• Referendum: prima i nostri in Ticino e prima le polemiche in Lombardia
    Referendum: prima i nostri in Ticino e prima le polemiche in Lombardia Il referendum (svizzero) il giorno dopo mette in scena solo polemiche, commenti, chiacchere politiche perché al momento, e forse mai, succederà niente di concreto. La partita vera si giocherà intorno a febbraio, come abbiamo spiegato ieri in un altro articolo, e l’attenzione è quindi puntata sul compromesso che andrà trovato tra Svizzera e Ue sulla libera circolazione delle persone in seguito al referendum del 2014, cercando di non compromettere i bilaterali. L’Udc elvetica, con il sostegno della Lega dei Ticinesi, ha però complicato le cose sul campo della tecnica negoziale. Dopo un referendum che di fatto eleva un muro contro la libera circolazione delle persone, non puoi sederti come se niente fosse successo ad un tavolo a trattare e per giunta in una fase di trattative in cui gli sherpa…

Claudio for Expo

ICH Sicav

 

Home Page

Home Page (7210)

Il referendum (svizzero) il giorno dopo mette in scena solo polemiche, commenti, chiacchere politiche perché al momento, e forse mai, succederà niente di concreto. La partita vera si giocherà intorno a febbraio, come abbiamo spiegato ieri in un altro articolo, e l’attenzione è quindi puntata sul compromesso che andrà trovato tra Svizzera e Ue sulla libera circolazione delle persone in seguito al referendum del 2014, cercando di non compromettere i bilaterali. L’Udc elvetica, con il sostegno della Lega dei Ticinesi, ha però complicato le cose sul campo della tecnica negoziale. Dopo un referendum che di fatto eleva un muro contro la libera circolazione delle persone, non puoi sederti come se niente fosse successo ad un tavolo a trattare e per giunta in una fase di trattative in cui gli sherpa di ambedue i fronti stanno cercando faticosamente punti condivisi. Un macigno che rischia di affondare le trattative o riportarle come…
Elevata produzione intellettuale e scientifica, limitato impatto sul mercato. Se la Lombardia, anche sul fronte dell’innovazione, si conferma locomotiva nazionale, nel confronto con i “motori” europei il risultato è ben diverso. Quasi appaiata al Bayern in termini di “densità” scientifica (articoli altamente citati per abitante), la regione arriva solo al 31% della performance tedesca in termini brevettuali, cioè innovazione che ha maggiori chance di finire sul mercato. Colmare questo gap, migliorando l’efficacia del trasferimento tecnologico tra università e imprese è l'obiettivo dell'accordo che verrà siglato domani (oggi, n.d.r.) tra Assolombarda-Confindustria Milano Monza e Brianza e gli atenei milanesi (oltre che Pavia), intesa di durata triennale che punta a dare continuità e un approccio sistemico ad attività avviate già da tempo. «Il piano strategico di Assolombarda - spiega Pietro Guindani, vicepresidente dell’associazione con delega a Università, innovazione e capitale umano - punta a far diventare Milano un vero e proprio hub della…
Tra le icone dell’agricoltura insubrica per importanza e valore identitario svetta sicuramente il Carnaroli, il riso per eccellenza soprattutto quando si pensa ai sontuosi ed inimitabili risotti che finiscono sulle nostre tavole. Ma pochi conoscono con esattezza di cosa si parli. Ripeschiamo dagli archivi de La Provincia Pavese, anno 2008, un simpatico articolo su storia e vicissitudini del principe dei risi…. Con qualche rischio scampato, per la fortuna dei nostri palati. Il Carnaroli pochi anni fa rischiava addirittura l’estinzione. Ma andiamo con ordine. “A vederlo faceva impressione, era alto anche un metro e sessanta, una persona in piedi si poteva nascondere con facilità. Aveva un “baffo” rosso che inchiodava i cassoni della mietitrebbia, che bloccava le coclee. Faceva far fatica”. Così, con un bel po’ di nostalgia, racconta Riccardo Binotti, agricoltore a Spessa Po (PV), la zona dove il riso prende la maiuscola e diventa qualità. “Lui”, quello che faceva tribolare tutti,…
In Canton Ticino il referendum "Prima i nostri" è stato accettato, mentre il controprogetto del Governo è stato bocciato. L’altro referendum "Basta con il dumping", è invece stato bocciato, mentre il controprogetto del Governo ha raccolto i favori dell’elettorato. Un risultato se vogliamo scontato visto il taglio populista e demagogico della campagna elettorale e la deriva in materia che si trascina da anni e che in Ticino è diventata prettamente politica. La situazione è però molto complessa, va ben al di là di questa tornata referendaria e va interpretata con molta attenzione per non tirare facili conclusioni e fare confusione. Facciamo ordine. “Prima i nostri”, sostenuto da Udc e Lega dei Ticinesi, propone, come noto, l'introduzione della “preferenza indigena”, con la conseguente abolizione “dell'effetto di sostituzione” tra lavoratori provenienti dall'estero e residenti, e con applicazione dei punti centrali della votazione nazionale del febbraio 2014. “Basta con il dumping salariale in Ticino”,…
E’ arrivato l’autunno e con lui le castagne, una icona della identità gastronomica di gran parte di Lombardia. Le castagne fino alla metà del secolo scorso erano considerate nelle zone montane lombarde, soprattutto in quelle più isolate, il vero e proprio pane dei poveri, dove altre colture come la patata e il mais non potevano essere effettuate. Quasi ogni giorno i montanari delle Alpi e Prealpi lombarde preparavano pietanze a base di castagne, come castagne e latte, castagne e cagiada, ovvero castagne e latte cagliato, e la zuppa di castagne. Altro utilizzo delle castagne era di ricavarne una farina per preparare pappe, polente e, in mistura con altri sfarinati, pane e focacce, previa seccatura del frutto raccolto in autunno. A partire dalla seconda metà del novecento l'abbandono delle campagne è stata la causa principale dell'inselvatichimento dei castagneti, con un ridimensionamento complessivo della qualità del prodotto. Tendenza accentuata negli ultimi anni…
La via milanese e lombarda alla nuova manifattura si conferma al di sopra della media del migliore standard europeo. Con, al suo interno, una polarizzazione crescente fra imprese efficienti e non efficienti. Anche se, per restare a pieno titolo nel cuore della manifattura continentale, deve riuscire a sviluppare più innovazione formalizzata e deve connettersi con più potere alle catene globali del valore. A livello sistemico, il sistema industriale lombardo conferma la sua appartenenza al network composto dai cinque aggregati industriali europei principali (ci sono anche Baden-Württemberg, Baviera, Rhône-Alpes e Catalogna), la sua leadership italiana e la sua conformazione tecno-industriale, fatta di medium-tech nella specializzazione produttiva e dell’adozione di meccanismi di governance e di strategie aziendali inusuali nel nostro Paese. Ma, nella conformazione di quello che resta il motore dell’economia italiana, la recessione ha approfondito il divario fra le imprese che ce la fanno e le imprese che non ce la…
Fa discutere la decisione del sindaco di Roma Virginia Raggi di non volere ospitare le Olimpiadi. Si compie l’ennesimo capitolo di una Italia ormai sommersa e vittima di demagogia e populismo. Con gli effetti deleteri facilmente immaginabili e che vanno bel al di là di uno slogan o di stereotipi ad uso elettorale. C’è di mezzo ormai una ideologia e un pensiero dominante ben radicati nell’opinione generale, un mix fatto di ingredienti menzogneri che mescolati con crisi, recessione, paura stanno producendo risultati pericolosi per il futuro della nostra società e soprattutto del nostro benessere. Un asse trasversale che va dai grillini a molti leghisti passando per i radical chic e per i qualunquismi alla moda della più svariata specie vorrebbe condannare il paese alla decrescita felice. Uno scenario inquietante per l’intelligenza media di un essere umano, una condanna alla povertà, al regresso, alla disoccupazione permanente, ad un paese per nulla…
La Ferrovia Vigezzina-Centovalli si prepara a un lungo viaggio nel cuore dell'autunno, tra i colori e i sapori più autentici, tra Italia e Svizzera, per un itinerario riservato a chi decide di dedicare qualche ora o un intero weekend alla scoperta del Lago Maggiore. E il lungo, lento viaggio sulla ferrovia panoramica che collega Domodossola, nell'alto Piemonte, alla svizzera Locarno, sul Lago Maggiore, racchiude proprio questi semplici e genuini ingredienti. L’autunno sui binari della Vigezzina-Centovalli diventa un’esplosione di colori e atmosfere dorate, fin dalla sua nascita, avvenuta il 25 novembre 1923. Ripercorrendo la storia della sua costruzione si vede come quest’opera fosse molto attesa sia da parte italiana sia da parte svizzera. Venne presentata pochi mesi prima della sua inaugurazione, durante la quarta Fiera campionaria internazionale di Milano. “L’attenzione dei visitatori era subito richiamata da una serie di carrozzoni ferroviari attaccati a una potente automotrice e posati sui binari come…
Il caso Molina e il ruolo di Lega Civica in comune a Varese non solo continuano a far discutere la politica varesina, ma ora impongono un salto di qualità e una svolta decisiva, la diatriba arriva infatti in Regione. E’ il consigliere regionale azzurro, nonché vice coordinatore provinciale di Forza Italia della Provincia di Varese, Luca Marsico a farsi sentire “mi appello al Presidente Maroni affinché prenda coscienza della questione Molina e, nel suo ruolo di Presidente della Giunta Regionale lombarda, possa, avendone la giusta conoscenza amministrativa, fare chiarezza sulla faccenda: per questo presenterò al Consiglio regionale un'interrogazione e, in caso, una mozione urgente, affinché la Presidenza di Giunta regionale possa rassicurare in merito alla corretta gestione amministrativa della struttura sia i varesini che gli ospiti e le loro famiglie”. Continua Marsico, “in questo quadro, la tardiva presa di posizione sia del coordinatore provinciale pd Astuti che di quello regionale…
Ogni anno, a settembre, alla Badia di San Gemolo, a Ganna, si tiene l’appuntamento culturale “Musica, parola e suggestioni visive”, che presenta un intenso programma di concerti, mostre, conferenze e canto, promosso dall’Associazione Amici della Badia di San Gemolo in Ganna. Quest’anno, con la mostra “Perdere la testa”, 28 artisti, alcuni dei quali già ben noti nel settore, come Silvio Monti, Mariuccia Secol e Paolo Borghi, rileggono la leggenda di San Gemolo, che ogni artista racconta in base alla propria esperienza, interpretandola con stili diversi per significati, simbolismi, intenzioni metaforiche, come in tecniche, linguaggi espressivi, applicazioni cromatiche, registri. Eventi che fanno rivivere uno dei tanti gioiellini nascosti del Varesotto com’è questa Badia millenaria, spesso dimenticata dai grandi giri turistici e fuori anche dai percorsi minori ed è un vero peccato, perchè questo luogo trasuda storia e pace. San Gemolo e la sua leggenda sono all’origine della fondazione della Badia, avvenuta nell’alto Medioevo.…
Il prossimo 29 settembre è convocato il congresso cittadino di Varese della Lega Nord. Non è una scadenza qualsiasi per il Carroccio. Per l’importanza e il valore simbolico della storica sezione leghista di piazza del Podestà innanzitutto e poi perché questo ricambio alla guida del movimento avviene dopo la sconfitta elettorale delle ultime elezioni amministrative, una circostanza non sperimentata prima d'oggi e quindi da metabolizzare politicamente. Elezioni vinte appunto dalla sinistra che di fatto ha interrotto il dominio leghista su Varese che durava dai tempi della lontana vittoria del 13 dicembre 1992. Quando si parla di Varese e di Lega, vengono in mente tanti nomi più o meno noti che hanno fatto la storia del Carroccio e ovviamente anche la storia dell’amministrazione comunale di Varese nell’ultimo quarto di secolo. Tra questi, tra i militanti della prima ora, c’è Fabio Binelli, già segretario cittadino, consigliere comunale ancora presente sui banchi di Palazzo Estense, più…
E’ passata una settimana da Energie per l’Italia, Idee per riaccendere il Paese, l’assemblea programmatica di Stefano Parisi convocata allo Spazio Megawatt di Milano. Le famose tre lampadine che campeggiavano dietro al palco si sono accese? E’ scattata la molla per far ripartire il dibattito sul futuro di Forza Italia e del centrodestra? L’impatto nella assopita compagine moderata che guarda ad una piattaforma liberale indubbiamente c’è stato, l’entusiasmo si è acceso, la qualità emersa è fuori discussione. E i sondaggi fatti in settimana parlano chiaro, sono positivi. Il manager con un piede in politica continua  quindi la sua marcia, o meglio la sua scalata, controllato a vista da Silvio Berlusconi. I due si sono incontrati in settimana e hanno tirato le conclusioni della manifestazione, che sono positive per entrambi, e cercato di immaginare il prossimo futuro. Parisi è e resterà, almeno per un bel po’, esterno a Forza Italia, troppo…
Si svolgerà mercoledì 28 settembre alle 9,45 presso la Sala Pirelli, sita al primo piano di Palazzo Pirelli, presso il Consiglio regionale della Lombardia, il convegno sulla figura di Enzo Tortora, ideato e promosso dal consigliere regionale varesino Luca Marsico, dal titolo "Enzo Tortora: l'uomo, l'imputato, il giornalista". Un'iniziativa che ha ricevuto il patrocinio del Comitato regionale per le Comunicazioni della Lombardia (CO.RE.COM) e dell'associazione culturale "Amici di Mario Berrino". Fra i relatori il professor Pier Franco Quaglieni, giornalista e storico, cofondatore del Centro Studi Mario Pannunzio, Francesca Scopelliti, giornalista, Presidente della Fondazione Internazionale per la Giustizia Enzo Tortora che presenterà anche il libro "Lettere a Francesca" con le missive scritte da Enzo Tortora nel corso della sua detenzione in carcere fra il giugno 1983 e il gennaio 1984. Al giornalista Simone Della Ripa, invece, il compito di tracciare l'aspetto artistico e giornalistico del cronista e presentatore ligure. Modererà l'incontro…
C’è un aggettivo che più di tutti rende l’idea: aperto. Il nuovo progetto di Porta Volta firmato da Herzog & de Meuron è una fila ininterrotta di finestre che si spalancano sulla città e persino verso l’alto sul cielo di Milano, grazie a una cuspide di vetro che svetta al posto del tetto. «Aperta» fino alle antiche Mura Spagnole è anche la promenade terrazzata su cui s’affaccia l’edificio: cinque piani fuori terra e due interrati. Ma, soprattutto, sarà aperta alla città la grande casa di vetro (in realtà sono due, una accanto all’altra lungo l’area compresa tra viale Pasubio e viale Crespi) che ospiterà da dicembre la nuova sede della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli e, da febbraio, gli uffici di Microsoft Italia. In un angolo di Milano che torna ai cittadini dopo 70 anni di abbandono, e dove alla fine dell’800 sorgeva la Feltrinelli Legnami, ci saranno spazi fruibili da tutti.…
A Cantù per il quarto anno consecutivo, si tiene la "Festa del Legno della Città di Cantù che, dal 24 settembre al 9 ottobre, offrirà un calendario di eventi e iniziative, rivolte agli appassionati di design, arte e artigianato per scoprire e approfondire la magia del legno. Un omaggio a un settore trainante della produzione lombarda. In qualsiasi parte del mondo se dici mobili, dici Brianza. E Cantù è il centro, il cuore pulsante della produzione del mobile, in tutte le sue sfaccettature e costruzioni, possibili e immaginabili, esportando ovunque già nella metà dell'800. Nel territorio canturino e nei suoi dintorni, hanno sede alcune delle più prestigiose aziende del settore legno-arredo. Mobilieri-artigiani che nel corso degli anni, magari senza particolari studi di arte o design, ma solo con l'ingegno e l'amore per questo materiale così antico e umile, hanno creato oggetti di arredo che sono entrati nelle case di milioni…
Martedi scorso a Milano presso la Biblioteca Ambrosiana è stata presentata in anteprima la mostra Legni Preziosi: Sculture, busti, reliquiari e tabernacoli dal Medioevo al Settecento che si terrà dal 16 ottobre 2016 al 22 gennaio 2017 alla Pinacoteca cantonale Giovanni Züst di Rancate (Mendrisio), Canton Ticino, Svizzera. L'allestimento di questa raffinatissima esposizione è stato curato dall’archistar ticinese Mario Botta, che ha studiato, a titolo completamente gratuito, ogni dettaglio in modo che il visitatore si trovi nel migliore dei modi immerso in un'atmosfera suggestiva e solenne in cui la sacralità delle immagini esposte è pienamente valorizzata. La mostra presenta una carrellata di sculture in legno dal XII al XVIII secolo provenienti da musei, chiese, monasteri del territorio ticinese dove questi autentici capolavori sono stati oggetto di devozione e ammirazione per secoli. Si tratta di Madonne, Crocifissi, Compianti, busti, polittici scolpiti e persino di un Presepe. La mostra è suddivisa in…
Il dossier dei dossier del 2016 che fa discutere banche d’affari, advisor, fondi ed investitori vari anche industriali è sicuramente Esselunga. Poco sappiamo sulle reali intenzioni di Bernardo Caprotti, potrebbe essere pretattica, potrebbe essere infatti solo una manovra diversiva, come tanti imprenditori fanno ad un certo punto della vita propria e dell’azienda, per capire valore e appetibilità sul mercato della stessa, sta di fatto però che l’interessato in questo caso viaggia spedito verso i 91 anni. Inevitabile quindi pensare e programmare una successione imprenditoriale per tempo per non dover essere poi costretti ad affrontare problemi seri di governance con quello che ne conseguirebbe. Esselunga è una eccellenza italiana, organizzata, oserei dire, con disciplina e visione militare, una fabbrica di quattrini e tanti. Caprotti creò Esselunga nel 1957 con alcuni soci, provenendo da un altro settore, quello tessile, ma l’intuizione fu azzeccata: oggi la società ha 152 superstore e supermarket con…
Matteo Renzi si rivolge subito alla platea degli imprenditori: «Con i numeri che ha presentato Calenda immagino abbiate voglia di tornare in fretta in azienda per creare Pil, cosa di cui peraltro abbiamo un certo bisogno». Il premier, concludendo la presentazione a Milano del piano Industria 4.0, parla di «una lettura positiva del Paese» e di «opportunità» in cui ora gli imprenditori «devono credere». «Siamo pronti a correggere qualcosa, eventualmente, ma aiutateci». È lo stesso spirito con il quale il ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda ha coordinato in questi mesi la stesura del piano, «un intervento da 13 miliardi di risorse pubbliche per attivare investimenti innovativi con incentivi fiscali». Un impegno, spalmato per le casse pubbliche in sette anni tra il 2018 e il 2024, per sostenere investimenti privati nel 2017 con il supporto di superammortamento, iperammortamento, Nuova Sabatini, e investimenti supportati dal credito di imposta per la ricerca.…
Pagina 1 di 201

Claudio for Expo

ICH Sicav

 

 

 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Scrivi alla Redazione

Puoi scriverci al seguente indirizzo:

bollentini@labissa.com

 

 

 

Seguici anche su:

Realizzato da: Cmc Informatica e Comunicandoti