• La vita tra Leponti e Walser: la Festa del Primo Maggio a Ornavasso
    La vita tra Leponti e Walser: la Festa del Primo Maggio a Ornavasso Ornavasso posta all'imbocco della Val d'Ossola è da millenni punto di snodo e di passaggio da e verso Nord, verso le Alpi e il cuore dell'Europa. La sua importanza storica si perde nella notte dei tempi. I boschi e le rocce della Val Grande, riportano presenze dell'uomo già in tempi molto antichi, troviamo, infatti, massi coppellati e incisioni rupestri varie, recanti anche le costellazioni in maniera precisa. A fine Ottocento e poi nell'immediato secondo dopoguerra, furono scoperte due vaste necropoli nelle località "San Bernardo" (181 tombe) e "In Persona" (165 tombe). Le tombe s’inseriscono nella cultura leponzio-celtica, di cui recano iscrizioni nel relativo alfabeto. Agli inizi del 1300 sulla montagna di Ornavasso s’insediarono gruppi di coloni Walser, provenienti dal Vallese svizzero. Alla fine del secolo il borgo e il territorio…

Claudio for Expo

ICH Sicav

 

Home Page

Home Page (8093)

La Lombardia si conferma il territorio più favorevole per l’innovazione con 1574 aziende attive su 6800 a livello nazionale: il 23,1% del totale, 1 su 5 in Italia. Al secondo posto c’è l’Emilia Romagna con 759 (11,2%), al terzo il Veneto con 585 (8,6%), mentre agli ultimi posti ci sono la Valle D’Aosta con 17 start up (0.2% del totale italiano) e il Molise con 30 (0.4%), secondo una analisi della Camera di Commercio di Monza e Brianza su dati Registro imprese aggiornati a marzo 2017 e diffusi da Regione Lombardia. Le start up innovative lombarde sono guidate per il 20,8 per cento da giovani, per l’11,1 per cento da donne e per il 3 per cento da stranieri. I settori in cui si sviluppano maggiormente le aziende lombarde sono quello dei servizi di informazione e comunicazione, con 753 imprese (47,8% del totale regionale) e le attività professionali, scientifiche e…
Ammettiamolo tutti senza fare sconti e senza cercare alibi, Milano ha rimediato oggi una pessima figura. Durante il principale evento dell’anno, il Salone del Mobile, la città è stata bloccata e messa in ginocchio per una intera mattinata da uno sciopero dell’Atm. E rimaniamo in città e non allarghiamo lo sguardo oltre, allo sciopero dell’Alitalia, tanto per non fare nomi. Partiamo dai fatti. Lo sciopero dei tramvieri è stato indetto contro le scelte del comune di Milano sull'Atm, l’azienda del trasporto pubblico milanese. C'è infatti all’orizzonte l'ipotesi di uno "spezzettamento" del trasporto pubblico locale. Nei prossimi mesi, infatti, il comune di Milano aprirà un bando per la gestione del Tpl. I sindacati temono una deriva decisionale che si pone l’obiettivo di dividere il servizio di trasporto pubblico in singoli servizi. Al momento, restando ai fatti, Palazzo Marino punterebbe a scindere altri servizi della mobilità urbana come il trasporto pubblico da sosta, il…
Montecalvo Versiggia è un comune situato nella zona collinare dell'Oltrepò Pavese, nella valle del torrente Versa, in cui confluisce il piccolo torrente Versiggia, con una storia davvero lunga e particolare. Il nome è citato per la prima volta in un antico diploma a favore del monastero di San Pietro in Ciel d'Oro, poi l'Imperatore Federico I, con un diploma dell'otto agosto 1164, assegnò Montecalvo con ogni regalia alla città di Pavia. Come risulta dall'atto di possesso del 27 ottobre 1652, il borgo fu infeudato dalla regia Camera di Milano al conte Gerolamo Del Pozzo. Con il trattato di Worms del 1743 Montecalvo passò a casa Savoia. Il prefetto del dipartimento di Marengo, in base alla legge del febbraio 1800, lo inserì nel dipartimento di Marengo e nel circondario di Voghera. Nel 1805, dopo il rimaneggiamento dell'amministrazione ligure - piemontese voluta da Napoleone Bonaparte, Montecalvo, con un decreto del 13 giugno 1805, venne aggregato…
Tera de aqua sücia Ra nostra tera Tera de aqua De lach De turent De rigagnul ca segnan i nostar muntagn. Da la rasa a nass l’Ulona Piscinin ‘me un serpentell Al ven föra da sass e tera Pö al sa ingrandiss e al scuur fino ai navili Ma, sii mia curgiuu Che de aqua dai muntagn ‘na ven giò quasi pü? L’è mia ‘na roba da trascürà In sti ültim Ann al fa anca fadiga a fiucà! L’Invernu l’è un eternu utubar tevidin Una quei volta al piöv un cicinin De Primavera dunca A duaria piöv in d’un’altra manera Par fa svalzà l’aqua de lach e turent E invece al fa dumà quatar gott Inscì i gent in cuntent Del su e del cald anticipa “oh, che bell, a paar està!” ….e no, cari i me busitt sem in una tera de aqua e l’aqua la ven dal ciel…
Sarà la Giunta regionale a portare all’attenzione del ministero degli Affari esteri e del ministero degli Interni la situazione “incresciosa e spiacevole con le Autorità elvetiche” relativa alla chiusura nelle ore notturne delle frontiere di Ponte Cremenaga, Novazzano e Pedrinate, motivata dalle autorità svizzere per questioni di sicurezza dopo una serie di furti avvenuti nella fascia sud del loro territorio. Lo chiede una mozione firmata da Luca Marsico (Forza Italia), Alessandro Alfieri (PD) e Raffaele Cattaneo (Lombardia Popolare), approvata ieri a maggioranza dall’Assemblea lombarda (45 voti a favore, 17 contrari). Hanno votato contro solo i rappresentanti della Lega. Il documento evidenzia come la decisione unilaterale assunta dal Canton Ticino, di avviare dal 1° aprile in via sperimentale per sei mesi la chiusura di tre valichi minori, impedisca la libera circolazione ai cittadini e ai frontalieri italiani che lavorano in Svizzera. Il Presidente del Consiglio regionale, Raffaele Cattaneo, ha sottolineato che…
Ponti e frontiere o confini in senso generale e la conseguente simbologia che ne deriva sono argomenti vecchi quanto l’uomo così come il rimando inevitabile al concetto di viaggio sia questo di piacere, di lavoro, di formazione o per migrare. Il ponte di per sé simboleggia un passaggio, un attraversamento ideale delle nostre Colonne d’Ercole fisiche o metaforiche che siano, si passa da una parte all’altra di un fiume, di una valle, da una qualsiasi condizione ad un’altra, ma è inevitabile che il ragionamento si ampli e si carichi di ulteriori significati se lo stesso ponte dovesse attraversare una frontiera politica. Attraversare una frontiera ci pone di fronte alle nostre fragilità, alle ragioni della nostra identità da una parte e al rispetto di quella altrui dall’altra. Ritrovarsi altrove è soprattutto una sfida culturale che va ben al di là delle ragioni anche spicciole che ci hanno spinto ad attraversare una frontiera in…
Si è riunito ieri il consiglio di Amministrazione di A2A che ha esaminato e approvato il Piano Strategico 2017-2021 del Gruppo, che, come recita la nota ufficiale, conferma l’indirizzo strategico intrapreso nel 2015 volto a trasformare A2A in una multi utility moderna, essenziale al soddisfacimento dei bisogni delle comunità locali servite, leader nella green economy, nelle reti intelligenti e nelle nuove forme di gestione dei servizi energetici. “Il nuovo Piano – si legge nella nota –, confermando o migliorando tutti gli obiettivi industriali già definiti in precedenza, definisce la nuova priorità strategica, “R1”, dalla ristrutturazione del comparto termoelettrico (le cui attività operative sono state largamente realizzate nel biennio appena conclusosi) al “rilancio” delle aree ambiente, reti e servizi energetici attraverso una ulteriore accelerazione degli investimenti ad esse dedicati. La realizzazione del nuovo Piano contribuirà a ridefinire significativamente il portafoglio di asset industriali consentendo ad A2A di cogliere in modo ancora…
Claudio Luti, presidente di Kartell e neo presidente del Salone del Mobile. Il suo in realtà è un ritorno. Come è stato entrare nell'organizzazione in corsa? «Sono stato nominato meno di un mese fa. Spero che tutto il lavoro fatto fino a ora dia un buon risultato: molte decisioni erano state già prese. Stiamo lavorando tutti per creare un'esperienza indimenticabile». La concorrenza è spietata… «Ogni capitale nel mondo organizza una design week: da Parigi a Tokyo a Bejing. Tutti hanno capito che il design è un valore per la città». C'è qualche città che minaccia la nostra leadership? «Io non temo nessuno ma, attenzione: è molto difficile salire, ma facilissimo scendere». Che cos'ha Milano di diverso? «Due cose: la straordinaria capacità degli imprenditori di dialogare con i creativi e la filiera produttiva di altissima qualità. Però non basta: bisogna anche sapere fare marketing, esportare i propri prodotti e distribuirli. Al…
Parte oggi, alla volta della California, la missione ‘San Francisco e Silicon Valley: un tuffo nell’innovazione’ organizzata da Confindustria Lombardia. La missione si concluderà il 10 aprile e prevede, per la delegazione composta da circa quaranta persone tra imprenditori, docenti e rappresentanti del sistema Confindustria Lombardia, venti attività tra incontri in azienda, lezioni e workshop. Riceviamo e ospitiamo con piacere la dichiarazione di Vittorio Gandini, Direttore dell’Unione Industriali della Provincia di Varese (n.d.r.). A gennaio avevamo accompagnato una delegazione di 40 persone tra imprenditori e professionisti a visitare il CES di Las Vegas, la Silicon Valley e Phoenix, questa volta le insegne dello study tour nella West Coast degli Stati Uniti che coinvolge oltre 50 persone sono quelle di Confindustria Lombardia. Rimane, però, una costante: ad accompagnare il sistema imprenditoriale locale, regionale e nazionale alla scoperta delle opportunità di conoscenza e collaborazione offerte dalla Silicon Valley è ancora una volta…
Un mercato in crescita ma ancora molto frammentato, con prevalenza di operazioni piccole, segno che il consolidamento in diversi settori è ancora lontano dal compimento. Secondo KPMG, a fine 2016 il mercato M&A italiano muove circa 59 miliardi di euro (+5% sul 2015) con 800 affari conclusi (+ 40 %). Di quel valore, piu di 10 miliardi fanno capo a due operazioni: la fusione Banco Popolare-Bpm da circa 3miliardi e l'acquisto da parte di Exor dell'americana PartnerRe per circa 7 miliardi. «ad anni dallo scoppio della crisi l'Italia resta un mercato sottodimensionato rispetto a pil e struttura del sistema produttivo», sottolinea Max Fiani (nella foto), varesino d’adozione, Partner KPMG e coordinatore del premio. «Positiva la crescita nei volumi, non accompagnata pero’ da quella dei controvalori. Mancano ancora le operazioni di sistema». In tale scenario si inserisce la XIII edizione dell'M&A Award, iniziativa promossa AIFI (Direttore Anna Gervasoni di LIUC) e…
Karl Kolbitz: da modello a curatore di un libro. Perché i foto modelli passano ma Milano resta. E qualche volta, tra uno shooting fotografico e l’altro ci si può fermare. Per osservare un particolare di un palazzo, di un portone, oppure di un ingresso. «Com’è possibile che una città che ha esportato il suo design in tutto il mondo, abbia taciuto su copiose ed esuberanti entrate dei suoi palazzi?». È la domanda che si è posto Karl Kolbitz, un ex modello (ma qualcuno giura che non abbia perso il gusto di farlo), oggi curatore. Kolbitz vive a Berlino, ma Milano gli è così rimasta nel cuore da aver pensato ad un libro, «Ingressi di Milano», dedicato agli androni più belli della città. Per tracciare «una sorta di interpunzione nella sintassi architettonica e progettuale della moderna storia della città», osserva ancora Karl. «Entryways of Milan», che sarà presentato mercoledì 5 aprile,…
Quante reminiscenze storiche evoca l’Ergife di Roma, centro congressi crocevia importante e decisivo in tante diverse ere dell’Italia repubblicana. Ci sono passati in tanti, quasi tutti, l’ultimo della serie è stato Stefano Parisi che proprio in questo hotel sabato scorso ha lanciato finalmente nell’agone politico Energie per l’Italia con la prima convention nazionale del suo neonato movimento politico. Nato a settembre a Milano nello Spazio MegaWatt tra luci, lo spessore dei progetti, e ombre, la scarsa partecipazione di pubblico e la di lì a poco presa di distanza berlusconiana, proseguito poi con un lungo tour per l’Italia e con un vasto lavoro di raccolta di idee e suggerimenti, giunto infine alla convention nazionale di Roma. Un rito inevitabile, sulla falsariga della politica così come la conosciamo da sempre. Un leader non si crea a tavolino e il consenso non è un prodotto già pronto da esibire. Occorre infatti un lungo…
“La Lombardia non e’ solo terra di manifattura, e’ anche terra da visitare: abbiamo tantissimi luoghi di cultura, d’arte, paesaggi, bellezze naturali, quindi investiamo risorse per promuoverli e siamo molto soddisfatti”. Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni inaugurando, insieme all’assessore regionale allo Sviluppo economico Mauro Parolini l’edizione 2017 della Borsa Internazionale del Turismo, tornata a Fieramilanocity. Alla cerimonia del taglio del nastro era presente anche il sottosegretario al Ministero per i Beni e le Attivita’ Culturali Dorina Bianchi. “Milano si candida ad essere capitale d’Europa per tanti suoi primati – ha detto il presidente Maroni rispondendo alle domande dei giornalisti – in quanto si candida ad ospitare l’Agenzia del farmaco, e’ tra le mete turistiche preferite e a tutti gli effetti e’ #aplacetobe”. A chi gli ha chiesto se Milano stia vivendo un nuovo ‘Rinascimento’, il presidente Maroni ha risposto che la metropoli lombarda e’ crocevia…
La prima serata pubblica della rinnovata associazione “La Varese Nascosta” è stata dedicata alla celebrazione della scrittrice più amata d’Italia, Liala, che aveva scelto Varese come dimora elettiva. L’occasione è stata costruita in collaborazione con Estro-Versi, allo Spazio Lavit intorno alla data del 31 Marzo 2017, anniversario dei 120 anni dalla nascita di Liala: oltre un centinaio di persone hanno assistito alle letture autobiografiche tratte da Diario Vagabondo (1977), curate da Marita Viola e Sara Pennacchio, che ho avuto il piacere di collegare con una conversazione che tratteggiasse chi era veramente Liala e che rapporto aveva con Varese. Negli anni ’30, Liala coltivava frequentazioni mondane negli ambienti esclusivi della cultura milanese e soprattutto dell’editoria, annoverando amicizie personali prestigiose, come Arnoldo Mondadori e Gabriele D’Annunzio. A Varese, Liala si ritirò dopo la morte del suo grande amore, l’aviatore Vittorio Centurione Scotto, e dopo la nascita della seconda figlia Serenella. Si stabilì…
Dal 22 aprile piccoli produttori e piccoli ristoranti tipici, in un Verbano-Cusio-Ossola, autentico e genuino: un viaggio nel gusto “a km 0”. In un'epoca in cui piccolo è buono e bello, in cui il “km 0” è un valore prezioso, l'ottava edizione di Serate di Gola si propone nel ricco panorama nazionale delle rassegne enogastronomiche quale appuntamento imperdibile per scoprire produttori e prodotti, in un viaggio lungo due mesi tra Lago Maggiore, Lago d'Orta e le Valli dell'Ossola. Saranno sei le serate inserite nel calendario 2017 della rassegna organizzata dalla Camera di Commercio del VCO e dall'Associazione Piccoli Alberghi Tipici in collaborazione con le Associazioni agroalimentari che in questi anni la Camera di Commercio ha contribuito a far nascere e crescere: i mieli del Consorzio Tutela e Garanzia Mieli del VCO, i salumi dell’Associazione Brisaula della Val d’Ossola, i formaggi dell’Associazione Craver Formaggi Caprini del VCO e i piccoli frutti…
Già dai tempi del liceo lo chiamavano «Il Principe». Era il classico trentenne militante della Milano da bere. Onnipresente e imbruttito da aperitivi e inaugurazioni. Agenda notturna fitta. Filippo Di Nicolò però ha anche studiato tanto: si è messo alle spalle una doppia laurea, in Economia e poi in Giurisprudenza. Con un curriculum del genere era inevitabile una vita in doppio petto. Così, fedele agli studi, spremeva le sue giornate in un ufficio di commercialisti. Con un passato così ci voleva coraggio a mollare tutto e partire per la Francia per andare a comprare capre: «Vivevo in una bolla: orari folli in ufficio in cambio di niente. A livello umano, c’era sempre meno rispetto reciproco. Così tre anni fa, su consiglio di un amico salumaio, ho scommesso su una nicchia gastronomica ancora poco battuta», racconta. Un segno del destino dato che la sera prima di cambiare vita era stato a…
Nella religione cristiana la Pasqua rappresenta il momento della Resurrezione di Cristo, salvatore dell'Umanità. È il momento clou della vittoria della Luce sulle Tenebre: simbologia principe che ci riconduce ad antiche usanze di derivazione celtica. Al di là del nome usato nelle varie realtà, cerchiamo di analizzare le simbologie che la Pasqua racchiude per arrivare a capire quanto dobbiamo ai nostri antichi Padri Insubri. Nella Tradizione celtica ad ogni festività corrisponde una divinità. Alla Pasqua e a Beltaine corrisponde la dea Belisama - la dea dell'Armonia, della Bellezza e grande protettrice dei popoli Insubri.  All'Equinozio di Primavera il Sole entra a zero gradi di Ariete e nasce ad Est. Era usanza accendere dei fuochi perché questi rappresentavano proprio il calore del Sole e la vittoria della Luce sull'Oscurità invernale.  Simbologia Pasquale: l'Uovo e il Coniglio L'Uovo rappresenta simbolicamente l'Uroboros, ossia il Serpente primordiale che viene solitamente rappresentato mentre si morde la…
Offuscata nell’ultimo decennio dalla Grande Lugano, Bellinzona si era accartocciata sull’immagine della città amministrativa e impiegatizia. Nella capitale del Ticino degli antichi fasti di snodo strategico e commerciale, tra nord e sud, era rimasto ben poco. Per uno di quei singolari cicli della storia, a segnare la rinascita di Bellinzona è stata ancora una volta la ferrovia. Come a fine Ottocento, quando l’apertura della linea del San Gottardo cambiò il volto della cittadina, con la realizzazione della prima stazione ferroviaria del cantone, la porta d’accesso al Ticino per la nascente industria turistica ticinese, e la costruzione delle Officine Ffs che marchieranno l’identità urbana di Bellinzona. Chissà per quale altra favorevole congiunzione astrale, questa rinascita è venuta  a coincidere con una fusione comunale che trasformerà un centro di appena di 18mila abitanti in un agglomerato urbano che ne conterà quasi 50mila. Il contrappeso ideale alla crescita compiuta dalla Grande Lugano. Oggi…

Claudio for Expo

ICH Sicav

 

 

 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Scrivi alla Redazione

Puoi scriverci al seguente indirizzo:

bollentini@labissa.com

 

 

 

Seguici anche su:

Realizzato da: Cmc Informatica e Comunicandoti