• La vita tra Leponti e Walser: la Festa del Primo Maggio a Ornavasso
    La vita tra Leponti e Walser: la Festa del Primo Maggio a Ornavasso Ornavasso posta all'imbocco della Val d'Ossola è da millenni punto di snodo e di passaggio da e verso Nord, verso le Alpi e il cuore dell'Europa. La sua importanza storica si perde nella notte dei tempi. I boschi e le rocce della Val Grande, riportano presenze dell'uomo già in tempi molto antichi, troviamo, infatti, massi coppellati e incisioni rupestri varie, recanti anche le costellazioni in maniera precisa. A fine Ottocento e poi nell'immediato secondo dopoguerra, furono scoperte due vaste necropoli nelle località "San Bernardo" (181 tombe) e "In Persona" (165 tombe). Le tombe s’inseriscono nella cultura leponzio-celtica, di cui recano iscrizioni nel relativo alfabeto. Agli inizi del 1300 sulla montagna di Ornavasso s’insediarono gruppi di coloni Walser, provenienti dal Vallese svizzero. Alla fine del secolo il borgo e il territorio…

Claudio for Expo

ICH Sicav

 

Home Page

Home Page (8093)

La Milano del design espande i suoi confini e per l’edizione 2017 del Fuorisalone – in programma dal 4 al 9 aprile in concomitanza con il Salone del Mobile – porta a battesimo due nuovi Distretti (Cadorna e Isola) , che si aggiungono ai nove già esistenti. Oltre mille eventi animeranno la città per la Design Week, secondo una formula ormai consolidata da decenni, che vede un ricco palinsesto di iniziative spesso spontanee alternarsi al momento “business” della fiera, coinvolgendo operatori del settore, appassionati di design e semplici curiosi. Una formula che negli ultimi anni è stata ulteriormente valorizzata grazie a una regia unica che vede collaborare insieme il Comune di Milano, il Fuorisalone e il Salone. «La regia unica e il piano di accoglienza della Milano Design Week – ha detto infatti l’assessore alle Politiche del Lavoro Cristina Tajani –rappresenta un bell’esempio di collaborazione tra istituzioni pubbliche e soggetti…
Sostenere l’innovazione di tutta la Macroregione Alpina, aiutando in particolare le Pmi ad alto potenziale innovativo e in fase di crescita a trovare investitori. “E’ con questo obiettivo – spiega l’assessore regionale all’Universita’, Ricerca ed Open innovation Luca Del Gobbo – che abbiamo deciso di aderire alla piattaforma macroregionale ‘Alpine growth investment platform (AlpGIP)'”. “La Piattaforma – prosegue Del Gobbo – si dotera’ di un ‘Fondo dei Fondi’ pari a 70 milioni di euro complessivi, 40 conferiti dalle Regioni aderenti e 30 dal FEI, con la previsione di raccogliere possibili ulteriori investimenti, ad esempio da parte di Cassa Depositi e Prestiti SpA. Con la delibera di oggi, Regione Lombardia ha messo a disposizione 15 milioni di euro”. La Piattaforma seleziona cosi’ una serie di Fondi specializzati in investimenti sulle start up (sottoscrivono quote di capitale delle imprese scelte) e vi immette risorse proprie, per moltiplicare l’effetto sulle imprese del territorio,…
L’occasione per parlare, o meglio riparlare, delle potenzialità, della attrattività, degli asset e dei successi di Milano è stata offerta da una iniziativa di alto livello di finanza internazionale tenutasi questa mattina nel Palazzo della Regione Lombardia. Non a caso in questo luogo simbolo, perché la Regione è indubbiamente vista sempre di più in Italia e nel mondo come il baricentro del sistema lombardo e non solo per quanto riguarda lo stimolo al dibattito costruttivo sul futuro immediato della metropoli, ma anche appunto per la concretezza delle proposte e dei fatti emersi in questi recenti anni. Il messaggio uscito da questo evento è tutto un programma, "se il mondo sapesse di Milano, Milano sarebbe in cima al mondo", uno slogan appropriato per lanciarsi verso la “Milano Capitale Europea della Finanza”, un obiettivo che sta finalmente creando sistema, sul modello di expo. Nel corso della mattinata è stato presentato il “Global…
Una settimana calda per il popolo dell'arte quella che si apre oggi. Tra luci e qualche ombra. Il Pac, dopo anni di de profundis, finalmente inaugura una mostra che si annuncia degna della sua storia. Parliamo della prima antologica italiana di Santiago Sierra, artista concettuale non di facile fruizione e piuttosto strong in quanto a tematiche trattate, reportage di performance prevalentemente di natura sociopolitica. Non una mostra per tutti, dunque. Ma se non altro si tratta di un importante artista contemporaneo che merita di essere approfondito e il Pac (una volta tanto) è la sede giusta. La settimana calda ha il suo apice con l'inaugurazione del Miart, la fiera d'arte moderna e contemporanea, appuntamento atteso dai collezionisti e che in questi ultimi anni ha raggiunto livelli di eccellenza grazie al lavoro svolto dall'ex direttore Vincenzo De Bellis. I più attivi galleristi italiani sfoggeranno i pezzi migliori della loro scuderia, anche…
Un consiglio di amministrazione nuovo di zecca per Fiera Milano, con tanti manager ma a digiuno del business fieristico. I nove membri sono stati indicati dall’azionista di riferimento Fondazione Fiera Milano e provengono, per lo più, da esperienze manageriali. Come chiesto dalla procura di Milano che, ha fine 2016, ha disposto, per infiltrazioni mafiose, l’amministrazione giudiziaria, prima alla controllata Nolostand e poi, in misura parziale, a Fiera Milano. I nomi dei consiglieri sono Alberto Baldan (Grandi Stazioni) , indicato come presidente, Corrado Colli (manager Tecnogym), indicato come ad, Francesca Golfetto (docente alla Bocconi ed esperta di fiere), Stefania Chiaruttini, Lorenzo Caprio, Marina Natale, Elena Vasco, Gianpietro Corbari, Angelo Meregalli.  Fuori i vecchi consiglieri, l’ex ad Corrado Peraboni e l’ex presidente Roberto Rettani. I manager devono studiare Nel nuovo Cda solo Golfetto è una studiosa del settore fieristico, mentre i vertici, presidente e ad, non se ne sono mai occupati. E…
Il Museo del Tesoro si trova nella suggestiva collegiata di San Lorenzo a Chiavenna (SO), complesso risalente probabilmente al V secolo. Il porticato fu realizzato tra il XVII e XVIII  secolo con lo scopo di delimitare il cimitero e per creare uno spazio in cui effettuare le processioni. Sovrasta la collegiata il cinquecentesco campanile; sopra l’architrave del portale si trova lo stemma di Chiavenna. Dal porticato si accede al Battistero: il fonte, ricavato da un unico blocco di pietra ollàre, risale al 1156. La vasca è decorata da un rilievo che descrive la cerimonia del sabato santo. Il museo conserva un vasto corredo di paramenti e arredi sacri e un rarissimo codice musicale del XI secolo. Pezzo principale: la “Pace di Chiavenna” coperta di evangeliario del XI secolo in oro sbalzato, gemme, perle e smalti, che rappresenta ancora oggi un capolavoro complesso ed affascinante, giunto a noi da mani sapienti…
Una lunga e complessa tradizione accompagna la vicenda legata all’origine della colomba pasquale. Le più diffuse provengono dal settentrione e si aggirano intorno all’epoca longobarda. La Leggenda di San Colombano. Un’antica usanza che si è tramandata nel tempo a Milano, Pavia e dintorni, divulgandosi poi a macchia d’olio, riguarda il consumare una colomba di pane dolce per le festività pasquali. Tale tradizione pare essersi divulgata per celebrare il ricordo di San Colombano. La sua storia risale addirittura all’epoca longobarda, nel 612 d.C. e narra del suo arrivo in città (chi dice Pavia, chi Milano) e del sontuoso pranzo che gli venne offerto, ricco di selvaggina. Benché non fosse venerdì egli rifiutò quelle sostanze troppo ricche servite in periodo di penitenza (la leggenda vuole infatti che il tutto avvenisse in periodo quaresimale). La regina Teodolinda, non comprendendo il rifiuto di Colombano, si offese; ma ingegnosamente quest’ultimo riuscì a cavarsela affermando che…
Il nebiun dell’alba, che aveva accolto l’aereo del Papa a Linate, ha lasciato il posto a una splendida giornata di sole. Tempo ideale per la prima visita pastorale di papa Francesco a Milano, e lui per primo se n’è rallegrato, salutando i fedeli per l’Angelus in piazza Duomo: «La nebbia se n’è andata. Le cattive lingue dicono che verrà la pioggia, ma non so... io non la vedo ancora!». E infatti al Parco di Monza, per la Santa Messa delle 15 - così come a San Siro per la successiva festa con i cresimandi - il tempo si è mantenuto splendido. La «papamobile» ha percorso i viali del parco mentre una folla stimata di un milione di fedeli (in 700 mila si erano iscritti all’evento) salutava agitando sciarpe e bandiere. Due bambini, passati sotto le transenne, hanno «forzato» le misure di sicurezza per salutare da vicino il Papa, il quale…
“La glauca luna lista l’orizzonte E scopre i campi nella notte occulti E il fiume errante. In suono di singulti L’onda si rompe al solitario ponte.” Il livello simbolico di questa poesia di Giovanni Pascoli è particolarmente denso: il ponte cessa di essere un elemento naturale e diviene un segmento simbolico di paesaggio e di passaggio. E chissà come avrebbe intonato i propri versi il Pascoli, a fronte di un ponte per nulla solitario, ma sorretto da barche capaci di renderlo mobile in base al livello delle acque su cui le barche stesse riposano. Il Ponte di Barche è un tessuto di identità lombarda, che unisce culturalmente due territori per nulla vicini: Bereguardo e Torre d’Oglio. Questo particolare manufatto dell’antichità ha tuttavia origini ancor più lontane ed ha da sempre affascinato per le proprie particolari caratteristiche di versatilità: costruito letteralmente su barche tra loro collegate, sopra cui veniva posizionata una…
Milleseicentosei aziende nella nuova Guida degli agriturismi lombardi, l’unica raccolta di dati completi esistenti di tutta la Lombardia. “Agriturismi in Lombardia” – l’ultima edizione pubblicata è del 2006 – è stata presentata dall’assessore regionale all’Agricoltura Gianni Fava  (nella foto) a Felonica (MN) presso l’agriturismo ‘Corte Nigella’. La Guida conta su un sito internet completamente rinnovato nel quale, attraverso una ricerca per territorio, servizi e prodotti, è possibile trovare l’agriturismo che offre il servizio desiderato. I NUMERI – Piccola ma costante la crescita per le aziende lombarde: dai 1562 del 2015 si passa a 1579 nel 2016 per arrivare alle 1606 attuali. La classifica per provincia vede primeggiare Brescia (331) seguita da Mantova (236), Pavia (223), Bergamo (162), Como (143), Sondrio (115), Milano (113), Varese (83), Lecco (78), Cremona (74), Lodi (33) e Monza Brianza (15). ‘DOMANDA’ CRESCENTE DI NATURA – Le aziende che negli ultimi anni hanno voluto e saputo…
Inabissato. Dopo questa terminologia vissuta intensamente più che scritta, Liala volle crearsi una vita parallela tramite i suoi romanzi. Un modo per sopravvivere. Però lo sguardo dal Montello si inabissava nel lago di Varese in ogni attimo della sua giornata. Dal tramonto all’alba. Ebbe molto Liala essendo di Nobile famiglia. Nobile il suo aspetto e quasi aristocratico quel suo posizionarsi alla macchina da scrivere, sempre più frequentemente, fino a confondere realtà con romanzo. Ma quale era la realtà? Il suo matrimonio combinato e naufragato? No, basta parlare di acqua. Naufragi, inabissarsi di pensieri…. Per fortuna, nella cucciola, Primavera era sempre con lei. Una grande somiglianza, anche fisica. Quella classe quasi aristocratica e quel sorriso dedicato unicamente all’arte di esprimersi con scrittura e canto, che solo dai Cambiasi poteva discendere. Più di 80 romanzi che hanno fatto sognare intere generazioni. Chissà se la macchina da scrivere, compagna di vita, fu sempre…
Il Consiglio di Amministrazione di SEA S.p.A. ha esaminato e approvato il progetto di bilancio dell’esercizio 2016 di SEA S.p.A. e il bilancio consolidato 2016 del Gruppo SEA che sarà sottoposto all’assemblea dei soci per l’approvazione tra il 28 aprile e il 3 maggio (prima e seconda convocazione). In estrema sintesi la società presieduta da Pietro Modiano, che gestisce gli aeroporti di Malpensa e Linate, presenta un bilancio con ricavi per 653,5 milioni di euro, in crescita dell’1,7%, e un utile netto di 93,6 milioni di euro, in crescita dell’11,7%. Con un traffico passeggeri che è arrivato a 29 milioni e un traffico Merci che si è attestato a 549,4 mila tonnellate. “Il 2016 è stato un altro anno positivo per SEA – ha commentato il presidente di SEA Pietro Modiano – I dati di bilancio confermano e rafforzano i progressi di redditività, efficienza e solidità finanziaria, già evidenti nei…
Al via la 25esima edizione delle Giornate del Fai con l’apertura eccezionale di siti d’arte, scrigni sconosciuti, spesso inaccessibili, alcuni che necessitano d’interventi. 162 siti visitabili in Lombardia, 25 solo a Milano, curiosità un po' ovunque. L’elenco completo con indirizzi e orari è su www.giornatefai.it, per alcuni siti è necessaria l’iscrizione al Fai possibile anche in loco, l’ingresso è libero ovunque, ma è sempre bene accetto anche un piccolo contributo, comunque facoltativo. Partiamo da Milano, che offre una variegata gamma di mete. Palazzo Pirelli è senza dubbio ancora uno dei più celebri “monumenti” di Milano, per 50 anni è stato anche l'edificio più alto della città. Simbolo del razionalismo italiano, è stato costruito tra il 1956 e il 1961 su progetto dell’architetto Giò Ponti, alto 127 m, rimane oggi uno degli edifici in calcestruzzo armato più alti al mondo. Occasione unica è quella della visita ai palazzi d’inizio novecento della…
Esselunga non perde smalto senza il fondatore. La catena della grande distribuzione italiana ha chiuso il 2016 con vendite (a rete corrente) in crescita del 3,1% a 7,5 miliardi di euro. In rallentamento rispetto al 4,3% del precedente esercizio. A parità di negozi e considerando il taglio dei prezzi dell’1,1%, i ricavi sono in sostanziale equilibrio, in media con il mercato. Tuttavia il margine operativo lordo è salito (per il secondo anno consecutivo) da 626 a 661 milioni mentre sono in calo, per le svalutazioni immobiliari, sia l’utile operativo che il risultato netto, rispettivamente, da 431 a 405 milioni e da 291 a 262 milioni. Nonostante la frenata, l’incidenza dell’utile operativo sui ricavi è del 5,4%, al di sopra della media di sistema del 2%. Esselunga rimane comunque una macchina ben oliata: gli utili macinati nel periodo 2010-2016 superano di slancio 1,6 miliardi. L’anno scorso la catena commerciale ha investito…
Parte da Milano un originale progetto itinerante, nazionale e internazionale, per commemorare e portare in tutto il mondo Leonardo da Vinci a 500 anni dalla morte (2019). Celebrando Leonardo non intende essere la mera commemorazione di un uomo considerato tra i “geni universali” ma, qualcosa che va oltre, come dice lo slogan che è stato scelto dagli ideatori del progetto: “500 anni che applichiamo i suoi sogni”. In pratica è un voler raccogliere cinquecento anni dopo il suo pensiero, le sue visioni, le sue invenzioni e il suo talento. Leonardo è stato un “visionario ricercatore e sperimentatore che ha anticipato i tempi”. Ha pensato e scritto di tutto, mettendo al servizio dell’umanità il suo impareggiabile cervello, come primo uomo enciclopedico.   “500 anni che applichiamo i suoi sogni” è un progetto ambizioso, come una macchina del tempo che trasporta e materializza le ricerche e le sperimentazioni dell’uomo più inneggiato di tutte le…
Ci siamo! Il 24 marzo riapre alle visite dell’Isola Madre, la più a nord delle Isole Borromee, il gioiello verde dei Principi Borromeo sul Lago Maggiore. Quest’anno, ad attendere i visitatori saranno i colori ed i profumi delle fioriture di due nuove meraviglie verdi, che si sono aggiunte alle presenze consuete di stagione, ovvero alle Camelie e ai Rododendri che animano con i loro colori i giardini sia dell’Isola Madre che dell’Isola Bella. Gianfranco Giustina, responsabile dei giardini delle isole, ha voluto profumare la primavera dell’isola effettuando una piantumazione massiccia di una Daphne assolutamente particolare. Si tratta della Daphne bholua 'Peter Smithers', frutto della personale selezione di Sir Peter Smithers, il diplomatico inglese che amava la natura e il giardinaggio e che sul Lago aveva creato uno dei più interessanti giardini. Alcuni anni fa, Sir Peter ha consegnato a Giustina un esemplare della sua creatura, che si è perfettamente acclimata sull’Isola.…
E dire che Davide Galimberti, oggi sindaco varesino, aveva addirittura promesso ai tempi della campagna elettorale la balneazione del lago di Varese. Una incauta e superficiale dichiarazione dal sen sfuggita in un momento sicuramente teso ed infuocato, ma tant’è. Quella proposta la poteva però formulare solo chi non è al corrente della complessa e infinita storia dell’inquinamento del lago più amato dai varesini, una storia, come noto a tutti, dalla difficile risoluzione almeno in tempi brevi. Ma fece discutere quella sparata, non sorridere, era infatti un prologo di tristi presagi. I più attenti e prudenti avevano già immaginato la futura deriva della Varese “sinistra” che di lì a poco avrebbe preso le redini di Palazzo Estense. E a quasi un anno dall’insediamento, il bilancio annovera promesse mancate o realizzate in parte, ritardi, situazioni involute, problemi elusi, che fanno mordere le mani ai tanti nel centrodestra che furono non molto attivi…
Ai piedi del Monterosso, tra Intra e Pallanza, due tra le storiche frazioni che formano Verbania, si trova la chiesa di Madonna di Campagna, già monumento nazionale. Qui si tengono anche alcuni concerti nell'ambito della rinomata manifestazione "Settimane Musicali di Stresa e del Lago Maggiore". Segnalato più volte tra i beni più amati e come uno dei quali che necessita di essere conservato e tramandato; anche in occasione dell’ultimo censimento del FAI, ha raggiunto le 2899 segnalazioni. La Chiesa di Madonna di Campagna e il suo complesso monumentale, sono al centro di lavori ormai da oltre vent’anni, un impegno che ha portato a un esborso di circa 900 mila euro solo per la parte esterna. Nel 2014, i lavori sono stati ulteriormente finanziati per altri 80 mila euro, per recuperare il più possibile l’aspetto originale della volta, degli affreschi e dei dipinti risalenti al 500 e 600 e dell’altare in…

Claudio for Expo

ICH Sicav

 

 

 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Scrivi alla Redazione

Puoi scriverci al seguente indirizzo:

bollentini@labissa.com

 

 

 

Seguici anche su:

Realizzato da: Cmc Informatica e Comunicandoti