Claudio for Expo

ICH Sicav

 

Bene il turismo a Pasqua in Insubria

Scritto da Paola Montonati

Il ponte di Pasqua e Pasquetta, compreso tra il 14 e il 17 aprile, conferma la rinnovata vocazione dell'Insubria come polo attrattivo del turismo, riuscendo ormai a unire l'offerta paesaggistica con quella enogastronomica e culturale.

Boom vero e proprio di presenze per Milano, ma anche i laghi hanno saputo dire la loro, attirando turisti italiani, ma anche tantissimi stranieri.

Nelle regioni del Nord-Ovest si è diretto il 25% dei turisti, facendo registrare un +5% rispetto allo stesso periodo del 2016, il 20% ha preferito invece le zone del Nord Est (+4%), con Venezia, Garda e Verona a farla da padrone.

Milano è al secondo posto tra le mete più ricercate per quanto rilevato dal motore di ricerca di voli e hotel Jetcost, che ha stilato una classifica delle 20 mete più ricercate online.

Gli italiani e non solo, alla ricerca dei primi caldi dopo l'inverno, per questa Pasqua 2017 hanno scelto la Sicilia. E Catania con il suo aeroporto rappresenta la base di partenza ideale per conoscere l'isola. Al terzo posto, Roma, con il Colosseo che resta uno dei monumenti più visitati in assoluto. Chi invece ha scelto di andare all'estero ha optato per le città europee, come Barcellona (quinto posto), Londra (sesto), Amsterdam (decima posizione), Parigi (16esima), Lisbona (19esima) e Madrid (20esima).

Anche il sito Skyscanner conferma l'appeal crescente di Milano per i turisti su scala mondiale, inserendola al settimo posto tra le più gettonate per le vacanze pasquali appena concluse.

Tantissime le persone che hanno affollato il capoluogo lombardo, sia per una semplice toccata e fuga sia per lo shopping per le vie del centro e nel quadrilatero della moda e anche da chi è rimasto pazientemente in coda per ore per visitare i musei, quasi tutti aperti anche in occasione del Lunedì dell’Angelo.

Milano, lo confermano i dati in salita da anni, ormai è proiettata anche oltre, non è più solo il Duomo, il Castello Sforzesco e la Pinacoteca di Brera. Sono anche i nuovi quartieri di Porta Nuova, con piazza Gae Aulenti, premiata con il Landscape Institute Award 2016 come una delle piazze più belle del mondo, ad attirare migliaia di visitatori ogni giorno.

Sono stati oltre 23mila i visitatori, tra milanesi e turisti presenti in città, che hanno scelto di scoprire e apprezzare l’offerta culturale proposta da Milano in questi giorni di festa.

Tra le preferenze dei visitatori i musei civici: il Castello Sforzesco, rimane sempre in cima all'interesse, con le sue le collezioni di archeologia, armi e strumenti musicali, facendo registrare 5.412 presenze in tre giorni.

Al secondo posto, con 2.136 visitatori, i capolavori pittorici e scultorei del Museo del Novecento. A seguire le attrazioni del Mudec con 2.058 presenze, quindi il Museo di Storia Naturale con 1.257 visitatori e l'Acquario (922 visitatori). I musei minori (archeologico, Morando, Risorgimento e Galleria d'Arte Moderna) totalizzano, insieme, più di 1.300 presenze.

"Manet e la Parigi Moderna", in mostra a Palazzo Reale, con le opere provenienti dal Musée d'Orsay di Parigi, guida la classifica delle mostre temporanee con 5.391 visitatori in tre giorni; segue, con 4.934 ingressi, la mostra su Keith Haring.

Bene il Lago di Como, con migliaia di visitatori all’assalto di piazze, monumenti e lungolago, centinaia le richieste d’informazioni agli infopoint del Broletto e della stazione San Giovanni.

Lecco, con il 100% delle stanze già occupate in prenotazione e Como, al 97%, hanno fatto sold-out, con il 10% di prenotazioni in più rispetto allo scorso anno, per gli appartamenti, soprattutto monolocali.

Funicolare di Brunate carica come non mai per portare in cima turisti italiani e i tantissimi stranieri, tanti tedeschi, francesi, olandesi e inglesi, ma anche visitatori di nazionalità più disparate, con molte new-entry. I visitatori al Tempio Voltiano, nella giornata di Pasquetta eccezionalmente aperto al pubblico dalle 10 alle 18, sono stati ben 1101.

Cifre importanti anche per il Lago Maggiore sia sulla sponda piemontese che su quella lombarda, con città e borghi che segnavano già il tutto esaurito da giovedì sera con alcuni centri come Stresa, Arona, Verbania e Luino vicini al collasso per il gran traffico nel giorno di Pasquetta. Le aziende agrituristiche sono andate vicine a un aumento in doppia cifra.

Affollate ovunque le passeggiate a lago e i centri storici dei paesi che si affacciano sul Verbano ma anche sul Mergozzo e sul Lago d'Orta. Molti hanno visitato i giardini delle ville storiche o effettuato gite sul lago verso le isole con i battelli e i mezzi della Navigazione. Numerosi anche sui sentieri di mezza costa per tranquille passeggiate all’ombra dei boschi o più impegnative escursioni a quote più elevate, tra agriturismi e rifugi montani.

Gettonate anche le destinazioni di culto che uniscono anche arte e natura, come quella dei vari Sacro Monte, del territorio come Oropa, Varallo, Ghiffa e Varese. In tre giorni di corse la funicolare del Sacro Monte di Varese ha fatto registrare 2.500 passeggeri.

Tutto pieno anche nelle vallate ossolane, con moltissimi vacanzieri mordi e fuggi che hanno approfittato della bella giornata di sole di Pasquetta per un pic nic o un pranzo, a bordo della ferrovia panoramica della Vigezzina che ha fatto registrare un vero e proprio exploit in positivo, con 10.000 passeggeri in quattro giorni. A Santa Maria Maggiore, in Val Vigezzo, 800 visitatori in poche ore alla mostra dedicata a Luigi Randi. Riuscito anche l'evento proposto per Pasquetta dedicato ai bambini "S...cova l'ova", con centinaia di bimbi, ristoranti e bar presi d'assalto. A Macugnaga si segnala un forte incremento di presenze inglesi e olandesi. A Vogogna, deciso incremento delle presenze, anche al castello che ha fatto registrare un +15% di biglietti staccati rispetto allo scorso anno

Letto 791 volte

Claudio for Expo

ICH Sicav

 

 

 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Scrivi alla Redazione

Puoi scriverci al seguente indirizzo:

bollentini@labissa.com

 

 

 

Seguici anche su:

Realizzato da: Cmc Informatica e Comunicandoti