Claudio for Expo

ICH Sicav

 

Paola Montonati

Paola Montonati (360)

Collocato in quella parte di Lomellina che vede il suo centro in Mortara, Castel d’Agogna sorprende il visitatore con un Castello o Palazzo come viene chiamato. La sua storia attraversa svariati secoli, diverse casate, per finire con un lascito e la costituzione di una Fondazione che ha lo scopo primario di sostenere un ambulatorio per le persone in difficoltà e in seconda battuta la manutenzione del palazzo. Entrando nel maniero, lo si fa facilmente, il parcheggio è davanti, ampio e comodo, si è accolti con simpatia dalle volontarie in quello che è stato lo studio di Vera Coghi, i mobili ancora quelli, massicci, pieni di libri conservati con cura. Nelle svariate stanze, pavimenti lucidi, camini antichi, lampadari eleganti, soffitti decorati o a travi in legno ben restaurate. Spesso il Castello ospita mostre o eventi, mercatini vintage, il tutto allestito con buon gusto nelle sale che si susseguono su due piani.…
Praticamente nel centro di Pavia, non lontano dal Palazzo del Comune, troviamo l’Orto Botanico.   Da via S. Antonio Giovanni Scopoli s’intravede la facciata principale, con una maestosa scalinata, mentre l’entrata riservata ai visitatori è in via Sant’Epifanio. All’ingresso non si ha l’idea di quello che si potrà vedere dopo, un elegante chiostro, una biblioteca che racchiude erbari e libri antichi e poi un parco/giardino ricco di fiori, piante, fontane, statue, un grazioso laghetto. E’ un giardino pieno di colori, di profumi, qualche panchina, tranquillità. Le fonti dicono che fin dal 1520 era presente un Orto a Pavia che conservava collezioni di Piante Officinali presso l’abitazione di Leonardo Leggi, allora lettore di Medicina Pratica Ordinaria dell’Università, ma l’ubicazione di questo primo Orto non è ancora oggi molto chiara, poiché si ritiene abbia cambiato sede più volte durante il lettorato dei Semplici, in cui si susseguirono circa una trentina di lettori. Nel…
Sabato 20 maggio al Parco delle Cave, in provincia di Milano, sarà di nuovo il magico momento della Lusiroeula, la passeggiata notturna che permette di ammirare le lucciole nel periodo di massima luminescenza. Tra maggio e giugno questi piccoli esseri sono ancora più luminosi del solito grazie alla "danza nuziale" che permette la loro riproduzione. Il percorso che consente di vedere questo spettacolo, a cura degli Amici della Cascina Linterno, inizierà da via Cancano e terminerà alla Cascina Linterno, con alla fine un momento musicale sull'Aia. Gli organizzatori, per favorire l'osservazione delle lucciole nel loro ambiente naturale senza troppi affollamenti, proporranno una serie di camminate in solitaria lungo il tragitto ad anello leggermente più breve che si snoda tra il laghetto della Cava Cabassi, l’Area Naturalistica, la Cava Casati e le aree agricole di Cascina Linterno. Queste iniziative, raggruppate sotto il nome di Piccola Lusiroeula, verranno tenute giovedì 18 e…
Sergio Cova, varesino doc, classe 1978. Nato e cresciuto a Masnago per trentadue anni, prima di trasferirsi sulla sponda del lago, in quel di Biandronno. Inizia a scrivere, per puro caso, nel senso più letterale del termine, scegliendo tra i regali, una busta con la suo interno un buono per un corso di scrittura. Nel novembre del 2007, inizia a frequentare la Scuola dell'Associazione culturale "Il Cavedio" di Varese. Un riconoscimento arriva già nel 2008 con il racconto “Tutta colpa di una pecora” con cui ottiene la pubblicazione nella raccolta “Irlanda nel cuore”, un concorso dedicato agli amanti dell’isola di Smeraldo. L’anno successivo l’antologia è tradotta in lingua inglese. Da qui in avanti prende a scrivere con frequenza e i suoi racconti vengono inseriti in diverse raccolte. Partecipa al quinto concorso internazionale “Il corto letterario e l’illustrazione” con il racconto “Il campione del mondo”, scritto in occasione dei Mondiali di…
Domenica 21 maggio, per la Valle Vigezzo sarà “open day”, aprirà così le porte, mostrerà i suoi tesori, anche quelli più nascosti, ai visitatori. La vallata si trasformerà in un unico immenso palcoscenico a cielo aperto per presentarsi al grande pubblico, in una giornata speciale e sicuramente di grande impatto. Lo scopo è quello di valorizzare e far conoscere il ricco patrimonio naturalistico e artistico della Valle, senza dimenticare le prelibatezze gastronomiche di queste montagne. Un'operazione di marketing territoriale, che vede uniti nel progetto privati, enti locali, le varie associazioni fino alle parrocchie. Un'occasione unica per conoscere magari per la prima volta, questa valle, o per chi già la frequenta da anni, riscoprirne alcuni angoli finora mai esplorati, visitando sentieri, musei, chiese, oratori, vicoli dal sapore antico che racchiudono veri e propri tesori artistici e naturali. In più, la giornata sarà anche arricchita da visite guidate, degustazioni, esibizioni, attività per…
Dopo l'inverno trascorso nel recinto di Pian delle Noci a Lanzo d'Intelvi, foraggiati, accuditi e coccolati dai volontari, i cavalli del Monte Bisbino hanno fatto ritorno alle pendici del Monte Generoso. La transumanza del branco sarebbe dovuta avvenire sabato 29 aprile, ma il maltempo di queste ultime settimane, con freddo e neve anche a bassa quota, ha fatto rimandare il tutto di una settimana. I cavalli del Monte Bissino sono diventati ormai una vera e propria istituzione in Insubria e non solo. Una storia particolare, tra natura e libertà sui monti tra comasco e luganese. La potremmo definire una storia transfrontaliera, di quelle alla de sfroos a tutti gli effetti, perchè le zone sono proprio queste. La storia di questi cavalli nasce nell'ormai lontano 2002, quando il branco venne abbandonato a se stesso sul Monte Bisbino, alla morte del proprietario, e poi “adottato” negli anni successivi, non senza problemi, da…
Una grande mostra dedicata al mondo della chitarra e ai suoi interpreti, a cura di Giulio Ceppi e Luigi Pedrazzi, è allestita all’Arengario di Monza, City of guitars. La chitarra come stile di vita, dal 10 maggio al 2 luglio. Sarà possibile vedere più di novanta straordinarie immagini realizzate da quattro fotografi del rock, Massimo Barbaglia, Gigliola Di Piazza, Bruno Marzi e Angelo Radaelli, con oltre trenta chitarre che hanno segnato la storia, il tutto a cura di Arteutopia e Clarart, in collaborazione con il Comune, la rivista Rolling Stone e l'azienda Gibson. Chitarra spesso strettamente legata ai propri interpreti e che hanno un nome proprio come la mitica “Lucille” di B. B. King, uno dei migliori interpreti dello strumento. La chitarra nel rock è il simbolo che caratterizza il sound di una band, più di ogni altro strumento. E' un vero e proprio stile di vita: una passione che…
Era un mondo diverso, una Formula 1, meno ricca, meno tecnologica, certo più umana, certo più pericolosa. I piloti erano forse più vicini alla normalità, niente tute ignifughe, scritte pubblicitarie, i pit-stop non erano previsti, cappellini indossati subito dopo il casco, per la vittoria ricevevano l’omaggio di una corona d’alloro. E’ in questo periodo che si snoda la vicenda di Lorenzo Bandini, forse uno dei piloti italiani più amati dal pubblico, per il suo carattere gentile, disponibile, generoso e sempre pronto ad aiutare. Bandini era nato nel 1935 a Barce, in Libia, colonia italiana, dove il padre Giovanni commerciava in macchinari agricoli. Lorenzo visse per tre anni nel paese africano prima che la famiglia tornasse in Emilia, a San Cassiano di Brisighella per gestire un albergo. Nel 1944, l'albergo andò distrutto in un bombardamento e in seguito il padre fu ucciso da un gruppo di partigiani. Nel 1945 mamma Elena…
Al m.a.x. Museo di Chiasso dal 20 maggio al 24 settembre si terrà la mostra La Rinascente. 100 anni di creatività d’impresa attraverso la grafica, a cura di Mario Piazza e Nicoletta Ossanna Cavadini, dedicata a quest’aspetto della Rinascente per i cento anni dalla sua fondazione, vero e proprio laboratorio di sperimentazione per la storia del design.  Nuovo grande magazzino aperto a un pubblico sempre crescente ma di ricercata eleganza, la Rinascente avviò fin dagli esordi una linea comunicativa molto interessante, dalle illustrazioni di chiaro riferimento liberty si passò all’art déco e nel secondo dopoguerra alle immagini fotografiche, conferendo alla pubblicità l’idea della seduzione, usando la nuova capacità dei rappresentanti dell’avanguardia della progettazione del design e della grafica del momento.  Dai manifesti in stile liberty disegnati da Marcello Dudovich al monogramma “l R” progettato da Max Huber alle fotografie di Oliviero Toscani, la storia de La Rinascente è quella di un…
Pagina 1 di 22

Claudio for Expo

ICH Sicav

 

 

 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Scrivi alla Redazione

Puoi scriverci al seguente indirizzo:

bollentini@labissa.com

 

 

 

Seguici anche su:

Realizzato da: Cmc Informatica e Comunicandoti