Claudio for Expo

ICH Sicav

 

Innovazione

Innovazione (244)

Bici elettriche e pattini hi-tech. E poi parcheggi “intelligenti”, gestione delle flotte aziendali in modalità sostenibili, motori a zero emissioni. Sono 16 le start-up selezionate per presentare i propri modelli di business all’interno della Mobility Conference di Milano. Il cui obiettivo è proprio quello di favorire l'incontro tra le imprese e le startup del mondo della mobilità per creare opportunità di business, conoscere nuove realtà imprenditoriali e analizzare il futuro del settore rispetto al trasporto di persone, merci e informazioni. La seconda giornata dell’evento, promosso da Assolombarda e Camera di Commercio di Milano, in collaborazione con Nuvolab venture accelerator, aperta a tutti gli attori che operano nei diversi settori della mobilità e dell'innovazione, è stata in particolare dedicata ai risultati concreti dell’innovazione . L'evento, giunto alla seconda edizione, si è aperto con un primo momento di confronto sul tema del “Ritorno al futuro la mobilità che verrà”, presso Palazzo Affari ai…
Il Comitato Human Technopole, coordinato dal professor Stefano Paleari, ha acquisito il Masterplan del centro di ricerca Human Technopole all’interno dell’area che è stata sede dell’esposizione universale Milano 2015 e che ospiterà il primo ‘Parco della Scienza, del Sapere e dell’Innovazione’ italiano. Il Masterplan è stato elaborato dalla Struttura di Progetto di HT (insediatasi lo scorso 6 febbraio) in collaborazione con Arexpo, dopo una analisi e confronto puntuale di numerose possibilità di insediamento all’interno del sito. La sede principale di HT sarà Palazzo Italia, accanto al quale saranno realizzati due nuovi edifici mentre ne saranno riconvertiti altri due per ospitare complessivamente i sette grandi laboratori del centro di ricerca oltre alle quattro ‘facilities’. Il primo insediamento di personale è previsto per il dicembre di quest’anno mentre a regime saranno 1500 le persone che lavoreranno nelle strutture dello HT. La decisione di concentrare tutto il centro attorno a Palazzo Italia, creando…
E’ nato MAAD! (Milano Animation&Audiovisual District) all’Ansaldo. L’iniziativa ha lo scopo di creare un distretto destinato a favorire e supportare lo sviluppo del settore audiovisivo e dell’animazione in Italia. Promosso da Cariplo Factory, Asseprim, Animation Italia con la partnership di Fastweb Digital Academy e IULM; il sostegno di Fondazione Cariplo e Confcommercio Lombardia; il Patrocinio di Regione Lombardia e del Comune di Milano; MAAD! è un progetto articolato e innovativo, che trova casa in Cariplo Factory dopo circa un anno di lavoro di ideazione e sviluppo. Il nucleo del nuovo Distretto – un distretto sia ideale, sia fisico – è proprio Cariplo Factory, dove la cultura delle idee e la cultura del fare si incontrano e generano nuovi significati e nuove forme. L’obiettivo di MAAD! è costruire una piattaforma – aperta e inclusiva – per la valorizzazione e il consolidamento del comparto dell’animazione e dell’audiovisivo italiano partendo da Milano e…
La rivoluzione digitale prosegue in maniera pervasiva, con un ritmo che tende ad accelerare. Le grandi imprese si stanno attrezzando mediante investimenti che spesso includono rilevanti costi di apprendimento, mentre quelle di minori dimensioni hanno la tentazione di stare alla finestra, in attesa di capire quali possano essere le applicazioni su cui scommettere. Si tratta di un atteggiamento comprensibile, in un momento in cui la competizione si manifesta anche attraverso una forte pressione sui costi, ma rischioso per il sistema economico italiano composto prevalentemente da Pmi manifatturiere. Ogni generalizzazione rischia di proporre semplificazioni eccessive perché sono numerosi i casi di applicazioni fortemente innovative sviluppate da imprese nuove o da organizzazioni in grado di di reinventare il proprio modello di business, ma il quadro di un sistema economico a due velocità è più che una sensazione. Le tecnologie abilitanti nell'ambito dell’Industry 4.0 sono ormai numerose e ampiamente disponibili: sensori, Internet of…
Microsoft ha lasciato la sua sede italiana di Segrate e ha inaugurato la sua nuova 'house' nella centrale zona di Porta Volta di Milano: occupa il primo edificio italiano progettato da Herzog & De Meuron, affiancandosi a quello della Fondazione Feltrinelli. "L'investimento è stato di 10 milioni per il 'contesto' iniziale, più altri 10 all'anno di spese e indotto", spiega Carlo Purassanta, amministratore delegato di Microsoft Italia, presentando la sede, ospitata in un palazzo nuovo e contraddistinto da vetrate molto luminose usate anche per la copertura, 'aperto' sia per la fruizione degli spazi di lavoro modulabili sia verso l'esterno. Microsoft House punta ad accogliere già quest'anno oltre 200.000 visitatori, 10.000 professionisti, 4.000 studenti e 1.000 dirigenti scolastici "con l'obiettivo di mettere a disposizione tecnologie, competenze, momenti di formazione e occasioni di confronto", spiega l'azienda. "Vogliamo aiutare l'Italia nel suo essenziale sviluppo digitale", aggiunge Purassanta. "Entrare nel cuore di Milano, in…
Partnership tra Abb e PoliHub per rilanciare l’innovazione. La multinazionale, in cerca di idee che possano potenzialmente rivoluzionare la distribuzione dell'energia, si allea con l’incubatore del Politecnico, gestito dalla Fondazione Politecnico di Milano, per selezionare i migliori progetti in una logica di “open innovation”, aprendosi alla contaminazione di soggetti esterni. L’iniziativa, “Unlock Your Ability”, (dai sfogo alle tue capacità) è rivolta sia a singoli professionisti che team che desiderano aggiudicarsi il supporto per nuovi progetti di prodotti e servizi per la gestione digitale dell'energia. “Unlock Your Ability” intende scoprire soluzioni all'avanguardia per la gestione dell'energia e delle reti, che sfruttano i dati stessi dell'energia per migliorare l'efficienza e il risparmio energetico, nonché metodi intelligenti per semplificare il monitoraggio e la gestione degli asset industriali. Una giuria selezionerà i progetti, presentati da ricercatori, ingegneri, imprenditori, professionisti e studenti: termine ultimo per la candidatura è il 30 aprile 2017. «La digitalizzazione -…
Quattro soci fondatori giovanissimi, tutti di Palermo. Una dozzina di collaboratori, molti under 25. E una decina di addetti alle consegne muniti di bicicletta. È la squadra di Pharmap, start up siciliana che ha creato la prima piattaforma italiana che permette di ricevere a domicilio i prodotti in vendita nelle farmacie. Una mission che ha fruttato a questa nuova realtà il premio di Axa Italia e Banca Mps (South for Tomorrow) rivolto agli innovatori del Sud Italia. «Nel settembre 2015 è nata 4K srls, società a cui fa capo Pharmap - racconta Giulio Lo Nardo, 25 anni, uno dei fondatori -. Dopo circa un anno, a ottobre 2016 questa realtà è approdata sul mercato milanese. Oggi 25 farmacie fanno parte del circuito, ogni giorno riceviamo una trentina di ordini. Oltre al riconoscimento di Axa e Mps, che speriamo possano integrare il nostro servizio nella loro offerta, riscuotiamo apprezzamenti da diverse…
Si parte. Con la struttura di progetto, il bando per individuare il direttore generale, i gruppi di lavoro appena definiti e le tappe per tutto il 2017. Il lavoro del comitato di scienziati ed esperti di Human Technopole diretto dal professor Stefano Paleari (nella foto, n.d.r.)  è entrato lunedì nel vivo con la prima riunione operativa. Proprio Paleari, con una articolata relazione, ha riassunto le modalità d’azione e gli obiettivi del progetto del centro delle Scienze della Vita che sorgerà sull’area di Expo e che metterà Milano al livello di analoghi centri di eccellenza in Europa e negli Stati Uniti. «Il motore dell’innovazione è l’unico acceso, soprattutto in un momento in cui quello demografico è spento», ha spiegato Paleari illustrando una cinquantina di slide e power point che contestualizzano l’operazione Ht in termini di trend, visto che si parla di Italia 2040. Il Paese punta su Human Technopole come ben…
Lx factory (www.lxfactory.com) è un grande spazio di creatività, ristorazione, lettura, scoperta, lavoro, conoscenza, tempo libero. Difficile fermarsi. Chi visita Lisbona non dovrebbe mancare di fermarsi. Chi si occupa di ristrutturazioni urbane, di recupero di spazi funzionali dismessi non può prescindere da Lx factory. Piacevole passarvi una intera giornata. Il sito si trova nell’area di Alcantara, tra il centro della capitale portoghese e Belém, sede della Torre simbolo delle conquiste portoghesi nel mondo, del monastero dos Jeronimos, e dei famosi pasteis, ovvero i pasticcini più famosi del Portogallo. Lx factory si estende su un’area di 23mila metri quadrati, occupati da insediamenti industriali oggi dismessi, sotto il Ponte della Rivoluzione dei garofani. Il nuovo corso del Portogallo vigila dall’alto sul Portogallo giovane e creativo. Lx factory come detto è un po’ di tutto. Shopping, ristorazione creativa, esperienza gourmet, lettura nella spettacolare libreria (nella foto) Ler devagar ospitata ai piedi di una…
Pagina 1 di 15

Claudio for Expo

ICH Sicav

 

 

 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Scrivi alla Redazione

Puoi scriverci al seguente indirizzo:

bollentini@labissa.com

 

 

 

Seguici anche su:

Realizzato da: Cmc Informatica e Comunicandoti