Claudio for Expo

ICH Sicav

 

Spettacolo/Teatro

Spettacolo/Teatro (179)

Il Teatro Gerolamo riapre il sipario dopo 30 anni ricalcando le stesse orme che ne decretarono la fama, vale a dire nel segno delle marionette, quelle con la emme maiuscola, della compagnia dei Colla. Del resto il teatro di piazza Beccaria, una bomboniera ottocentesca di 209 spettatori ribattezzata «la piccola Stcala», sembra nata apposta per ospitare grandi scene in miniatura. Ma non solo. Il direttore artistico Roberto Bianchin nominato dalla proprietà che ne ha curato il lungo restauro (l'immobiliare Sanitaria Ceschina) ha ribadito che il futuro del Gerolamo sarà fedele alla sua storia, e dunque aperto al varietà, «nel senso di arti varie». C'era qualche dubbio sulla possibilità che la stagione partisse subito, visto l'impasse tecnico-burocratico che aveva seguito l'inaugurazione dello scorso autunno ma, anzichè attendere ottobre, già da febbraio il sipario si alzerà. Si diceva dei Colla, che proprio su questo palcoscenico hanno scritto la loro storia. Ebbene, saranno…
Sono numeri da capogiro quelli de I Legnanesi, una realtà storica del panorama teatrale lombardo e italiano, che nella stagione 2015/2016 hanno toccato 31 teatri, con più di 100 repliche e oltre 105.000 spettatori; di questi, 50.000 solo a Milano, dove a grande richiesta torneranno in scena al Teatro Nazionale con il nuovo spettacolo "I Colombo... Viaggiatori!". I Colombo, nella stagione 2016/2017, diventano infatti "viaggiatori" e attraverseranno l'oceano su una nave da crociera. Cosa li spingerà ad andare dall'altra parte del mondo? Nonostante le difficoltà economiche e i problemi quotidiani che li attanagliano, infatti, la famiglia Colombo con grande generosità ha adottato a distanza un bambino brasiliano. Negli anni, il ragazzo - grazie alle donazioni di Teresa, Mabilia e Giovanni - è cresciuto con una buona educazione ed istruzione e la curiosità di conoscere i genitori e "sorellina" adottivi è tale da portare Paolo Roberto Josè Amarildo Santos Do Nascimiento…
Il caro, vecchio adorato teatro Gerolamo è chiuso da così tanto tempo (sono 33 anni che la locandina indica Riposo) che oggi qualcuno lo chiama Girolamo, altri Geronimo come gli indiani nei western. Ma sono riapparse le vetrine per i cartelloni vicino all’ingresso, è scoccata l’ora della rivincita del Gerolamo, la maschera piemontese: la sala di piazza Beccaria, piccolissima Scala in miniatura ma con palchi e loggione e fantasmi del passato, finalmente riaprirà i battenti il 7 novembre con un concerto barocco dell’Orchestra Verdi. Il teatro, nato nel 1806 con Fiando il burattinaio, fu dal 1885 al 57 la «casa» dei fratelli Colla, seducendo l’immaginario di migliaia di bambini con un esborso magnifico di fantasia. E si spera che ancora i Colla in futuro saranno della partita, forse in un’ideale rassegna di marionette. La storica proprietà di Ceschina, anche nome della casa editrice, in forma orgogliosamente privata, ha in questi…
Impostato sul modello del teatro di narrazione, lo spettacolo propone un excursus sulla figura di Francesco Sforza (1401-1466): condottiero, signore di Cremona (dal 1441), di Genova (dal 1464) e duca di Milano (dal 1450). Con stile colloquiale e brioso il racconto descrive fatti e misfatti del capitano sforzesco, fautore della Pace di Lodi e della Lega Italica (1454), che donarono alla Penisola un lungo periodo di stabilità politica nella seconda metà del XV secolo e che promossero lo sviluppo culturale del Rinascimento italiano.Un personaggio carismatico, Francesco Sforza: astuto, ambizioso, abile in guerra e in diplomazia, sagace nel cogliere le opportunità, circondato da pericolosi nemici, ostinato nel raggiungere i propri obiettivi, non esente da debolezze (donne, vanità, ira).Al centro dell’attenzione i metodi, i collaboratori e le occasioni (più o meno solenni, gloriose, cupe, ambigue, salaci e curiose) con cui il condottiero poté conquistare e amministrare il proprio potere.“L’impresa del potere”: molte…
Quattro giorni di grande musica, teatro, spettacolo per bambini, cinema, laboratori, incontri: tutto questo sarà la prima edizione del Con>vergenze Festival, che si terrà dal 2 al 5 luglio a Varese, presso il Parco Mantegazza/Castello di Masnago, uno dei gioielli di Varese. Un appuntamento ideato, organizzato e promosso appunto da Con>vergenze, il network culturale varesino che, con il sostegno di Fondazione Cariplo, accomuna dodici tra le più rilevanti associazioni culturali cittadine. Un’iniziativa comune che tutti hanno avvertito come una necessità e che è stata progettata con grande entusiasmo: un festival importante, di qualità elevatissima, in grado di comunicare la concreta identità collettiva e di stimolarne il rafforzamento, giocata sulla multidisciplinarietà, sulla condivisione dei programmi, delle visioni artistiche, dei processi economici ed organizzativi. Così, tra Davide Van De Sfroos e Alessandro Bergonzoni, tra Bombino, Meg e Frankie Hi-Nrg Mc – accompagnati, prima e dopo le loro esibizioni, da un vero e…
Domenica 24 maggio alle ore 16:30 al Teatro Santuccio di Varese, la compagnia teatrale amatoriale I Mattattori Buguggiateatro porterà in scena la commedia Minaccia di Matrimonio, tratta da La miee bruta dell’autore milanese Guido Bertini, varesino di adozione, scritta nel 1928 e riadattata ai nostri giorni dalla regista Annamaria Rizzato e Luigi Colombo. Portata in scena la prima volta sabato 10 maggio al Teatro Castellani di Azzate, ha riscosso grandi consensi di pubblico tra gli oltre 300 spettatori che hanno assistito a questa commedia brillante, che anche se scritta 87 anni or sono, si rivela molto attuale anche ai nostri giorni. La storia racconta con un pizzico di buonumore condito da una spolverata di amore, di Gianni un giovanotto con la paura di amare. Battista, lo zio un po' malaticcio e la mamma Clementina un po' svampita ed amante del ballo, cercheranno di far ragionare il giovane tra un turbinio…
Avete mai visto il cinema ed il cabaret insieme? La sorpresa ce la riservano Cochi e Renato! Sul palco del Barclays Teatro Nazionale di Milano, infatti, l'inossidabile coppia lombarda del cabaret torna con un nuovo ed originale esperimento teatrale: il Cinecabaret. La novità di questo straordinario spettacolo sta nel saper coniugare queste due forme così diverse di intrattenimento. Nelle sei serate tra aprile e maggio, Cochi Ponzoni e Renato Pozzetto alterneranno momenti di grande comicità dal loro tradizionale repertorio - con l'intramontabile stile fatto di sketches e gag da teatro dell'assurdo - a proiezioni di brevi clip, tratte dai più divertenti film di Pozzetto, commentate dal vivo dai due comici.  Cornice indispensabile delle serate sarà la musica, eseguita dal vivo dalla band che accompagnò il duo anche lo scorso anno. I due cantastorie, che hanno fatto e, senza saperlo, hanno inventato il cabaret, con il loro particolare linguaggio surreale e…
Può cantare in qualsiasi dialetto, come ha precisato al “Corriere di Como” il critico musicale del “Corriere della Sera” Mario Luzzatto Fegiz alla viglia del festival di Sanremo. E il 21 marzo, primo giorno di primavera, tornerà a esibirsi di fronte all’amato pubblico svizzero. Stiamo parlando di Davide Van De Sfroos, che sul palcoscenico del Palacongressi di Lugano terminerà il suo “Tùur Teatràal”, dopo 16 tappe tutte italiane, da Crema a Udine, da Trento a Lanusei, da Verona a Firenze, da Fidenza a Belluno. In programma una rivisitazione in chiave acustica di alcuni dei brani di Goga e Magoga, l’album pubblicato lo scorso 15 aprile e che ha debuttato al secondo posto delle classifiche Fimi/Nielsen. “Il concerto di Lugano sarà l’occasione per rispolverare alcuni dei brani rimasti a lungo chiusi in un cassetto – dice Davide – c’è grande voglia di riscoprire il passato, affidandosi a quelle canzoni che ancora oggi fanno…
«Il prossimo mese di settembre, nel corso della cerimonia della piastrella” ovvero la posa dell’ottava piastrella dell’opera vincente della rassegna letteraria “Scrivi l’amore-Premio Mario Berrino” sul Muretto delle Poesie presso la “Passeggiata dell’amore-Mario Berrino”, l’ Associazione culturale “Amici di Mario Berrino” conferirà un premio speciale alla carriera radiofonica di Luisella Berrino, figlia del Maestro Mario Berrino ed amica della manifestazione isprese da cui ha preso, assieme alla famiglia, il testimone dal padre anche attraverso il patrocinio della Fondazione Mario Berrino per il Muretto di Alassio. Ci è parso giusto onorare in questo modo i quasi 45 anni d’ininterrotta carriera di Luisella a Radio Monte Carlo: fatto unico nel mondo della radio italiana e che la consacrano come vera ambasciatrice della radio monegasca: la sua conduzione elegante, frizzante e simpatica resterà nella memoria degli ascoltatori.» Queste le parole di Gianpietro Roncari e Davide Pagani, rispettivamente Presidente esecutivo e Presidente Onorario dell’Associazione…
Pagina 1 di 11

Claudio for Expo

ICH Sicav

 

 

 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Scrivi alla Redazione

Puoi scriverci al seguente indirizzo:

bollentini@labissa.com

 

 

 

Seguici anche su:

Realizzato da: Cmc Informatica e Comunicandoti