Claudio for Expo

ICH Sicav

 

L’Isola Madre con il bianco delle magnolie e il profumo delle daphne

Scritto da Redazione

Ci siamo! Il 24 marzo riapre alle visite dell’Isola Madre, la più a nord delle Isole Borromee, il gioiello verde dei Principi Borromeo sul Lago Maggiore. Quest’anno, ad attendere i visitatori saranno i colori ed i profumi delle fioriture di due nuove meraviglie verdi, che si sono aggiunte alle presenze consuete di stagione, ovvero alle Camelie e ai Rododendri che animano con i loro colori i giardini sia dell’Isola Madre che dell’Isola Bella. Gianfranco Giustina, responsabile dei giardini delle isole, ha voluto profumare la primavera dell’isola effettuando una piantumazione massiccia di una Daphne assolutamente particolare. Si tratta della Daphne bholua 'Peter Smithers', frutto della personale selezione di Sir Peter Smithers, il diplomatico inglese che amava la natura e il giardinaggio e che sul Lago aveva creato uno dei più interessanti giardini. Alcuni anni fa, Sir Peter ha consegnato a Giustina un esemplare della sua creatura, che si è perfettamente acclimata sull’Isola. Da quel primo esemplare Giustina ne ha tratti molti altri, scegliendo di inserirli nel modo più naturale possibile, a creare macchie profumate tra gli alberi del bosco ed i grandi rododendri. Oggi l’Isola Madre ha una presenza di “Peter Smithers” che non ha eguali in Italia, con esemplari che raggiungo anche i tre metri d’altezza. In queste settimane di fioritura, il profumo che emanano è così intenso che lo si avverte anche al solo avvicinarsi all’Isola. Offre vere emozioni, per bellezza ed eleganza, la Collezione di Magnolie, anch’essa presentata per la prima volta quest’anno. Tra le decine di varietà che i visitatori potranno ammirare, Giustina ne segnala tre, tutte Albe, ovvero bianche. Innanzitutto la Denudata, dai candidi petali a forma di coppa, pianta simbolo del Tibet. Dalla zona himalaiana deriva anche la Campbellii Alba, dai grossi petali rivolti all’ingiù, la cui fioritura è paragonata ad un volo di gabbiani, specie che nei territori d’origine è in via di estinzione. Infine la raffinatissima Leda, i cui petali ondulati sono “candidissimi”. Tre meraviglie da ammirare, dal 24 marzo, all’Isola Madre. L’Isola Madre resta aperta tutti i giorni fino al 22 Ottobre dalle 9,00 alle 17,30.

Info: www.isoleborromee.it

 

Letto 723 volte

Claudio for Expo

ICH Sicav

 

 

 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Scrivi alla Redazione

Puoi scriverci al seguente indirizzo:

bollentini@labissa.com

 

 

 

Seguici anche su:

Realizzato da: Cmc Informatica e Comunicandoti