Claudio for Expo

ICH Sicav

 

Paola Montonati

Paola Montonati (330)

Al via la 25esima edizione delle Giornate del Fai con l’apertura eccezionale di siti d’arte, scrigni sconosciuti, spesso inaccessibili, alcuni che necessitano d’interventi. 162 siti visitabili in Lombardia, 25 solo a Milano, curiosità un po' ovunque. L’elenco completo con indirizzi e orari è su www.giornatefai.it, per alcuni siti è necessaria l’iscrizione al Fai possibile anche in loco, l’ingresso è libero ovunque, ma è sempre bene accetto anche un piccolo contributo, comunque facoltativo. Partiamo da Milano, che offre una variegata gamma di mete. Palazzo Pirelli è senza dubbio ancora uno dei più celebri “monumenti” di Milano, per 50 anni è stato anche l'edificio più alto della città. Simbolo del razionalismo italiano, è stato costruito tra il 1956 e il 1961 su progetto dell’architetto Giò Ponti, alto 127 m, rimane oggi uno degli edifici in calcestruzzo armato più alti al mondo. Occasione unica è quella della visita ai palazzi d’inizio novecento della…
Ai piedi del Monterosso, tra Intra e Pallanza, due tra le storiche frazioni che formano Verbania, si trova la chiesa di Madonna di Campagna, già monumento nazionale. Qui si tengono anche alcuni concerti nell'ambito della rinomata manifestazione "Settimane Musicali di Stresa e del Lago Maggiore". Segnalato più volte tra i beni più amati e come uno dei quali che necessita di essere conservato e tramandato; anche in occasione dell’ultimo censimento del FAI, ha raggiunto le 2899 segnalazioni. La Chiesa di Madonna di Campagna e il suo complesso monumentale, sono al centro di lavori ormai da oltre vent’anni, un impegno che ha portato a un esborso di circa 900 mila euro solo per la parte esterna. Nel 2014, i lavori sono stati ulteriormente finanziati per altri 80 mila euro, per recuperare il più possibile l’aspetto originale della volta, degli affreschi e dei dipinti risalenti al 500 e 600 e dell’altare in…
Sarà una Pasqua legata alle tradizioni più autentiche e genuine delle Alpi, quella che si festeggerà a Santa Maria Maggiore, paese in Val Vigezzo a pochi passi dal confine con la Svizzera. Santa Maria Maggiore è il centro politico e religioso della Valle e nel Medioevo era la sede del Mandamento, l’area sulla quale il Pretore di Valle esercitava la propria giurisdizione, era abitata da sette importanti famiglie che divisero il paese in quartieri, ancora riconoscibili. E’ sede di due famosi musei, il Museo dello Spazzacamino e la Scuola di Belle Arti Rossetti Valentini. Il Museo dello Spazzacamino è all’interno del parco di Villa Antonia; qui sono raccolti oggetti e attrezzi di lavoro, abiti e immagini che raccontano la storia dei vigezzini che, dopo aver abbandonato casa e famiglia, andavano all’estero a praticare il duro mestiere dello spazzacamino fumista, quando per la maggior parte erano bambini che la famiglia mandava all’estero…
La vita di Marco Brunelli è una storia controcorrente. Nato a Rochester, Minnesota, negli Stati Uniti, il 21 maggio 1972, cresce in provincia di Lecco e consegue la laurea in ingegneria delle telecomunicazioni. A un certo punto decide di lasciare il lavoro per dare spazio alla sua passione, la liuteria e ne fa il suo lavoro. Nel 2010 a Cremona conosce il maestro Simeone Morassi, da cui riceve consigli e suggerimenti per innalzare la qualità dei suoi strumenti e un anno dopo una sua viola è premiata con la medaglia d'argento al concorso nazionale di liuteria di Pisogne. Alla seconda edizione del concorso internazionale di liuteria di Reghin in Romania del 2014 conquista il 3° posto con un violino del suo laboratorio. Oggi Brunelli è socio e membro del consiglio direttivo dell'Associazione Liutaria Italiana - Liutai professionisti (A.L.I.). Ho avuto il piacere di porre alcune domande a Marco, protagonista di…
Da domenica 19 marzo a domenica 30 aprile lo Spazio Officina del m.a.x. museo di Chiasso ospiterà una mostra che, per il centenario (1917–2017) dalla prima incisione jazz su disco, racconterà un fenomeno che ha segnato una nuova era e che è stato uno dei maggiori apporti culturali del Novecento. Era il 26 febbraio 1917 quando l’Original Dixieland Jass Band, un complesso di New Orleans che aveva come direttore il trombettista italo-americano Dominic James “Nick” LaRocca e musicisti Anthony Sbarbaro, Eddie B. Edwards, Larry Shields e Henry Ragas, incideva a New York, per la casa Victor, il primo disco della storia del jazz, con i brani Livery Stable Blues e Dixie Jass Band One-Step. Con l’incisione della musica jazz su disco nasce uno dei maggiori movimenti musicali del Novecento per la sua originale creatività ed estemporaneità, con tutte le dinamiche socio-politiche, tecnologiche e interdisciplinari dell’età contemporanea. L’esposizione, infatti, sarà parte…
Carlo Verdone inaugurerà ufficialmente la quindicesima edizione del Busto Arsizio Film Festival, ideato dall’associazione B.A. Film Factory e dal Comune di Busto Arsizio, con l’Istituto Cinematografico Michelangelo Antonioni, con la quarta direzione di Steve Della Casa e con la collaborazione di Paola Poli, che si terrà dal 18 al 25 marzo. L’artista romano riceverà il Premio Platinum Dino Ceccuzzi all’eccellenza cinematografica e coglierà l’occasione per raccontarsi. Un premio che negli ultimi anni è andato a Ferzan Ozpetek, Sergio Castellitto e Laura Morante. Per l’edizione 2017 il Baff ricorderà anche Totò a cinquant’anni dalla scomparsa, con la proiezione di Uccellacci e uccellini di Pier Paolo Pasolini. Film del 1966, ultimo dell'attore girato come protagonista che ebbe menzione speciale al Festival di Cannes e gli portò anche il suo secondo nastro d’argento. Madrina della manifestazione sarà l’attrice romena, Marlon Catrinel, dalla personalità eclettica, fotografa e gallerista d'arte. Lanciata da Chiambretti, scelta come…
Se non fosse stato per la scelta dei Luoghi del Cuore Fai, probabilmente non avrei mai visitato Bosco Marengo, eppure è vicino, a pochi chilometri da Alessandria. Non è un monumento, non è solo un convento, non è solo una chiesa, è qualcosa di più, lì è davvero passata la storia. Sorto per volontà di un Papa, Pio V, ha visto passare nelle sue grandi sale, seminaristi, soldati, giovani ribelli, artisti e politici di rilevanza mondiale. Eppure questo sito così affascinante non fa parte dei circuiti turistici, non viene proposto come meta, ne è segnalato in maniera adeguata, non è previsto neanche un minimo di accoglienza per i visitatori, un punto di ristoro, un bookshop. E ne varrebbe davvero la pena, questo posto ha tante cose da raccontare, i suoi muri, 120 centimetri di spessore, custodiscono racconti che vale la pena di ascoltare. La visita è guidata, non sarebbe possibile…
Per chi pensa che sopra un certo parallelo ci sia solo la nebbia, che in inverno il sole sia un miraggio, che il Lago Maggiore sia un luogo freddo e che non ci sia un clima mite e temperato ecco una delle tante risposte concrete: la festa degli agrumi di Cannero Riviera, nella zona più alta del Verbano, a pochi chilometri dal confine svizzero. Cannero si trova a 46 gradi di latitudine Nord ed è la regione più settentrionale al mondo in cui prosperano da sempre arance, mandarini, pompelmi, limoni e cedri. Una festa che riporta indietro nel tempo, quando prima dell'avvento dell'era industriale, le colline che si affacciano sul Verbano erano coltivate con olivi e agrumi. Una consolidata attività diffusa, sia dai tempi dei Celti, poi attestata e documentata con i Longobardi. Diffusa un po' ovunque e a Cannero, favorita particolarmente dallo speciale microclima che ne ha sempre garantito…
Alla “Dip contemporary art” di Lugano, galleria fondata da Michela Negrini, nell'ottobre 2016, da giovedì 9 marzo a mercoledì 26 aprile, si tiene la mostra-evento “Heroes” dedicata al cantante David Bowie e al fotografo Masayoshi Sukita. Una mostra in versione completamente gratuita. La proposta, concepita in seno alla luganese “ThinkDesign Sa”, si sviluppa sui materiali iconografici realizzati da Masayoshi Sukita, nel corso della lunga e sincera amicizia che ha legato i due artisti per oltre quarant'anni. Una mostra che dopo le tappe di La Spezia, Cuneo, Bologna e Roma, approda in Svizzera rendendosi accessibile anche ai curiosi, fans e appassionati di Piemonte, Lombardia, Veneto, sicuramente attratti dalla particolarità dei documenti che presenta. “David Bowie & Masayoshi Sukita: Heroes” includerà, infatti, 38 i ritratti realizzati tra Londra, New York e il Giappone (1972-73), gli scatti del servizio di Heroes del 1977, le immagini del viaggio a Kyoto del 1980 e alcune…
Pagina 1 di 20

Claudio for Expo

ICH Sicav

 

 

 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Scrivi alla Redazione

Puoi scriverci al seguente indirizzo:

bollentini@labissa.com

 

 

 

Seguici anche su:

Realizzato da: Cmc Informatica e Comunicandoti