Claudio for Expo

ICH Sicav

 

Interviste/Blog

Interviste/Blog (385)

La signora A. uscì di casa quella mattina dopo qualche giorno in cui se ne era rimasta a letto malata. Come varcò il portone si sentì sulle guance un’aria nuova. Un vento tiepido del tutto diverso, una trasparenza in cui i colori della strada risaltavano netti, e quasi lavati di fresco. Un cielo profondamente blu, come non se ne vedono spesso a Milano. Rieccola, pensò la signora A., con un misto di allegria e di spavento, rieccola, è tornata. E ancora una volta all’improvviso, in un golpe: come interpretare altrimenti il giallo oro delle forsizie esplose contemporaneamente, radiose, nei viali? Un golpe: e la gente con ancora i cappotti pesanti addosso, e le sciarpe, che si guarda attorno frastornata, slaccia i bottoni delle giacche e cammina come un po’ stupefatta. L’autista dell’autobus 43 invece, notò A., era di pessimo umore. Decisamente uno di quelli che la primavera prende male. «Tutti…
Memore del successo ottenuto lo scorso anno a Gallarate sul palco del glorioso Teatro Condominio, Nino Caianiello ci riprova. Allora fu un a tu per tu con il giornalista Silvestro Pascarella che lo intervistò sui momenti salienti di una lunghissima carriera politica ancora foriera di ambizioni e obiettivi, oggi lo spettro si allarga e si parlerà d’altro ed in buona compagnia. Il prossimo 20 marzo sul palco del Teatro Condominio saliranno in due. Protagonista insieme a Caianiello sarà don Antonio Mazzi, della fondazione Exodus di Milano e noto volto mediatico. Ad intervistarli ci sarà sempre Silvestro Pascarella. La serata è promossa ed organizzata dalla Associazione Agorà, vicina a Forza Italia ed animata da tanti seguaci e amici di Caianiello. “Il diavolo e l’acquasanta” è il titolo provocatorio prescelto e che è già un programma. Sarà l’eterna diatriba alla Peppone e don Camillo o più concretamente sarà il confronto tra due inevitabili distinte visioni…
I sindaci della Lega Nord presenteranno istanza per il rimborso delle entrate erariali decurtate illegittimamente dal Governo Monti nel 2013. Più in dettaglio, “tutti i Comuni lombardi amministrati dalla Lega Nord presenteranno un'istanza al Presidente del Consiglio dei Ministri, al Ministero dell'Economia e delle Finanze ed al Ministero dell'Interno per ottenere il rimborso delle entrate erariali decurtate nel 2013 dal Governo Monti, con il Decreto Legge sulla spending Review, che ha previsto per il 2013 la riduzione del fondo sperimentale di riequilibrio del fondo perequativo e dei trasferimenti erariali ai Comuni pari ad un ammontare complessivo di 2,25 miliardi di euro, provocando nel 2013 una decurtazione consistente delle entrate erariali, decurtazione che la Corte Costituzionale con la recente sentenza n. 129/2016, ha dichiarato illegittima. Per questa ragione i sindaci della Lega Nord, in Lombardia, presenteranno alle competenti autorità statali una specifica istanza di rimborso per ottenere le risorse illegittimamente decurtate".…
Si accende il confronto e il dibattito politico sul referendum per l’autonomia lombarda e veneta ancora da celebrare. Roberto Maroni torna alla carica e tiene il dossier in caldo. “La scorsa settimana ho incontrato il ministro Minniti e gli ho chiesto notizie: lui mi ha detto informalmente che ne doveva parlare con il presidente del Consiglio Gentiloni. Allora, dato che domani Gentiloni e’ a Milano, io vedro’ di incontrarlo e gli diro’ di dirci ‘si” o ‘no’. Dopodiche’, con Luca Zaia, decideremo la data, che sara’ assolutamente lo stesso giorno”. Lo ha annunciato il presidente di Regione Lombardia ieri pomeriggio, intervenendo appunto sul tema del referendum per l’autonomia di Lombardia e Veneto. “Sulla possibilita’ di accorpare il referendum per l’autonomia e altre elezioni abbiamo scritto, Luca Zaia e io, al Governo Renzi, a luglio dello scorso anno, chiedendo l’Election Day e non ci e’ stata risposta – ha ricordato Maroni…
Quello che è accaduto ieri a Roma è la fotografia di una politica inconsistente, incapace di decidere, capace solo di rinviare. Una politica che subisce il ricatto dei violenti, senza dignità, senza rispetto per se stessa e per le istituzioni. Una politica debole davanti a ricatti violenti, arrogante di fronte ai deboli e ai bisogni delle persone. In Italia da tempo immemorabile si va avanti con il "mille proroghe": una legge che è lo specchio della incapacità di decidere della politica italiana. Si prorogano di anno in anno diritti acquisiti spesso incompatibili con il nostro ordinamento. Proroghe, deroghe, piccoli privilegi, posizioni di rendita che la politica non riesce a chiarire. Succede con le norme della Bolkenstein: da dieci anni esiste una normativa comunitaria alla quale l'Italia si dovrebbe adeguare. Tanti Paesi lo hanno fatto dando stabilità al quadro normativo e proteggendo gli interessi in campo. In Italia di proroga in…
C'è un città che va veloce, che sembra già uscita dalla crisi, che vive, lavora e cresce, non solo urbanisticamente, strizzando l'occhio alle grandi capitali mondiali e c'è n'è un'altra che arranca, che fatica ad integrarsi, che si mette in coda e s'azzuffa per un pasto caldo o un posto letto. Forse è sempre stato così. Ma adesso si nota di più. Da Gae Aulenti, nuovo cuore di una Milano sempre più glamour ed internazionale, a via Morgantini, tanto per fare due esempi, dove il via vai di popoli, etnie e religioni non è una passerella ma un'integrazione tutta da inventare. Due mondi, due velocità come si dice in questi casi. Milano «vicino all'Europa, che ride e si diverte...» e che si candida a diventare la nuova City quando Londra farà per fatti suoi. Milano che dopo Samsung, Microsoft, Sky accoglie anche Amazon in un «business district» da 17.500 metri…
Un numero su tutti può sicuramente dare l’idea che, alla base, c’è un valore riconosciuto e riconoscibile: 33 milioni di italiani, quindi 2 su tre, entrano ogni settimana in contatto con i “Newsbrand”. Eccola la parola magica alla quale i gruppi editoriali della carta stampata possono e devono aggrapparsi per il futuro. Un concetto che però già oggi vive all’interno delle realtà editoriali italiane e va solo portato all’attenzione, dei consumatori e degli investitori pubblicitari. È proprio quello che vuole fare il progetto Newsbrand, realizzato da GroupM insieme a System 24, Rcs Pubblicità, Manzoni e Piemme, vale a dire le concessionarie dei principali quotidiani italiani e presentato ieri nella sede del Sole 24 Ore a Milano. Tutto ruota attorno a un’evoluzione ormai evidente, almeno per i principali gruppi italiani: dal quotidiano cartaceo stand alone si è passati a un sistema multipiattaforma, dove ci sono le versioni desktop, tablet, mobile, app.…
Monferrato, 13 gennaio. Fino all’alba ha fatto tempesta, pioggia e neve fina assieme. I campi sono come vetrificati da una lastra azzurrina di ghiaccio. Ma ora si è alzato un vento da nord, teso, che scaccia le nuvole. Si allarga una chiazza di azzurro. È un azzurro così chiaro e innocente, che resto a guardarlo commossa. È un azzurro bambino. Non è mai bello tanto il cielo, come il primo sereno dopo una tempesta. Il sole ora limpido sfiora la terra gelata, che luccica, come fosse contenta. La luce è abbagliante. E l’odore dell’aria? Bisogna venire da Milano per sentire l’odore che ha l’aria, in campagna, dopo giorni di pioggia e neve: quell’indescrivibile profumo che taglia e colma i polmoni, che respiri a fondo, a inebriartene. Il vento porta con sé il gelo delle montagne, e l’aroma buono del fumo di legna dai camini. Questa luce, quest’aria: sembra di essere…
Se la cucina quotidiana è sempre più spartana, il fine settimana diventa un happening culinario. Il cittadino globale non ha né tempo né voglia di mettersi ai fornelli nei giorni feriali. Così si arrangia come può. Piatti pronti, insalate già lavate, cibi precotti. Si arrabatta tra quello che offrono i bar, le pizzerie, le mense aziendali, le tavole calde e i supermercati. Divorando a tempo di record panini, insalatone, cotolette e zuppe frozen. Perché il tempo è denaro. Anche durante la pausa pranzo, che è diventata sempre più breve, interstiziale, occasionale. Funestata da mail, messaggini e post sui social. E quando si cena le cose non vanno meglio, perché il ritmo impresso dalla storia alle nostre vite fa percepire tutto come una perdita di tempo. Fare la spesa, lavare le verdure, mettere una pentola a sobbollire per ore sembrano ormai attività anacronistiche. Roba da vecchie massaie. Pratiche culinarie adatte all’epoca…
Pagina 1 di 23

Claudio for Expo

ICH Sicav

 

 

 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Scrivi alla Redazione

Puoi scriverci al seguente indirizzo:

bollentini@labissa.com

 

 

 

Seguici anche su:

Realizzato da: Cmc Informatica e Comunicandoti