Claudio for Expo

ICH Sicav

 

Serate di Gola, percorso enogastronomico tra Ossola e Val Vigezzo

Scritto da Paola Montonati

Dal 22 aprile piccoli produttori e piccoli ristoranti tipici, in un Verbano-Cusio-Ossola, autentico e genuino: un viaggio nel gusto “a km 0”.

In un'epoca in cui piccolo è buono e bello, in cui il “km 0” è un valore prezioso, l'ottava edizione di Serate di Gola si propone nel ricco panorama nazionale delle rassegne enogastronomiche quale appuntamento imperdibile per scoprire produttori e prodotti, in un viaggio lungo due mesi tra Lago Maggiore, Lago d'Orta e le Valli dell'Ossola.

Saranno sei le serate inserite nel calendario 2017 della rassegna organizzata dalla Camera di Commercio del VCO e dall'Associazione Piccoli Alberghi Tipici in collaborazione con le Associazioni agroalimentari che in questi anni la Camera di Commercio ha contribuito a far nascere e crescere: i mieli del Consorzio Tutela e Garanzia Mieli del VCO, i salumi dell’Associazione Brisaula della Val d’Ossola, i formaggi dell’Associazione Craver Formaggi Caprini del VCO e i piccoli frutti dell’Associazione Blu Frutti, che raccolgono in totale oltre 50 produttori di questo lembo di Piemonte.

Le strutture che ospiteranno l'ottava edizione fanno parte dell'Associazione Piccoli Alberghi Tipici e Ospitalità di Montagna. A caratterizzarle ci sono alcuni elementi comuni: la genuina ospitalità di tipo familiare, l’amore per la cultura gastronomica locale, la passione per le tradizioni più autentiche e la sintonia architettonica con il paesaggio.

Ogni cena sarà prima di tutto un'occasione di contatto con chi in questa terra lavora ogni giorno per produrre gli ingredienti utilizzati dagli chef per comporre i sei menù. I piatti racchiuderanno sapori e profumi di produzioni artigianali e autentiche: saranno gli stessi produttori a coinvolgere il pubblico, raccontando le proprie esperienze e le peculiarità dei prodotti protagonisti di Serate di Gola.

L'importanza delle materie prime verrà ulteriormente valorizzata dalla calorosa e genuina ospitalità dei sei ristoranti, dall'agriturismo affacciato sul lago al rifugio d'alta montagna, piccole strutture ricche di charme e atmosfera, che potranno anche ospitare gli ospiti grazie a offerte ricettive realizzate appositamente per Serate di Gola.

Sarà l'occasione per esempio di scoprire o riscoprire i prodotti della Val Vigezzo, come la polenta con formaggio, selvaggina o funghi, la pasta rustida con patate, formaggio, cipolle e pancetta, il risotto con i funghi porcini, la zuppa di cipolle, ortiche o spinaci selvatici, le costolette di agnello e capretto tipico. Il pane di segale in passato preparato solo due volte l'anno e che generalmente era il dono portato ai bambini il giorno di Natale. I salumi come il particolare prosciutto crudo, la rinomata mortadella di fegato, i salamini di capra dal gusto molto delicato, i cotechini, le pancette salate e affumicate, il violino, una coscia di capra o camoscio salata e speziata. La toma della Val Vigezzo, le ricotte, i formaggini freschi di capra, agli yogurt prodotti con fermenti lattici vivi e l'aggiunta di marmellate casalinghe per ottenere sapori fruttati e particolari.

Riscoprire una vecchia tradizione culinaria, risalente ai Celti, come gli Stinchett. Questi biscotti vengono prodotti, ancora oggi, nelle Valli Ossolane: gli Stinchett sono tipici dei comuni della Valle Vigezzo, i Runditt della zona di Malesco, in particolare di Zornasco, e gli Amiasc di Coimo.

Ritrovare nei bicchieri magari un vino tipico, particolare e quasi dimenticato come il Prünent, la cui presenza in Ossola è storicamente accertata sin dal 1309.

Degustare i mirtilli, prodotto tipico del territorio, al naturale e in tutti gli accostamenti possibili.

Assaporare con calma i prodotti tipici e ammirare il panorama, nel parco del Motto, all'interno del Parco naturale della Val Grande, la zona selvaggia più vasta e impenetrabile rimasta in Europa, da cui godere panorami fantastici e unici del Lago Maggiore e del Lago d'Orta.

Scoprire la bellezza di un luogo come il settecentesco, santuario della “Madonna del Sasso” nel borgo di Boleto, oggi parte del comune che ha preso il nome proprio dal santuario, situato su di uno sperone roccioso (696 metri di altezza) di granito a strapiombo sul lago d'Orta, da cui si gode un panorama unico ed emozionante. Ammirare il nuovo museo dei “pica sass”. Cenare in un luogo incantato e unico come l'Alpe Crampiolo, un piccolo agglomerato di baite di montagna a 1767 metri di quota, nel cuore del magnifico parco naturale dell'Alpe Devero.

Immergersi in una sera d'estate nel mondo dei Walser a Macugnaga, con lo spettacolo del Monte Rosa sotto le stelle.

Calendario di Serate di Gola 2017:

Sabato 22 aprile – Ristorante Miramonti - Santa Maria Maggiore (VB)

Venerdì 28 aprile – Azienda Agrituristica Al Motto – Cambiasca (VB)

Sabato 13 maggio – Agriturismo Chiara - Madonna del Sasso (VB)

Sabato 3 giugno – Locanda Piemontese da Sciolla – Domodossola (VB)

Sabato 10 giugno – Ristorante La Baita - Baceno, Località Alpe Crampiolo (VB)

Sabato 24 giugno – Ristorante Z'Makanà Stube – Macugnaga (VB)

Siti web: www.illagomaggiore.it - www.piccolialberghitipici.com

Facebook: http://www.facebook.com/seratedigola - https://www.facebook.com/illagomaggiore -

https://www.facebook.com/PiccoliAlberghiTipici

 

Letto 1035 volte

Claudio for Expo

ICH Sicav

 

 

 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Scrivi alla Redazione

Puoi scriverci al seguente indirizzo:

bollentini@labissa.com

 

 

 

Seguici anche su:

Realizzato da: Cmc Informatica e Comunicandoti