Claudio for Expo

ICH Sicav

 

Sanità

Sanità (19)

Quello che viene proposto come un gioco ora è diventato una psicosi. L’allarme sul Blue Whale, il gioco online che prevede una serie di prove, veri e propri riti autolesionistici, e che si chiude con il suicidio della vittima, è rimbalzato ieri al convegno promosso dal Corecom Lombardia, dedicato al cyberbullismo, sexting e web reputation. Decine i casi, di cui 4 segnalati a Milano, ora all’esame delle procure di tutta Italia su cui si stanno accendendo i fari di istituzioni, forze dell’ordine, associazioni e mondo scolastico. Istituzioni, forze dell’ordine, mondo scolastico e associazioni stanno intensificando la loro azione, sia nel campo della formazione sia nella prevenzione. Tanti e appassionati gli interventi che si sono susseguiti nella fitta scaletta del convegno: dal Commissario Agcom, Antonio Martusciello, al Comandante provinciale dei Carabinieri, Canio Giuseppe La Gala, a Ciro Cascone, Procuratore del Tribunale per i minori di Milano che ha lanciato la proposta…
Sarà Milano la casa di Inter-Care, la prima fiera in Italia dedicata al Turismo Medicale internazionale. Il gotha della medicina e delle strutture sanitarie internazionali si da appuntamento a Palazzo delle Stelline dal 25 al 27 maggio 2017 per discutere e valorizzare questo settore economico in forte espansione. Il turismo medicale o sanitario, combina l’ambito turistico a quello terapeutico, coinvolgendo medici e cliniche, operatori di viaggi e strutture alberghiere e, ovviamente, i pazienti. Grazie agli espositori e ai numerosi convegni e work-shop, la fiera si pone l’intento di agevolare domanda e offerta, diventando punto di riferimento per incontri trade, accordi commerciali e fonte di informazioni per pazienti che desiderano informarsi su cure e innovazione. Fiera assolutamente innovativa e strategica per l’evoluzione del settore, un appuntamento fondamentale dunque, per la crescita della competitività del nostro Paese nell’ambito del panorama mondiale del turismo medicale, un fenomeno che ogni anno genera numeri estremamente…
La Regione Lombardia ha annunciato l’aggiornamento ed il completamento di “Wikivaccini”: una specifica ed innovativa applicazione pensata e studiata dal Pirellone per aiutare i genitori lungo il percorso decisionale in tema di vaccinazioni; uno strumento innovativo che risponde efficacemente ad un bisogno di maggiore informazione ed autovalutazione dello stato vaccinale dei propri figli. Così ha commentato l’assessore al Welfare Giulio Gallera: «Tramite l’app è possibile compiere un’autovalutazione dello stato vaccinale dei propri figli. In base alla data di nascita e al sesso, il sistema propone una domanda che riepiloga i vaccini che il figlio dovrebbe aver fatto. In base alla risposta del genitore, viene mostrato un messaggio con le indicazioni e le informazioni necessarie per rimanere sempre in linea con il percorso vaccinale». Per accedere a tutte le funzionalità offerte dall’App è necessario registrarsi nell’area “Calendario delle vaccinazioni” inserendo pochi e semplici dati: basterà indicare il nome, il sesso e…
Oltre 650 metri quadri di laboratori e spazi per la sperimentazione clinica di nuove terapie, e una palestra attrezzata di 120 metri quadri: il nuovo Centro di ricerca clinica NeMo, presentato oggi all’ospedale Niguarda di Milano, è dedicato allo studio e alla cura delle malattie neuromuscolari - come la sclerosi laterale amiotrofica (SLA) e le atrofie muscolari spinali (SMA) - che complessivamente, in Italia, colpiscono oltre circa 40mila persone. Si tratta di patologie complesse, e che richiedono un approccio clinico multidisciplinare, considerando anche che sonocirca 150 i tipi finora individuati. La nuova struttura - all’interno di spazi in disuso del Niguarda che sono stati recuperati - si chiama NeMO Clinical Research Center “Nanni Anselmi”, ed è attiguo a Centro clinico NeMO, polo di eccellenza per le malattie neuromuscolari nato dalla volontà delle associazioni dei pazienti. È stato quest’ultimo a farsi carico della ristrutturazione del nuovo spazio di ricerca, che oggi costituisce…
“Chi si trova ad affrontare gli ultimi giorni di vita perche’ colpito da malattia terminale ha tutto il diritto di viverli in maniera dignitosa. Regione Lombardia e’ molto sensibile a questo tema per questo ha realizzato una rete territoriale per le Cure Palliative di assoluta eccellenza che ogni anno assiste 22mila malati. La nostra rete deve continuare a crescere e in questo senso i suggerimenti dei pazienti e dei loro familiari sono fondamentali”. Lo ha detto l’assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera (nella foto) commentando i dati dell’Osservatorio per il monitoraggio delle cure palliative e terapia del dolore della Fondazione Nazionale Gigi Ghirotti Onlus, elaborati in collaborazione con la Fondazione ISAL e la Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, presentati oggi a Roma durante l’incontro ‘La nostra legge 38 un bilancio. Per combattere il dolore e dare voce a chi cerca sollievo’. “Le finalita’ perseguite dalla Fondazione…
«Signore, finalmente mi hai ascoltata!». È quello che ha pensato nel 1991 Matilde Grassi, ex sindaco di Concorezzo e presidentessa dell’Azione Cattolica classe 1927, quando le venne proposto di finanziare una giovane opera per assistere i malati a domicilio. La fibrosi cistica si era da poco portata via sua nipote, Maddalena, appena 19 anni, e Matilde voleva fare qualcosa per ricordarla. Tra i diversi progetti che le vennero proposti, scelse proprio quello di Luciano Riboldi e altri amici, ricordandosi di come un drappello di giovani medici si erano presi cura di Matilde assistendola a casa gratuitamente, fuori dall’orario ospedaliero. Così è nata la Maddalena Grassi, fondazione laica di diritto privato senza scopo di lucro, che oggi si prende cura con grande professionalità di oltre 1.800 malati cronici, tra cui 120 bambini con patologie gravi o gravissime, ed entra ogni giorno in più di 700 case di Milano e provincia per l’assistenza a domicilio. Ma…
La riforma sanitaria entra nel vivo. E si prefigge di sconfiggere due dei «mali» più trasversali e comuni al popolo dei pazienti cronici: l'effetto trottola e la trappola delle liste d'attesa. Significa niente più code per prenotare le visite, niente più trasferimenti da un ospedale all'altro. Da giugno tutti i malati cronici, dai cardiopatici ai diabetici, riceveranno una lettera firmata dall'assessore lombardo alla Sanità Giulio Gallera (nella foto, n.d.r.) in cui verrà comunicata la struttura sanitaria (ospedale o ambulatorio) a cui devono far riferimento per esami e controlli. Lì ci sarà un medico «dedicato» che si prenderà cura del paziente, compilerà la sua agenda sanitaria annuale fissando per tempo le visite. E controllerà perfino se prende con regolarità i farmaci prescritti. In sostanza ogni malato avrà il suo percorso personalizzato e accompagnato, passo passo, durante tutto l'anno. Da gestire ci sono 3,5 milioni di persone, che assorbono il 75% delle attività…
La notizia è sicuramente epocale, di quelle che fanno e faranno parlare molto e riguarda una manifestazione d'interesse congiunta pervenuta al Cda dell'Istituto europeo di oncologia (Ieo) - l'Irccs fondato da Umberto Veronesi - e del Centro cardiologico Monzino di Milano. A presentarla la settimana scorsa – secondo AdnKronos Salute - sono stati due grandi gruppi della sanità privata italiana: quello di Gianfelice Rocca, presidente dell'Istituto clinico Humanitas, e il gruppo ospedaliero San Donato della famiglia Rotelli. A quanto si apprende, i promotori dell'operazione sostengono la volontà di valorizzare il patrimonio scientifico dei due Irccs Ieo e Monzino - cresciuti sotto l'ala di Umberto Veronesi, il grande oncologo morto l'8 novembre scorso nella sua casa milanese alla soglia dei 91 anni - proiettandolo in una dimensione internazionale grazie alla creazione di due poli: uno oncologico con l'Humanitas e uno cardiovascolare con il gruppo ospedaliero San Donato guidato da Paolo Rotelli.…
Le attività assistite con gli animali sono iniziate quattro anni fa all’Hospice Vidas di Milano con la collaborazione dell’associazione Maith, ma da quest’anno una vera e propria squadra a quattro zampe fa visita ai malati due volte a settimana. Cani, gatti e conigli addestrati e formati per la pet therapy e affiancati da operatori e medici specializzati, in una struttura come l’Hospice vanno ad affiancare e supportare le Cure Palliative. E, se il presupposto bioetico su cui si fonda la pet therapy è che tra uomo e animale possa instaurarsi una relazione sul modello delle relazioni interpersonali e che quindi, come in ogni interazione, vi sia uno scambio di sentimenti, di affetti, di emozioni che influenzano reciprocamente i due soggetti, in questo contesto le attività con gli animali sono di grande beneficio per i pazienti ricoverati, per i parenti ma anche per lo staff medico e infermieristico. L’animale diventa il…
Pagina 1 di 2

Claudio for Expo

ICH Sicav

 

 

 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Scrivi alla Redazione

Puoi scriverci al seguente indirizzo:

bollentini@labissa.com

 

 

 

Seguici anche su:

Realizzato da: Cmc Informatica e Comunicandoti