di Gregorio Caccia Dominioni, si presenta come una struttura all’avanguardia, elegante, realizzata in acciaio e vetro al posto delle pareti in pietra color sabbia, pavimenti in marmo di…
Sì alla creazione di un tavolo tecnico-politico per monitorare, sollecitare e verificare l’andamento dei lavori delle opere di mitigazione e compensazione ambientale per le tangenziali di Varese e Como e dell'Autostrada Pedemontana. Questa la finalità della mozione approvata martedi all'unanimità in Consiglio Regionale.  La Lega ha votato favorevolmente al documento presentato dal Movimento 5 Stelle, ma facendo passare un emendamento che prevede anche la partecipazione dei consiglieri regionali del territorio.  Le opere di compensazione dovranno essere ultimate, dalle piste ciclabili agli interventi sul verde, ascoltando le richieste giuste e sacrosante degli amministratori locali - commenta la consigliera regionale del Carroccio Francesca Brianza (nella foto) -. La nostra richiesta di partecipazione al tavolo di lavoro è motivata dall’intenzione di monitorare passo dopo passo lo stato di avanzamento dei lavori ed il rispetto dei parametri di tutela del territorio, sia per quanto riguarda i progetti locali gestiti direttamente da Autostrada Pedemontana Lombarda,…
L'Autostrada Pedemontana Lombarda rischia di essere un... morto che cammina. In queste settimane si susseguono le polemiche sulla lingua d'asfalto A36 che, nel progetto, dovrà unire il Basso Varesotto alla Bergamasca. Dopo la notizia di fine inverno sul rischio di uno stop ai lavori per carenza di fondi, è sopraggiunta altra benzina sul fuoco dall'Autorità nazionale anticorruzione: “Abbiamo fatto vari rilievi collegati ad una serie di irregolarità che abbiamo verificato, soprattutto questo aumento significativo dei costi, trattandosi di un contratto con un contraente generale - ha dichiarato il presidente Anac, Raffaele Cantone -. Abbiamo mandato tali rilievi alla società Pedemontana, ma come Anac non possiamo certamente bloccare i lavori, non dipende da noi”.  “Pedemontana è tenuta in vita solo da dichiarazioni politiche artificiali - afferma il consigliere regionale lombardo del Movimento 5 Stelle, Gianmarco Corbetta -. Il presidente Maroni abbia il coraggio finalmente di dire quello che tutti sanno e…

Claudio for Expo

ICH Sicav

 

 

 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Scrivi alla Redazione

Puoi scriverci al seguente indirizzo:

bollentini@labissa.com

 

 

 

Seguici anche su:

Realizzato da: Cmc Informatica e Comunicandoti